Come scegliere un ottimo servizio SEO. 5 domande (+1) da fare

5 domande (+1) da porre ad un’agenzia che si occupa di web marketing: capirai come scegliere un ottimo servizio SEO.

Venditori di fumo. Artisti della fuffa. Alla larga.

Se stai pensando di affidarti ad un’agenzia per la SEO, questi loschi figuri devi evitarli. Ma con così tante persone che affermano di essere dei veri esperti SEO, come trovare l’agenzia che fa per te?

Ti propongo 5 domande (+1) da porre alle agenzie, per capire se fanno promesse che riusciranno a mantenere.

1. Può garantire risultati eterni?

La migliore risposta: “No. Nessuno può.”

Chi ti dice che può garantire il primo posto per sempre nei motori di ricerca è in definitiva una persona o un’agenzia losca.

Le agenzie che sanno fare il loro lavoro ti diranno che sono sicuri di poterti aiutare a raggiungere i tuoiobiettivi: chi ti promette amore eterno con Google sigillato dal primo posto nella prima pagina è un venditore di fumo.

 

2. Quanto tempo ci vorrà per vedere i risultati?

La migliore risposta: “Ho bisogno di verificare quanta competizione c’è nel tuo settore, ma in genere ci vogliono circa dai tre a sei mesi per iniziare a vedere i risultati.”

Saluta immediatamente tutti quelli che ti promettono risultati immediati.

La semplice verità è che la SEO richiede tempo.

Ad esempio, i motori di ricerca misurano sono il numero di link al tuo sito web, nonché la qualità di questi link. Se hai un sito web nuovo che si butta in un settore competitivo, i tuoi concorrenti hanno già avuto il tempo di ottenere un vantaggio iniziale di costruzione di legami.

Questa è la natura della SEO: quindi se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente lo è.

In questo periodo di tempo l’agenzia che si prende in carico il tuo sito dovrà chiederti e presentarti una serie di richieste.
Un documento con  le parole chiave (con titoli di pagina, meta-descrizioni).
Suggerimenti per migliorare i tuoi contenuti on-page.
Raccomandazioni per migliorie tecniche (architettura del sito, tempo di caricamento, ecc.)
Una relazione sui link che sono in grado di garantire.
Un rapporto mensile sulla variazioni del traffico e delle metriche

Se non ricevi niente, ci sono buone probabilità che l’agenzia non stia facendo niente, ma ricordati sempre che Roma non fu costruita in un giorno.

3. Come è cambiata la SEO negli ultimi anni?

La migliore risposta: “Le cose cambiano continuamente. L’aggiornamento Penguin, poi l’aggiornamento di Panda, che ha influenzato il modo in cui creiamo contenuti … ”

Questa domanda è estremamente importante, perché ti dà la possibilità di valutare tre cose:

L’agenzia conosce i nomi specifici dei cambiamenti di Google per la ricerca?
Possono spiegare come questi cambiamenti hanno influenzato il modo in cui la SEO è fatta?
Possono spiegare tutto questo in parole povere?

4. Qual è il vostro processo di Link-Building?

La migliore risposta: “Lavoriamo innanzitutto sul content marketing per attrarre i collegamenti e studiamo metodi di promozione di contenuti.”

Le fonti dei link devono essere pertinenti al tuo business.
I collegamenti devono essere maturati nel tempo.
Gli Anchor test (il testo del link) devono essere vari e naturali.

5. Come fate a scegliere le parole chiave?

La migliore risposta: “E ‘una combinazione tra i volumi di traffico e il livello di concorrenza, ma non solo.”

Se l’unica cosa che la vostra agenzia dice è: “livello di traffico”, hai un problema. La SEO non deve guidare maggior quantità di traffico – ma guidare il traffico più mirato.

La pertinenza della parola chiave per la tua offerta è fondamentale, ma è altrettanto importante cercare di capire cosa succede nella testa della persona che effettua la ricerca.

 

5+1. Show me the money! Altresì chiamato: fatemi vedere i report!

Questa è l’ultima domanda che devi fare per capire come scegliere un ottimo servizio SEO.

Fatti mostrare quello che in passato l’agenzia è riuscita a fare con precedenti clienti.

L’unico modo per valutare un’ agenzia SEO è quello di guardare il loro lavoro passato e chiedere un sacco di cose.

Se non hanno nessun caso studio: questo dovrebbe essere motivo di preoccupazione.

Sii audace, fai domande, ascolta attentamente, e nel caso non aver paura di andare via.

Quelli che sanno quello che fanno saranno aperti e amichevoli!

aggiornato il categoria: Curiosità