Come scrivere un post utile per Pinterest: 5 strategie

Blog post virali su Pinterest: le linee guida

Rendere virale un post sul blog per Pinterest

Vuoi imparare a scrivere un post per Pinterest? al pari degli altri social media, Pinterest può rivelarsi un valido alleato per aumentare le visite al proprio spazio personale online. Tenendo conto di una serie di accorgimenti infatti è possibile trasformare le visite al proprio blog da una scarsa decina a centinaia di migliaia di repins.

Gli step da seguire per rendere virale un post sul blog per Pinterest sono sostanzialmente cinque e riguardano in prevalenza la grafica del post, il contenuto del post, la semplicità e l’immediatezza di comprensione del post, la chiarezza del post ed infine la comprensione del bisogno che spinge gli utenti a ricercare e leggere quel determinato post rispetto ad altri.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio il significato di ciascuno step e come è possibile metterlo in pratica. Il primo punto toccato è relativo alla grafica: scegliere una grafica che attiri immediatamente l’attenzione dell’utente è uno dei segreti per una campagna virale su questo social media.

Il trucco sta nel prediligere immagini o fotografie semplici alle quali aggiungere un testo chiaro e che riassuma in poche, ma significative, parole il contenuto dell’intero post. Se da un lato alcuni blogger preferiscono utilizzare delle immagini di sfondo, altri, al fine di attirare l’attenzione, scelgono semplicemente un testo molto colorato.

Non è possibile stabilire quale tra i due sia il metodo migliore, perché tutto dipende dalla sensibilità e dai gusti dell’utente. Un consiglio che possiamo dare è quello di scegliere il metodo più consono alle proprie capacità: chi se la cava con la fotografia o sa usare bene i software grafici potrà puntare tutto sulla grafica, mentre chi è più abile a parole potrà catturare l’attenzione con un testo ben scritto.

Scrivere un post per Pinterest: Modalità dei contenuti

scrivere un post per PinterestIl secondo e il terzo step per rendere virale un post sul blog per Pinterest hanno a che vedere con i contenuti che si decide di pubblicare. Una caratteristica comune a tutti i post virali che girano su Pinterest è la presenza di contenuti dettagliati e approfonditi. Questo vuol dire che prima della pubblicazione del post è necessario fare molta ricerca ed investire gran parte del proprio tempo per selezionare argomenti di interesse in grado di incuriosire gli utenti.

Non bisogna farsi spaventare dalla lunghezza del post: più i contenuti sono lunghi e ricchi di informazioni, maggiore è la probabilità di catalizzare l’attenzione di chi legge. Ma, soprattutto per quanto concerne i post di una discreta lunghezza, è importante semplificare al massimo le informazioni. Il web è ricco di argomenti a cui gli utenti sono interessati, ma spesso questi stessi argomenti sono esposti in modo eccessivamente tecnico, utilizzando un lessico comprensibile solo a chi fa parte o conosce il settore.

Un esempio in questo senso è dato da un argomento come la SEO, o Search Engine Optimization, del quale viene frequentemente data una definizione senza invece soffermarsi sulle modalità attraverso le quali può essere messa in atto.

Nell’affrontare qualunque argomento sul proprio blog è dunque fondamentale procedere per gradi: raccogliere il maggior numero di informazioni possibili, fare una scrematura dei passaggi più importanti, esporre in modo completo i punti cardine dell’argomento e utilizzare termini semplici e frasi brevi e concise per agevolare la comprensione delle informazioni da parte dell’utente.

 Individuare le esigenze degli utenti e consentire loro di risparmiare tempo

Come tutti ben sappiamo il tempo è denaro. Difficilmente si troveranno sul web utenti disposti a leggere infinite introduzioni all’argomento che realmente li interessa. Una delle prime cose da fare è quindi scrivere un’introduzione all’argomento che non sia più del 10%-15% del totale del testo.

Il testo stesso, per quanto lungo e dettagliato, dovrebbe fornire all’utente tutto ciò di cui necessita, senza dare eccessivo spazio a temi che sono solo flebilmente collegati al cuore del discorso. Una soluzione per ottenere questo tipo di risultato è l’utilizzo di una formattazione chiara e di strumenti come gli elenchi puntati, che consentono all’utente di scrollare il testo soffermandosi solo su ciò che lo interessa realmente.

Un discorso collegato al risparmio di tempo da parte degli utenti è quello dell’individuazione delle loro esigenze, di cosa li spinge a ricercare un determinato argomento online e non nel contesto quotidiano e reale offline. Osservare il proprio pubblico, i cosiddetti followers, è la chiave del successo. Se, per esempio, la maggior parte dei propri “seguaci” è interessata a far fruttare la propria attività online, post che forniranno loro preziosi consigli su come aumentare il traffico di visite al sito web di proprietà avranno maggior probabilità di diventare virali.

scrivere un post per PinterestLo stesso varrà per i post relativi alle strategie SEO o al social media marketing. Anche esaminare con attenzione i blog che hanno già raggiunto il successo può essere d’aiuto nell’impostazione dei propri contenuti. I post sul blog per Pinterest divenuti virali devono essere una fonte di ispirazione, ma non necessariamente un modello da seguire: copiare i post di altri non aumenterà in alcun modo l’interesse di chi legge.

Per coinvolgere gli utenti è importante puntare alla qualità più che alla quantità: i repin non sono sempre indice di contenuti qualitativamente superiori. Un ultimo punto su cui è necessario porre l’attenzione è l’utilizzo degli strumenti, forniti dallo stesso Pinterest, per raggiungere il maggior numero possibile di utenti. Uno di questi strumenti è la bacheca di gruppo, una bacheca che riunisce utenti con gli stessi interessi e che permette loro di inserire tutti i pin al suo interno.

Il punto di forza delle bacheche condivise di Pinterest è la base di followers, che è la stessa per tutti coloro che partecipano ad una stessa bacheca. Detto in poche parole, entrando a far parte di una bacheca di gruppo è possibile presentare i propri post ad un pubblico immenso che a sua volta potrà condividere i post di interesse.