Spring Data da non perdere

La missione degli Spring Data è quella di fornire un modello di programmazione coerente per l’accesso ai dati, pur mantenendo i propri tratti particolari.

Si tratta di progetti ad ombrello, che contengono molti sotto progetti che sono specifici per un determinato database. I progetti sono sviluppati collaborando con molte delle aziende e gli sviluppatori che stanno dietro a queste tecnologie.
In questo articolo, che fa fronte a questo, mettiamo a disposizione una raccolta di esempi di Spring data che ti aiuteranno a rilanciare i tuoi progetti. Coprono una vasta gamma di argomenti: dalla creazione di un progetto di base alla gestione dei vari moduli (ad esempio JPA, MongoDB, Redis, ecc). Seguendo questi tutorial semplici, i tuoi progetti diventeranno operativi in ​​poco tempo.

Spring Data tutorial per principianti

Puoi trovare come configurare degli Spring Framework per comunicare con i database utilizzando JPA e Hibernate.
Il vantaggio di utilizzarlo è quello di rimuovere un sacco di codice e fornire un’implementazione più pulita e leggibile dello strato DAO. Inoltre, contribuisce a rendere il codice indefinito e come tale il passaggio tra diversi fornitori dell’APP diventa solo una questione di configurazione.

Spring Data Gemfire 
Nell’esempio precedente, abbiamo dimostrato come ci si può collegare un database / SQL utilizzando gli Spring Data. In questo esempio puoi vedere come collegarlo a  Gemfire.
Gemfire è una piattaforma altamente scalabile e memorizza i dati in forma di valori-chiave. Gemfire lo fornisce proprio insieme agli strumenti per la gestione dei dati.

Spring Data Cassandra
Ora proponiamo l’esempio di come collegare gli Spring Data alle applicazioni per Apache Cassandra , una colonna portante per NoSQL Database .
Cassandra è in grado di gestire grandi quantità di dati senza la possibilità di commettere errori.

 

Nell’articolo che abbiamo prima citato, trovate altri 9 tutorial dedicati all’utilizzo degli Spring Data. Quale fa al caso vostro?