Fattori Ranking SEO da non ignorare nel 2019 per il proprio sito web

Cosa ci si aspetta dal punto di vista dei SEO Trends nel 2019? Quali saranno le maggiori novità e le tendenze in vista? Ci saranno fattori di continuità rispetto al 2018?

Riuscire a centrare tutti i fattori SEO 2019 per il proprio sito può sembrare impossibile, ma facendo attenzione all’utilizzo di alcune tecniche dedicate al posizionamento dei contenuti potrai ottenere ottimi risultati.

Se non sai da dove partire, puoi decidere di affidarti a una consulenza SEO con un team di esperti che si occuperà di applicare al tuo sito o al tuo blog aziendale tutti i nuovi Trends SEO 2019.

Intanto, scopriamo insieme quali sono!

Il vero potere della SEO nel 2019: cosa bolle in pentola?

Ecco le nuove tendenze SEO 2019 che caratterizzano il posizionamento di un sito web sui principali motori di ricerca.

Un blog aziendale, oppure un altro tipo di portale presente sul web, sopravvive grazie alle visite degli utenti.

Queste possono essere stimolate proprio mediante l’uso di specifici mezzi di comunicazione online.

I punti essenziali della SEO nel 2019

In breve, i fattori SEO 2019 da prendere in considerazione riguarderanno:

  • Il posizionamento del sito su Google;
  • La User Experience;
  • L’attenzione a SEO e SERP;
  • Il Content Marketing;
  • L’ottimizzazione delle immagini.

In più, alla fine, ti sveleremo 4 strategie segrete che ti permetteranno di cavalcare l’onda della SEO 2019.

Cosa ne sarà del Click-through rate nel 2019?

Il Click-through rate, più conosciuto come CTR, è la “Percentuale di click” ossia il tasso che misura l’efficacia di una campagna pubblicitaria on-line.

Il CTR è una ratio significativa che mostra l’interesse dell’audience nei confronti di un determinato messaggio.

Ad esempio, se un banner sul World Wide Web è visualizzato 100 volte e un cyber utente vi clicca sopra, il CTR risulterà dell’1%.

Le percentuali medie di CTR nel corso degli anni si sono ridotte anche molto al di sotto del 1%.

Tuttavia, scegliendo un sito appropriato per il proprio messaggio (per esempio un sito sulle criptovalute per pubblicizzare una Piattaforma di trading online), lo stesso banner può ottenere un CTR molto più elevato.

Inoltre, se lo si personalizza e lo si “customizza”, il messaggio ottiene CTR maggiori rispetto a un banner pubblicitario standard.

Infatti, il CTR è ancora un parametro abbastanza stabile persino dopo che Google ha reso le sue campagne pubblicitarie meno appariscenti.

Per l’anno 2019 sul valore del CTR impatteranno ancora i seguenti fattori:

  • contenuto del messaggio;
  • “attrattività” dell’offerta;
  • caratteristiche ed interessi dell’audience.

SEO e SERP nel 2019

seo 2019 - serp

Si sa che il posizionamento di un sito tra i primi risultati della SERP dei motori di ricerca è alla base di una buona visibilità.

Ma il criterio con cui il motore di ricerca crea la sua SERP è influenzato dall’algoritmo, il quale viene costantemente aggiornato.

Chi si occupa di SEO deve essere in grado di modificare le proprie tattiche strategiche in materia di content marketing e deve essere in grado di seguire i Trends che i motori di ricerca (del calibro di Google) impongono a chi vuole continuare a beneficiare della loro visibilità.

Nel 2018 ci sono state più opportunità nel fare SEO per comparire praticamente in qualsiasi posizione Google, non concernenti solo quelle a pagamento.

Anche per la SEO 2019, valgono dei piccoli “trucchi” suggeriti da Rand Fishkin, Amministratore Delegato di Moz, una delle più grandi aziende mondiali che commercializza e distribuisce servizi di software di marketing:

  • creare e ottimizzare contenuti Youtube;
  • formulare in modo corretto le frasi e posizionarle all’interno del contenuto per comparire tra le risposte istantanee;
  • far parte dei suggeriti dopo aver avviato una ricerca su Google;
  • avere più links e più recensioni;
  • migliorare la reputazione del brand;
  • comparire in Google News, avere più links e titoli con le giuste parole chiave;
  • inserire immagini rilevanti e embed direttamente da Google Images;
  • inserimento di keywords nel titolo dell’articolo;
  • redigere e pubblicare un ebook;
  • usare le parole chiave nei tweet;
  • redigere articoli lunghi che ricevono maggiore attenzione da parte dell’audience e links.

Come posizionare il sito su Google con una strategia SEO nel 2019?

Facciamo un piccolo passo indietro.

Già dal 2017 si è verificato un passaggio da “scrivo su Google quello che cerco” a “Google mi fa trovare ciò che cerco prima ancora che glielo chieda”. 

Fino a qualche tempo fa le parole che si utilizzavano per fare ricerche determinavano i risultati delle risposte, ora Google è andato oltre.

Fornisce suggerimenti in base alle ricerche fatte in precedenza.

Google diventerà una “piattaforma di suggerimenti” e, secondo Fishkin, agli esperti SEO rimangono solo due scelte:

Possiamo cercare di catturare l’attenzione delle persone prima che inizino a cercare le risposte ai loro problemi oppure lottare per catturare l’attenzione di qualcuno che si è già recato altrove e questo è estremamente difficile.

Rand Fishkin

Da questa necessaria puntualizzazione del CEO di Moz, si può rispondere al quesito che costituisce il titoletto di questo paragrafo stilando una serie di Tips utili che consentono di ottimizzare il posizionamento di un sito su Google utilizzando i criteri della SEO 2019.

Soddisfare le ricerche

Dare le risposte che gli utenti stanno cercando su Internet è fondamentale.

Se gli utenti avviano una ricerca e cliccano sul primo risultato, ma poi cliccano sul pulsante “indietro” e scelgono un risultato diverso, con il trascorrere del tempo Google imparerà di aver sbagliato.

Al contrario, se tanti user invece cliccano sul nuovo risultato e non tornano più indietro optando per un risultato diverso, Google “comprende” di aver fatto un buon lavoro e quella pagina soddisferà la ricerca dei visitatori e meriterà di primeggiare tra i primi risultati.

L’importanza della User Experience nella SEO per il 2019

seo 2019 - user experience

Questo Trend acquista sempre maggior valore nella SEO 2019.

Devi creare un sito web in grado di soddisfare due esigenze:

  • portare gli utenti a trovare immediatamente sulla pagina del tuo sito ciò che stavano cercando sul motore di ricerca;
  • implementare un design che consenta all’utente di navigare agilmente nei punti chiave del tuo portale aziendale.

Google e gli altri motori di ricerca si avvalgono di algoritmi sempre più aggiornati che valutano determinati dati per stabilire il grado di soddisfazione di un utente che naviga in un portale (CTR sulla lista dei risultati di ricerca, la frequenza di rimbalzo, la media di pagine viste, tempo di navigazione e qualche altra).

Attraverso questi, stabiliscono quale sito sia più meritevole di finire nelle prime pagine del motore di ricerca piuttosto che un altro.

Creare un sito autorevole

Parlando di User Experience abbiamo accennato qualcosa riguardo all’autorevolezza di un sito.

Basta scrivere un termine di ricerca per notare che su Google compaiono sempre i siti più autorevoli (es. Wikipedia, Corriere, Repubblica, ecc…) e, per ottenere qualche buona chiave, occorrerà migliorare sotto questo aspetto indispensabile nella SEO 2019.

Come dar vita a un sito autorevole?

Un buon inizio potrebbe essere dettato dall’inclusione di contenuti di ottima qualità che siano apprezzati dagli utenti, ottenere ottimi dati per l’algoritmo e, quindi, diventare un sito più autorevole agli occhi di Google.

Occhio ai contenuti

Un altro elemento da tenere in considerazione quando si fa la SEO nel 2019 è costituito dagli argomenti trattati.

Se anni fa per Google erano molto importanti soprattutto le parole chiave o i link che puntavano al nostro sito, i nuovi algoritmi sono diventati più intelligenti, acquisendo la capacità di riconoscere la tipologia di contenuto trattato da una determinata pagina.

Concentrati su tematiche specifiche e tratta gli argomenti che conosci di più.

Così potrai creare contenuti belli da leggere e informativi per gli utenti che ti trovano sui motori di ricerca. Contestualmente, potrai soddisfare i requisiti per fare correttamente la SEO nel 2019.

L’obiettivo dovrebbe essere quello di trattare l’argomento con una certa esaustività, in modo da dare all’utente tutte le informazioni che stava ricercando sui motori di ricerca.

Un aiuto potrebbe arrivare dalle ricerche correlate della parola chiave che hai scelto per il tuo articolo.

Avere tanti post lunghi e informativi in formato guida, potrebbe aiutarti a ottenere autorevolezza.

Un articolo lungo può contenere più metadati, più immagini, più informazioni e ha più potenzialità per quanto riguarda l’aumento del tempo di permanenza sulla pagina.

Ovviamente, oltre alla lunghezza dei contenuti, dovrai anche curarne in modo particolare la forma, cercando di essere chiaro, conciso e di raggiungere l’obiettivo: quello di spiegare a un pubblico eterogeneo la parola chiave ricercata sul motore di ricerca.

Il ruolo delle Keywords nella SEO per il 2019

seo 2019 - keyword

La SEO 2019 non può ignorare assolutamente il tradizionale ruolo delle keywords.

Scegliere le giuste keywords è quasi un’arte. Evita, quindi, di inserire parole “a casaccio”.

Occorre impostare una strategia che sia intelligente: prediligi l’utilizzo e l’inserimento delle keywords nei titoli, nei sottotitoli, nelle meta description e nei tag.

Qual è il ruolo delle keywords nella SEO per il 2019?

Aiuteranno Google e le persone a trovare il sito che stanno cercando.

Perché un sito deve essere veloce

seo 2019 - velocità di caricamento

Gli utenti e i motori di ricerca chiedono velocità.

Se un utente deve trascorrere troppo tempo ad aspettare il caricamento di una pagina, perderà interesse e andrà a cercare le informazioni su un altro sito web.

Anche Google apprezza i siti veloci, per questo diventa un fattore rilevante nella SEO 2019.

Le pagine lente vengono infatti penalizzate e scendono di posizioni nella SERP (la lista dei risultati che appaiono su Google).

L’utilizzo del protocollo

seo 2019 - protocollo

Dal 2018 Google ha iniziato a dare una notevole importanza al passaggio dal protocollo HTTP al protocollo HTTPS, maggiormente sicuro per la navigazione degli utenti e per la gestione dei loro dati sensibili.

Continua ad acquisire sempre più valore per l’anno in corso e si posiziona come fattore decisamente molto importante da tenere in considerazione per la SEO del 2019.

L’importanza dei Domini

L’importanza della scelta di un dominio chiaro e comprensibile si spiega da sola.

Per renderti l’idea di ciò che intendiamo, rimandiamo nuovamente alle parole di Fishkin che sostiene e suggerisce:

l’errore più comune che vede fare alle startup è utilizzare domini di questo genere lamiastartup.com e blog.lamiastartup.com e ogni volta che qualcuno cerca di riparare all’errore spostando un contenuto da blog.lamiastartup.com a lamiastartup.com/blog, le loro posizioni scendono e il traffico scende

Rand Fishkin

L’importanza dell’URL

seo 2019 - url

Anche l’URL ha una sua fondamentale importanza nel miglioramento del posizionamento su Google di un sito web.

In particolare, prediligi URL brevi. Queste contribuiscono correttamente all’indicizzazione dei tuoi contenuti.

Sembra, infatti, che oltre la quinta parola, Google inizi a ignorare il contenuto di un URL.

Allo stesso modo, cerca sempre di inserire le parole chiave determinanti nel collegamento.

L’URL forma lo snippet visualizzato sulla SERP. Ecco perché non va ignorato anche se, per alcuni, non si tratta di un fattore rilevante per il miglioramento del ranking del sito.

Noi ti suggeriamo comunque di tenerlo in considerazione in un’ottica di SEO per il 2019.

I fattori SEO del 2019 legati alle immagini

Le immagini ti aiuteranno ad avere molte più visite.

Sembra, infatti, che Google tenda a premiare quei siti che abbiano almeno un’immagine per ogni post inserito.

Anche a livello di lettura, rendono il post più interessante e consentono di spezzare l’enorme blocco di testo.

Ora è importante ottimizzarle per “Google Immagini” e dovrai procedere in questo modo:

  • Titolo: con trattini medi o bassi che spezzano le parole va inserito in formato testuale ciò che appare nell’immagine. Deve essere univoco in tutto il sito per non creare duplicati di contenuto;
  • Testo Alternativo: è la parte di codice che vedono i Google Bots, quindi occorre modificarlo inserendo quello che appare nell’immagine con delle parole che potrebbero portare al posizionamento della stessa oppure inserire la parola chiave del vostro articolo se il contenuto dell’immagine non è rilevante.

Evita problemi tecnici

Che tu sia un amante dei Trends SEO 2019 o meno, devi assolutamente evitare i problemi tecnici.

Se vuoi assicurarti un buon posizionamento su Google, devi assicurarti che il tuo sito non accusi questa tipologia di problemi.

Personalizza il tuo sito

seo 2019 - personalizzazione

Oggi la concorrenza su internet è spietata, ma tu hai un modo per primeggiare!

Devi catturare l’attenzione degli utenti prima che i tuoi competitors te li sottraggano. E per farlo puoi ricorrere alla personalizzazione del tuo sito.

Crea contenuti “customizzati” che gli utenti riescano ad associare immediatamente al tuo brand o alla tua attività.

4 strategie segrete per sfruttare le tecnologie di nuova generazione per fare la SEO nel 2019

Continueremo a sentir parlare di qualità dei contenuti, keywords ben distribuite e backlink strategici.

Ma non sarà solo questo!

Andranno ad affiancarsi altri strumenti e tecniche SEO nel corso del 2019.

Il prossimo futuro segnerà senza dubbio un punto di svolta del settore, con particolare attenzione all’ottimizzazione dell’interfaccia per i dispositivi mobili.

È quindi indispensabile concentrarsi sulle tecnologie di nuova generazione.

Ecco 4 strategie che possono garantire ad aziende, e-commerce e altri siti un ottimo posizionamento sui motori di ricerca.

Fare la SEO con la lead generation

Condurre un gran numero di visitatori e curiosi sulla propria pagina web non è che l’inizio del cammino per chiunque utilizzi internet e altri strumenti SEO nel 2019.

Chi si connette a un sito cerca innanzitutto una qualità di navigazione di alto livello.

Questo si riassume in tutto ciò che riguarda l’esperienza utente, dal design alla fruibilità anche sui dispositivi mobili e porta alla potenziale conversione dell’internauta.

Cosa significa?

Vuol dire che tramite omaggi/servizi forniti dal sito, dalla newsletter all’e-book, passando per corsi o guide, il visitatore lascia al sito qualche informazione personale.

Questi dati, assieme alle statistiche di navigazione, ai prodotti o servizi visualizzati e al tempo dedicato a ognuno, possono portare alla creazione di profili utente.

Concentrarsi su tali obbiettivi consentirà in futuro ai singoli siti di prevalere sugli altri e di crearsi la propria esclusiva nicchia di affezionati clienti.

Le operazioni di ricerca per il 2019 si basano sulla tecnologia vocale

seo 2019 - assistente vocale

Un’altra tendenza SEO per il 2019 è quella della ricerca vocale.

Da Siri all’assistente Google, parliamo di tecnologie all’avanguardia capaci di interagire attivamente e rapidamente con l’utente.

Già in tanti preferiscono questo tipo di approccio al classico, che diventerà un vero e proprio trend nel 2019.

Le aziende che sapranno ottimizzare i propri contenuti secondo tutti i parametri della ricerca vocale saranno quelle che conquisteranno una più ampia fetta di pubblico.

Come saranno le ricerche?

Non più incentrate su semplici parole chiave, ma risponderanno a vere e proprie domande, poste da un essere umano alla macchina.

Parole long-tail e strumenti capaci di decodificare la lingua parlata saranno al centro di un’interazione di tipo colloquiale tra un dispositivo e le persone reali.

Si stima che già nel 2020, infatti, fare le ricerche tramite tali strumenti sarà essenzialmente la regola, è bene perciò portarsi avanti con il lavoro.

Creazione di siti mobile all’altezza delle reali aspettative

seo 2019 - mobile

La vita corre sempre più veloce ed è sempre più ampia la fetta di utenti che utilizzano esclusivamente gli smartphone per navigare su internet.

E’ diventato perciò indispensabile per tutte le attività commerciali e di servizi avere un sito mobile all’avanguardia, capace di tenere legati allo schermo i visitatori.

Più del 50% delle ricerche ormai viene fatta tramite dispositivo mobile, ad esempio mentre si è in auto e ci si muove verso un ristorante.

Rivolgersi a professionisti SEO nel 2019 per portare il proprio sito mobile alla pari di quello desktop è un passo importante verso il successo.

Contenuti ottimizzati, esperienza utente di alto livello, rapidità e aspetto accattivante sono tutti ingredienti che possono stregare l’utente e convincerlo a tornare nell’immediato futuro.

Lo saprà bene chi già si è mosso per ottenere una versione mobile della propria pagina e che già raccoglie i frutti di questo investimento.

A breve potrebbe nascere inoltre un indice mobile-first, ossia in parole povere i motori di ricerca inizieranno a indicizzare ogni dato direttamente dai siti mobili.

I test dal vivo inerenti a questa procedura, per ciò che riguarda Google, sono partiti nel 2016 e a breve se ne saprà di più.

Il consiglio, per chiunque voglia anticipare i tempi, è quello di contattare esperti del settore che possano garantire un’ottimizzazione a 360° del proprio sito mobile.

Con l’arrivo dell’indice mobile-first sarà quindi indispensabile farsi trovare pronti per battere la concorrenza direttamente sulla griglia di partenza e bruciare tutti in velocità.

Ideare uno snippet che si posizioni in alto e catturi l’attenzione degli utenti

L’obbiettivo per chiunque scriva contenuti sul web è quello di riuscire a posizionarsi in alto nelle prime pagine ottenute dal lavoro dei motori di ricerca.

È anche il tuo, vero?

Ma una volta fatto questo, non è finita qui!

Infatti, il classico snippet deve essere esaustivo, in grado di colpire il cliente e soprattutto di facile lettura.

Niente costi pubblicitari o fastidiosi compromessi, una persona esperta in questo campo può regalarti quella mitica prima posizione che tutti in rete bramano.

Saper sfruttare al meglio le potenzialità di queste poche righe di testo è un vero lasciapassare per il paradiso degli aventi successo sul web.

La strategia migliore per creare uno snippet di impatto è quella di rispondere in modo diretto all’ipotetica domanda che l’internauta pone al motore di ricerca.

Questo può infatti attirare l’attenzione dell’utente che vede in pochi istanti la soluzione al suo quesito proprio davanti ai suoi occhi.

Conclusioni

Per concludere, possiamo dire che tutte le strategie appena trattate non sono che punti di partenza per chi decida di affacciarsi al mondo SEO 2019.

L’apparente semplicità delle precedenti spiegazioni è in contrasto con la realtà dei fatti e con le competenze necessarie a gestire ognuno di questi strumenti.

Sviluppare contenuti ad hoc, ottimizzare la grafica e l’esperienza utente sono tutte operazioni che devono essere affidate a esperti del settore.

Queste figure professionali si riferiscono a persone capaci, preparate e in grado di dare garanzie sulla buona riuscita del lavoro, evitando investimenti onerosi e inutili al cliente.

Se desideri una consulenza sulla SEO 2019 o vuoi richiedere un preventivo, Nextre Engineering può aiutarti.

Compila il form presente sulla pagina per essere contattato il prima possibile dal nostro team di esperti.