Lead generation: Cos’è e dove va fatta

Per Lead Generation s’intende un processo composto da operazioni di marketing utili per crearsi una nuova rete di clienti, in modo da poter fare una nuova lista contatti che sono interessati ai prodotti e servizi offerti.

L’obiettivo principale della lead generation è proprio quello di realizzare investimenti pubblicitari nel breve periodo, permettendo a lungo termine di raggiungere risultati notevoli. In breve, con la lead generation si va ad intendere l’insieme di operazioni che agevolano l’azienda o l’utente singolo nell’operazione di trovare nuovi clienti.

I futuri clienti forniranno quindi dati utili per aumentare e concretizzare la vendita di prodotti tramite un marketing sostanzialmente diretto.

Considerata una fra le migliori strategie del momento in Italia e non, la lead generation utilizza tecniche specifiche quali l’email marketing, il telemarketing ed i social network. I contatti vengono presi da un bacino d’utenza basato su specifici target. Tali target avranno una notevole propensione all’acquisto.

I target possono poi diventare lead, ovvero persone o aziende che lasciano il proprio indirizzo mail o i propri contatti per ricevere offerte. Da non confondere i lead con gli utenti che rilasciano like sulle pagine social o condividono determinati post. Questo tipo di utenti sono utili per ampliare il proprio “pubblico” ma tuttavia non possono essere considerati lead.

Il cosiddetto Lead viene generato con la compilazione di un form contatti. Così facendo, è come se si comunicasse direttamente all’azienda in questione che si desidera essere contattati per ricevere le offerte. Di conseguenza, per identificare i lead generato, le aziende monitorano e controllano i dati emessi dagli utenti in questione.

Questo permette alle aziende di individuare la percentuale di utenti che andranno ad acquistare i prodotti offerti. Per fare in modo che la lead generation diventi effettiva, ci sono metodi ben precisi.

Ad esempio, per trovare target specifici, si può utilizzare motori di ricerca, social network, forum online e blog. Tramite tali pagine si può creare a sua volta una landing page che riconduce ad esse.

Lead generation cos'è

Lead generation: motori di ricerca

Per sviluppare la lead generation tramite i motori di ricerca, è opportuno sapere che tali motori sopravvivono grazie alla pubblicità pagata dagli inserzionisti. Stessa cosa accade per i social network, ma tuttavia i social utilizzano campagne per raccogliere contatti utili.

Queste campagne permettono di filtrare il target e guadagnare un pubblico specifico in base alle proprie ricerche. Questo si può fare impostando alcuni parametri specifici (età, sesso, interessi, nazionalità, etc.) ed selezionare alcune keyword che possono esser d’aiuto.

Tornando ai motori di ricerca, il più utilizzato è Google Adwords. Con questo motore di ricerca si riesce ad individuare un notevole profilo di utenti. Il tutto avviene tramite la selezione di semplici keyword e altri dati generali da inserire.

Con Google Adwords, si può fare lead generation grazie ad una landing page, un autoresponder (ovvero un generatore di risposte automatiche) ed un annuncio efficace.

Tuttavia, organizzare una lead generation ad hoc è ben più complicato, in quanto ci sono numerosi criteri SEO da rispettare e tante altre tecniche di compywriting da adottare.

Lead generation cos'è

La Lead Generation nei social

Come accennato in precedenza, i social sono un’altra ottima fonte con cui poter costruire una lead generation. Facebook, ad esempio, è molto utile per questo, soprattutto per il filtraggio di utenti che abbiamo specificato prima.

In questo modo si raggiungono i contatti che ci interessano per costruire la nostra lead generation semplicemente inserendo alcune specifiche e keyword adatte. Anche quando si fa pubblicità su Facebook, chi va ad occuparsi della lead generation, utilizza inserzioni mirate che fanno generare contatti.

Fondamentalmente, la differenza fra costruirsi una lead generation sui motori di ricerca e farla sui social è nel tipo di target che si desidera. Nei social si potrà riuscire a rintracciare una fascia di pubblico determinata in base agli interessi o dati personali.

Per quanto riguarda i motori di ricerca, la lead generation avviene in maniera quasi più “meccanica”, in quanto sono le keyword che risultano fondamentali.

Detto questo, sia i social che i motori di ricerca sono utilissimi per fare lead generation. Vediamo ora come si può fare lead generation quando si parla di blog.

Lead generation: sfruttarla con i blog

I blog sono utili per la lead generation in quanto, anche con esso, si possono adottare strategie di marketing per attirare contatti.

Per questo motivo, alcune regole sono necessarie per fare in modo che anche con i blog si possa fare una lead generation. Innanzitutto, bisogna conoscere nello specifico il proprio target di pubblico.

Una volta stabilito chi seguirà il blog, è fondamentale capire come usare i tool di essi (gratuiti e a pagamento) per trovare le keyword utili ad attrarre potenziali utenti. Una volta fatta la ricerca delle keyword, si può procedere a strutturare gli articoli in maniera scorrevole ma anche con tecniche di copywriting che possano attrarre il target che si desidera.


Scrivici per informazioni





INDIRIZZO

Via Imperia, 2 – 20142 Milano (MI)

E-MAIL

contattaci@nextre.it

TELEFONO

+39 02 49518390

Dal blog di Nextre
Altri articoli simili
Quanto costa un lead?
Se sei un'azienda e stai cercando di attrarre al tuo progetto clienti online per poi convertirli - un processo meglio definito come lead...
aggiornato il
Email Marketing: 5 motivi per cui farlo ancora
La DEM - o direct email marketing - è una validissima strategia di marketing attraverso la quale si possono inviare messaggi pubblicitari di tipo...
aggiornato il
vai al blog