La Soddisfazione è la chiave per fare carriera

Che cosa ci rende contenti e soddisfatti del nostro posto di lavoro? La risposta più ovvia è lo stipendio, probabilmente. Ma in realtà, è anche molto riduttiva se vogliamo veramente analizzare la chiave per fare carriera. La busta paga è solo uno dei criteri da cui misurare la felicità dei dipendenti e la loro inclinazione a restare in un’azienda o a cambiarla andando in cerca di lidi migliori.

Ognuno è felice a modo suo: benefit, location, possibilità di avanzamento, prestigio della società… I criteri sono innumerevoli, ma il comune denominatore è che la soddisfazione del dipendente lo porta a lavorare meglio dal punto di vista qualitativo e quantitativo.

chiave per fare carriera

La soddisfazione è quindi, la chiave per fare carriera e non dipende soltanto dalle cifre dello stipendio o dal numero di chilometri che separano casa e ufficio. Al momento di scegliere l’azienda dove lavorare, può aiutarci tenere a mente alcuni accorgimenti fondamentali per restare soddisfatti:

  1. Essere sempre disposti a imparare, ad acquisire nuove skills nel nostro settore, ma anche a spaziare in campi che all’apparenza hanno poco o nulla a che vedere con il nostro mondo professionale. Oltre a una salutare decompressione per “staccare” la mente dal lavoro, avere interessi variegati e un ampio ventaglio di conoscenze ci potrà tornare utile.
  2. Essere in sintonia con la cultura della nostra azienda. Non andremo né vorremo andare lontano se non condividiamo i valori, la mission globale e gli obiettivi specifici della compagnia. Fondamentale è anche fare attenzione alla vita aziendale: un turn over troppo elevato o troppo lento, la mancanza di pratiche meritocratiche e una leadership indisponente ( per questo ti segnaliamo il nostro post su 9 Regole per essere un buon Capo)  sono tutti campanelli di allarme, anche in aziende considerate prestigiose.
  3. Aver cura della nostra reputazione. Il prestigio non è una preoccupazione ristretta alle aziende e ai manager di alto livello; si comincia dal piccolo, dalle buone referenze e dalle solide competenze con cui ci dobbiamo presentare al nostro ingresso sul posto di lavoro. Su questa base tocca a noi non smettere mai di costruire, dimostrando sul campo la nostra abilità, aiutando a risolvere i problemi e conquistando la fiducia e la stima di colleghi e capi. Se ci troviamo in un ambiente virtuoso, il nostro impegno e le nostre competenze saranno premiate; sennò, possiamo cominciare a guardare altrove, contando sul nostro bagaglio comprovato di esperienze e capacità.