Mercato APAC 2018: l’esperienza di Hitachi Vantara nell’adozione Piattaforme IoT

L’adozione delle piattaforme Internet of Things (comunemente denominate IoT) domineranno le strategie ICT per l’anno 2018: secondo Hitachi Vantara, ecco quali saranno le principali tendenze che domineranno il mercato APAC ovvero il florido mercato dell’area Asia Pacific.

4 tendenze chiave per dominare il mercato tecnologico Asia Pacifico nel 2018: una “ricetta” approntata e preparata ad hoc da Hubert Yoshida, Chief technology officer e Russell Skingsley, Chief technology officer Asia Pacific.

A supportare e a validare i risultati prospettici di questa previsione vi è il report “The Future of Retail in Asia Pacific Area” di Cbre, società statunitense leader nella consulenza immobiliare, che evidenzia le nuove tendenze da cogliere “al volo” per l’anno 2018.

 

Piattaforme IoT per supportare la Digital Transformation

Le soluzioni IoT forniscono sempre di più informazioni preziose per supportare la trasformazione digitale e stanno sempre più rapidamente diventando un imperativo strategico in quasi tutti i settori industriali e di mercato.

La funzione ICT deve lavorare a stretto contatto con gli executive dell’azienda per concentrarsi sulle principali esigenze aziendali specifiche e per definire la finalità ambiziosa del progetto IoT.

La creazione di soluzioni IoT può essere difficilmente implementabile senza la giusta architettura sottostante e una profonda comprensione del business in cui si opera. Occorre saper digitalizzare e integrare correttamente i processi operativi con quelli strategici“, commenta Yoshida, CTO Hitachi Vantara.

  1. L’archiviazione Smart Objects

Le imprese di ogni comparto hanno iniziato il proprio naturale e fisiologico processo di trasformazione digitale e, per il corrente anno 2018, una quantità sempre maggiore di Smart Objects saranno in grado di dialogare tra loro scambiandosi dati raccolti da sensori, accelerometri, GPS per fornire servizi e informazioni di prezioso valore aggiunto.

Uno storage di objects ha la capacità di archiviare enormi quantità di dati non strutturati e fornire funzionalità di gestione e di ricerca dei metadati; in buona sostanza, deve essere “smart” ovvero intelligente.

Grazie all’implementazione di software dedicati ed innovativi si è in grado di interpretare ed avere informazioni organizzate in più silos di dati strutturati e non strutturati.

Hitachi Content Intelligence è in grado di estrarre i dati dai silos e trasferirli in flussi di lavoro per elaborarli in vari modi. Gli utenti di Content Intelligence sono autorizzati ed impegnati nella costante visualizzazione di dati sensibili: in tale modo l’aggregazione dei dati multi-strutturati avviene attraverso silos di dati eterogenei e vengono archiviati e categorizzati automaticamente in un’organizzazione ad hoc“, afferma Skingsley, Chief technology officer Asia Pacific.

Piattaforme IoT

Le aziende devono creare una piattaforma IoT che offra un’architettura aperta e flessibile che semplifichi l’integrazione con tecnologie complementari“, aggiunge Skingsley. Tale tipologia di flusso comunicazionale tra oggetti viene generalmente indicato con la sigla M2M acronimo di Machine to Machine, che permette a dispositivi di dialogare costantemente e di entrare in simbiosi.

  1. Intelligenza Artificiale e Analytics

Il 2018 sarà l’anno della crescita di Analytics e dell’Intelligenza artificiale (AI) su tutto il portafoglio di prodotti e servizi offerti: secondo una ricerca condotta da IDC, la crescita dei ricavi raddoppierà per tutte le imprese che investiranno sempre di più nell’intelligenza artificiale.

Dal cognitive search per migliorare la gestione delle informazioni aziendali all’Intelligenza Artificiale come strumento di marketing, fino ad arrivare ai chatbot: ecco la vera rivoluzione a 360 gradi che cambierà il mondo aziendale.

Ogni 18 mesi raddoppia la potenza di calcolo dei microprocessori e spesso non riusciamo a prevedere questa trasformazione esponenziale. Il tema oggi è quindi la velocità e come interpretare il cambiamento secondo un’ottica di business”, afferma Davide Casaleggio, CEO di Casaleggio Associati.

Attraverso strumenti come Pentaho Data Integration, il principale obiettivo futuro diviene quello di “democratizzare” l’ingegneria dei dati e il processo di data science mediante integrazione tra l’apprendimento automatico o Machine Learning e l’AI” afferma Skingsley.

Lumada, la piattaforma IoT di Hitachi, consente l’apprendimento automatico delle macchine IoT scalabile con input e output flessibili, standardizza le connessioni che possono gestire automaticamente le risorse ed è compatibile con Python, R e Java per l’apprendimento automatico.

  1. Cloud Video Intelligence

L’analisi dei contenuti video espleterà un ruolo crescente per il 2018 dato che consentirà di pervenire ad una maggiore conoscenza, produttività ed efficienza in una serie di domini. Algoritmi che rilevano e determinano automaticamente eventi temporali, spaziali e relazionali combinati con altre informazioni IoT, come GPS di telefoni cellulari e feed di social media, saranno sempre più applicabili ad una vasta gamma di imprese operanti nel commercio al dettaglio, nell’assistenza sanitaria e medica, nell’industria automobilistica, nel settore della Pubblica Amministrazione come la Scuola nell’intrattenimento.

Gli esercenti commerciali utilizzano il video per analizzare i modelli di comportamento e di navigazione del cliente che si sofferma su certe categorie di prodotto. Ciò aiuta ogni imprenditore commerciale a definire la migliore strategia per posizionare i propri prodotti e per massimizzare le vendite”, commenta Yoshida.

L’analisi dei dati video richiede l’adozione di tecnologie di miglioramento video come il de-noising, la stabilizzazione dell’immagine, il mascheramento e la super-risoluzione. L’analisi dei video consentirà ad ogni unità di business di accrescere il ROI“, sottolinea Yoshida.

  1. Estensione di metodologie flessibili a livello corporate

La trasformazione digitale per l’anno 2018 si baserà sempre di più sull’efficienza e sulla costruzione di Network per generare risultati aziendali più rapidi e più appropriati al business imprenditoriali. Questo è il vero motivo alla base del quale sempre più organizzazioni di ICT stanno adottando metodologie agili e più flessibili.

Oggi grazie alla revisione dell’organizzazione aziendale e alla creazione di team interfunzionali, l’IT può concentrarsi sui risultati di business rilevanti e distribuirli in modo più efficiente“, afferma Skingsley.

Sotto la guida del Chief Information Officer, Renee McKaskle, Hitachi Vantara implementerà sempre di più metodologie agili per guidare la trasformazione digitale all’interno della struttura aziendale.

I piccoli team interfunzionali dovranno avere una chiara direzione strategica, sapere comunicare efficacemente e concentrarsi sulla risoluzione dei problemi oltre che saper raggiungere gli obiettivi aziendali comuni” sottolinea Yoshida.

Nell’anno 2018 un maggior numero di imprese passerà all’implementazione di tecnologie agili e flessibili volte a migliorare l’efficienza e l’efficacia di tutti i processi aziendali, abbattendo definitivamente costi e perdite temporali.