Smart SEO: cos’è e come realizzarla

Secondo la statistica almeno l’80% delle persone ha rinunciato ai propri obiettivi entro il mese di febbraio.

Perché?

Perché puntualmente entriamo nel nuovo anno con le migliori intenzioni, ma quando non otteniamo risultati immediati ci convinciamo che sia giusto dimenticarsi di loro passando di conseguenza a qualcos’altro.

Questo modello è molto comune anche nel mondo degli affari.

Nel 2018 molte aziende hanno rinunciato agli obiettivi di partenza per raggiungerne altri che di solito ruotano intorno ai budget e alle spese.

I dirigenti, in particolare, specie in questo periodo dell’anno, sono alla ricerca di nuove attività da mettere in pratica per il destino della propria azienda. Sfortunatamente, però, la SEO (Search Engine Optimization) viene spesso trascurata (o comunque non sempre aggiornata!).

Questo è dovuto a un semplice fatto: fraintendere la natura e il funzionamento della smart SEO.

Probabilmente, le aziende che hanno trascurato questa particolare strategia di mercato non sono riuscite ad aumentare la quantità di traffico verso i propri siti web ottenendo risultati poco incoraggianti.

La SEO è un processo a lungo termine, se fatto correttamente ed eticamente. Ma l’idea di aspettare fino a un anno prima di vedere risultati favorevoli ed evidenti fa ritardare le aziende.

Molti imprenditori ritengono che la SEO sia una “soluzione rapida” per le loro performance aziendali. Tuttavia non sempre ci si affida alle soluzioni più rapide e aggiornate.

La SEO è un lavoro duro che deve essere monitorato e regolato a volte su base giornaliera

Parti con il piede giusto: realizza una SMART SEO

Se sei in attività da un po’ di tempo, probabilmente avrai sentito parlare di obiettivi S.M.A.R.T..

L’acronimo in questione deriva dalla seguente serie:

  • (S)peacific=Specifico;
  • (M)easurble=Misurabile;
  • (A)ttainable=Realizzabile;
  • (R)ecorded=Registrato (o realistico);
  • (T)imely=Tempestivo.

Partendo da questa formula vincente, infatti, inizierai con il piede giusto il nuovo anno e  raggiungerai i tuoi obiettivi SEO entro i termini del 2018. 

Per farlo, però, consulta un professionista per lo sviluppo della strategia SEO della tua azienda e trasforma i tuoi obiettivi in “S.M.A.R.T. obiettivi“.

Ecco di seguito una ripartizione molto interessante della formula S.M.A.R.T. Seo.

Obiettivi specifici

È difficile implementare e misurare il successo (o la sua mancanza) di una strategia SEO quando gli obiettivi sono vaghi e soggettivi.

Stilare una lista di parole chiave classificando come “prima” una parola chiave X può sembrare un’azione troppo specifica; ma in che modo la posizione n.1  potrebbe aiutare a far crescere la tua attività?

Molti siti web si classificano al primo posto nei risultati di ricerca di Google per una serie di parole chiave senza vedere alcun beneficio effettivo da ciò.

Il posizionamento di una determinata parola chiave è spesso un obiettivo troppo ampio per le piccole e medie imprese.

Ecco perché il modo migliore e più efficace per affrontare questo obiettivo così vago e scoraggiante, quindi, è quello di scomporlo in una serie di obiettivi più piccoli e specifici come:

  • ottenere più visitatori verso un sito Web X;
  • ottenere più lead;
  • fare molte vendite come risultato delle strategie di web marketing;

È importante, però, che i membri dell’azienda collaborino collettivamente per il raggiungimento di tali obiettivi.

“Consapevolezza”, dunque, sarà la parola chiave di questo primo obiettivo SMART.

Obiettivi misurabili

Gli obiettivi specifici, quindi, sono i meno misurabili in quanto grandi e vaghi. E un obiettivo che non ha modo di essere misurato è praticamente inutile.

Molte aziende spesso, quando si concentrano sull’obiettivo “traffico internet”, tendono a trascurare le analisi che hanno contribuito a ottenere quei risultati.

Ecco perché, per abbattere i soliti obiettivi “grandi e vaghi”, non ci resta che suddividerli in obiettivi più piccoli, specifici e naturalmente misurabili.

Fai un’analisi del traffico che ha ottenuto il tuo sito:

  • cosa ha attirato la gente?
  • cosa li ha spinti a fare un acquisto?
  • quale tempo ha avuto il maggior traffico?
  • quali sono stati i dati demografici dei clienti che hanno visitato il tuo sito?

Esaminare in dettaglio le specifiche dei dati di analisi può aiutarti a raggiungere obiettivi misurabili che puoi continuare a migliorare anno dopo anno.

Quando si tratta di SEO, quindi, ci sono molti fattori che puoi misurare.

Questa lista di Search Engine Land potrebbe essere un buon punto di partenza per la tua azienda:

  • Classifica per la conversione principale delle parole chiave organiche e locali:
  • Classifica per parole chiave organiche e locali di riferimento secondarie;
  • Flusso di citazione;
  • Flusso di fiducia;
  • Fiducia e equilibrio delle citazioni;
  • Metriche sulla costruzione di link;
  • Link totali creati;
  • Numero di link dai siti autorevoli;
  • Numero di link da siti pertinenti;
  • Metriche del mondo reale;
  • Aumento del traffico organico, del numero di pagine sul sito che generano traffico, del traffico di ricerca non di marca, della percentuale delle conversioni organiche;
  • Impressioni organiche.

Se i tuoi obiettivi SEO non possono essere misurati non rientreranno mai nella formula S.M.A.R.T..

Obiettivi realizzabili

Ricorda “l’alto obiettivo n.1” della lista che avevi stilato per le parole chiave o termini di ricerca: quello non sarà mai un obiettivo “realizzabile” nel senso di “ora che sei lì, hai finito”.

Ricorda che la concorrenza vuole lo stesso posto, e quindi “il raggiungimento” del posto numero 1 deve necessariamente coincidere con il “mantenere una buona posizione”.

Quindi, come farai a sapere se il tuo obiettivo SEO è effettivamente realizzabile?

Semplice: rispondendo alle seguenti domande.

  • Hai le risorse per raggiungere questi obiettivi?
  • In che modo tali obiettivi avranno un impatto sulla tua attività?
  • Fai già parte della stessa lega dei giocatori che attualmente dominano la pagina dei risultati dei motori di ricerca?
  • Sei pronto ad affrontare l’aumento del traffico?

Se la creazione di un “obiettivo irraggiungibile” iniziasse il processo di implementazione della strategia SEO su una nota scoraggiante, ansiosa e frustrante, certamente sarebbe più difficile vederne la sua concretizzazione.

I tuoi obiettivi dovrebbero metterti alla prova ma non “i bastoni tra le ruote”; dovrebbero essere di facile realizzazione.

Smar SEO: Obiettivi realistici (chiamati anche registrati)

Se i tuoi obiettivi SEO includono termini di ricerca specifici altamente competitivi, allora avrai una dura battaglia da combattere tutta in salita.

Operare su obiettivi realistici richiede agli imprenditori un’analisi e una valutazione delle risorse delle loro aziende.

Il fallimento, la frustrazione e lo spreco di tempo sono risultati comuni che derivano dalla disparità tra un obiettivo aziendale (che un’azienda deve raggiungere) e le risorse insufficienti.

Quando si tratta di SEO, la “R” in S.M.A.R.T. potrebbe anche assumere il significato di “rilevante”.

Così quando cerchi parole chiave, assicurati che siano tutte pertinenti ai prodotti che stai vendendo o ai servizi che offri.

Se invece stai cercando di raggiungere la prima pagina per una determinata parola chiave, assicurati che il contenuto che offri sia pertinente allo scopo della ricerca.

Capisci che i tuoi obiettivi SEO non sono rilevanti quando ti accorgi che il “picco” del traffico sul tuo sito web non corrisponde al numero effettivo di conversioni.

Un altro significato pertinente alla “R” dell’acronimo S.M.A.R.T. è anche quello di “registrato” (nel senso di obiettivo fisico, realistico, che ha la possibilità di essere registrato o studiato).

Smart SEO: Obiettivi puntuali

Il tempo necessario per impostare, monitorare, mantenere e vedere i risultati della SEO è più intenso e richiede più tempo per realizzarsi rispetto ad altre forme di marketing.

Nonostante l’attesa, l’algoritmo del ranking di ricerca di Google è in costante evoluzione, e non solo richiede un monitoraggio costante ma anche l’adeguamento delle proprie strategie SEO.

In realtà non esiste un periodo di tempo definito per il successo SEO: possono passare da molti mesi a qualche anno per vedere i primi risultati positivi.

Nonostante questo però, confermiamo ancora una volta quanto i grandi obiettivi (suddivisi in obiettivi più specifici, misurabili, realistici e puntuali), siano più facilmente raggiungibili seppure applicabili in un tempo più o meno lungo.

Stabilire delle tempistiche per ogni obiettivo SMART ti aiuterà a rimanere concentrato su di esso e ti darà più motivazione per raggiungerlo.

Gli obiettivi senza scadenze sono con più probabilità rimandati, ritardati e molto spesso abbandonati.

Riassumendo, ecco alcuni esempi di obiettivi SEO definiti S.M.A.R.T.:

  • Specifico: l’azienda desidera aumentare i lead dalla ricerca organica del 25%;
  • Misurabile: le classifiche, il traffico organico e i risultati dell’obiettivo sono facilmente misurabili;
  • Realizzabile: le classifiche migliorate sono un obiettivo raggiungibile;
  • Realistico: si tratta di un miglioramento ragionevole per cui la società è già in classifica;
  • Puntuale: 12 mesi danno alla società una scadenza.

Per concludere: gli S.M.A.R.T. obiettivi non ti garantiranno una strategia SEO con prestazioni più rapide per la tua azienda, ma ti aiuteranno sicuramente a formulare una strategia SEO vincente che alla fine spingerà il tuo business così come gli obiettivi di marketing dritti verso il successo.

Non sei ancora disposto a dedicarti a una campagna SEO completa? Forse una campagna AdWords è ciò che stai cercando.