Tendenze e-commerce, ecco quali considerare nel 2018

Mentre l’industria dell’e-commerce segna un nuovo anno nel calendario, la ricerca delle tendenze e-commerce per il 2018 riceve una nuova spinta raggiungendo picchi mai visti prima d’ora.

Che tu sia una società leader nello sviluppo di siti di e-commerce, un aspirante imprenditore che cerca di capire come creare una boutique online, un consulente per il mercato online o semplicemente un cliente affamato di servizi, è importante fare il pieno di nuove conoscenze in ambito e-commerce per questo 2018.

E non c’è da stupirsi che tutti siano così ansiosi di scoprirle; dopotutto, le vendite e-commerce hanno raggiunto 1,86 miliardi di dollari in tutto il mondo nel 2016, e si prevede che nel 2021 cresceranno fino a 4,48 miliardi di dollari!

Naturalmente, tutti (dall’imprenditore alla società di medie dimensioni alle aziende di e-commerce affermate come Amazon) vogliono prepararsi a cambiare le tendenze.

Ed ecco quelle che noi consideriamo le più importanti per gli e-commerce del 2018:

  1. tendenze incentrate sul cliente;
  2. tendenze focalizzate sulla tecnologia;
  3. tendenze incentrate sull’engagement.

1.Tendenze incentrate sul cliente (i clienti si aspettano di più)

Per cominciare, il cliente si aspetterà un sito web pulito e privo di errori, un’esperienza di acquisto agevole e una chiara politica di restituzione/rimborso senza alcuna imprecisione.

Ricorda che il cliente sa che i big data “hanno fatto molta strada” in questi ultimi anni. Per questo motivo si aspetterà sempre che tu gli faccia risparmiare tempo conoscendo in anticipo i suoi interessi di acquisto suggerendogli il prodotto giusto, al momento giusto e al prezzo giusto.

La comunicazione in entrata è un aspetto molto importante da personalizzare in tempo reale con le tecnologie giuste.

In parole povere: i brand devono sempre creare un coinvolgimento significativo con i loro clienti aggiungendo valore alla propria attività specie quando i modelli di acquisto dei clienti cambiano repentinamente.

In questi casi, i clienti saranno più attratti, orientati alla ricerca su diversi siti digitando una parola chiave (ad esempio “caffettiera”) nella casella di ricerca e cliccando su “Invio”.

Dopo essere atterrati su una determinata pagina web, scorreranno rapidamente i dettagli del prodotto, i prezzi e le foto allegate.

Ma se il layout non sarà di loro gradimento, i dettagli troppo vaghi o troppo tecnici, o se i prezzi non saranno chiari o le fotografie non abbastanza interessanti, passeranno rapidamente alla ricerca di un altro sito più chiaro ed organizzato.

Cosa dovresti fare allora?

  1. Scegli i partner giusti, per cominciare: affidati alla tecnologia più utilizzata dai clienti e integrala con il tuo negozio di e-commerce;
  2. Crea un sito web “amichevole”: mantieni l’esperienza di navigazione facile, sicura e veloce, presenta i dettagli nel modo giusto, in parole povere rispetta il tempo del cliente;
  3. Ottieni di più dalle tue analisi: implementa gli strumenti di heat map sul tuo sito web, studia i modelli di acquisto più sottili, scopri cosa funziona meglio.
  4. Spedizioni e agilità saranno la chiave di tutto;

Le aziende e-commerce che possono spostare le merci fuori dal momento in cui il cliente effettua un ordine e tuttavia addebitare spese di spedizione pari a zero o trascurabili, vinceranno con un margine maggiore rispetto alle altre società che hanno scelto di agire diversamente.

In questo ambiente competitivo, le aziende e-commerce dovranno essere innovative nell’ottimizzazione delle loro consegne.

Nel 2018, infatti, potremmo vedere molte società di servizi di consegna di droni come Flytrex dare il via alle loro operazioni, così come le compagnie logistiche tradizionali come DHL e UPS investiranno di più in servizi di consegna droni per renderlo accessibile ai proprietari di negozi di e-commerce.

Anche Amazon sta iniziando a utilizzare i droni per consegnare in modo sicuro i pacchetti ai clienti in 30 minuti o meno (il Prime Air).

Ecco perché le aziende di e-commerce dovranno perfezionare la loro partnership logistica e le integrazioni di spedizione, effettuare controlli di qualità dell’imballaggio, per garantire che il cliente riceva il prodotto giusto con l’imballaggio giusto al momento giusto.

In sintesi:

  1. Focalizzati sulla consegna e preparati a gestire bene la logistica: il tuo cliente desidera una consegna veloce. Punta tutto sui partner logistici più adeguati per la tua azienda.
  2. Considera Dropshipping: puoi considerare dropshipping per tagliare i costi di inventario. Tuttavia, assicurati di avere i controlli di qualità corretti.
  3. Dai valore al packaging: nel 2018, i clienti vorranno un packaging migliore, più sicuro e più attraente. Approfitta dell’opportunità di aggiungere valore alla confezione della tua merce.

2. Tendenze focalizzate sulla tecnologia (l’intelligenza artificiale crescerà)

Con l’Intelligenza Artificiale (AI), vedremo un maggiore uso dell’elaborazione del linguaggio naturale per ottenere risultati di ricerca notevolmente migliori (l’assistente virtuale di Amazon Alexa e il barista di My Starbucks sono considerati tra gli esempi di una crescente diffusione di AI).

Successivamente, il comportamento di acquisto (o di abbandono del carrello) da parte del cliente sarà esaminato a un livello molto più profondo di quello che gli esseri umani sono in grado di fare attualmente.

Con ciò, l’AI condurrà a un processo di vendita estremamente efficiente e produttivo perché genererà lead reali e di alto valore per l’email marketing.

Entro la fine di quest’anno, con buone probabilità, le chiamate dei clienti saranno ridotte a favore di una nuova forma di contatto in grado di ottimizzare i tempi di acquisto e di consegna: i clienti acquisteranno prodotti e servizi, effettuando ordini e richiedendo supporto tramite Chatbots.

AI organizzerà quindi i Chatbots per la gestione di una serie di attività, dall’effettuare conversazioni alla gestione degli ordini.

Ecco cosa dovresti fare:

  1. Distribuisci meglio il tuo team “umano”: lascia che l’AI gestisca le interazioni primarie. Usa il tuo team per soluzioni più creative e l’intelligenza artificiale come assistente, ma non come un sostituto. La tecnologia non è stata ancora perfezionata del tutto!
  2. Esplora i Chatbots: i Chatbots, con le loro crescenti capacità, guideranno gran parte delle tue interazioni iniziali di vendita e supporto.
  3. Monitora gli sviluppi della realtà aumentata (AR): solo un paio di estati indietro, Pokemon Go aveva mostrato quanto potesse essere eccitante la Realtà Aumentata.

Tuttavia, mentre l’intelligenza artificiale è orientata a rendere interazioni e processi più veloci ed efficienti, AR si concentra sull’uso e le applicazioni del prodotto.

Se un cliente sta cercando, ad esempio, un vaso di fiori, AR posizionerà l’immagine di un vaso in una stanza digitale in modo che il cliente possa vedere come appare rispetto agli altri oggetti nella stanza.

Oppure: se un cliente è alla ricerca di occhiali da sole, può caricare un selfie e l’AR sovrapporrà digitalmente un occhiale da sole sul selfie per aiutare il cliente a vedere come potrebbe apparire con quel modello di occhiali da sole.

Anche l’app di Ikea consente agli utenti di vedere come appariranno gli arredi specifici all’interno della loro casa e permetterà loro di ridimensionare i mobili per vedere come sarebbe nella vita reale

Cosa fare quindi a tal proposito?

  1. Avere AR fornisce il contesto giusto: AR è fantastico, ma ha ancora bisogno di una strategia forte per eseguirne il backup;
  2. Diventa creativo con AR: usa AR per portare i clienti a un livello più profondo di contenuti nel 2018. Avere AR porta a uno strumento di coinvolgimento migliore. Fagli raccontare una marca o una storia di prodotto. A seconda dei prodotti che vendi, avrai bisogno di spazio per un aumento degli investimenti in AR.
  3. Sarà un mondo multi-piattaforma e multi-dispositivo: se il tuo negozio non è reattivo, non ha alcuna possibilità di vincere la battaglia nel 2018. Tieni a mente che la maggior parte dei clienti inizierà la ricerca su un dispositivo ed effettuerà un acquisto da un altro.

Ciò significa che dovrai mantenere tutto, dalle descrizioni dei prodotti e delle ricerche alla navigazione, indipendentemente dal dispositivo e dalla sua piattaforma.

Warby Parker ha lanciato un aggiornamento della sua app per iPhone solo per gli utenti di iPhone X che useranno la fotocamera a infrarossi frontale del nuovo telefono per mappare il volto degli utenti e farli montare per un nuovo set di fotogrammi (come notato da Joanna Stern su Twitter).

Per aumentare la complessità, stiamo analizzando dispositivi come Amazon Echo (controllati dalla voce) che probabilmente influenzeranno i progetti di ricerca vocale.

tendenze e-commerce 2018

Adattivi e basati su cloud, questi dispositivi non saranno decisivi per lo sviluppo del tuo sito di e-commerce nel 2018, ma sono sicuramente qualcosa da tenere in considerazione.

Ecco, dunque, cosa dovrai fare:

  1. Approccio mobile: nel 2018, il mobile sarà il luogo in cui gli e-commerce potranno puntare sulla crescita di traffico e l’acquisizione di nuovi clienti. Pertanto, se stai concentrando i tuoi sforzi sull’ottimizzazione della conversione o sull’acquisizione dei clienti, devi assicurarti che lo smartphone sia nella tua lista di priorità per una resa migliore dell’esperienza di navigazione tramite cellulare.
  2. Preparati ad essere reattivo: assicurati che il tuo sito web funzioni alla grande su tutti i dispositivi, tutti i browser e funzioni perfettamente su varie piattaforme. Investi in test automatizzati per verificare che non ci siano scappatoie nel tuo negozio.

Tendenze incentrate sull’engagement (l’importanza delle e-mail)

Con tutti gli strumenti per il content marketing, l’email è uno di quelli da tenere sempre in considerazione.

Secondo Campaign Monitor, nel loro rapporto del 2016, ogni dollaro speso per l’email marketing recupera un ROI di $ 44 – o un ritorno del 4400%!

Così, a seconda che si tratti di un visitatore occasionale, un cliente che effettua il suo primo acquisto o un cliente fedele, le tue e-mail cambieranno svolgendo una varietà di funzioni, dalla vendita al remarketing al re-engaging, diventando sempre più potenti.

D’altra parte, marchi come GoRebel hanno dimostrato quanto conti approfittare delle funzionalità rivoluzionarie delle e-mail.

Queste e-mail molto interattive consentono ai clienti di aggiungere prodotti al carrello, effettuare acquisti o inviare recensioni di prodotti senza dover lasciare l’e-mail; sono anche integrati con la maggior parte dei principali provider di servizi di posta elettronica.

In poche parole, GoRebel promette di portare la posta elettronica al “livello successivo”.

Cosa dovresti fare:

  1. Usa meglio la posta elettronica: l’email offre un ottimo ROI. Ricevi e-mail per inviare promemoria, fare offerte e confermare gli ordini.
  2. Crea la tua mailing list: se hai già una mailing list, non inviare email come se fossi uno spammer e ricorda sempre di testare i contenuti, i tempi e il design delle e-mail.
  3. Le regole anti-spam stanno diventando più severe: azioni come la legge CAN-SPAM diventeranno più difficili nel 2018. Scopri modi creativi per fornire valore piuttosto che SPAM.
  4. L’analisi dei dati migliorerà il marketing in ogni fase: analisi sofisticate sono ora in grado di produrre dati su ogni azione intrapresa o meno da visitatori e clienti. Ad esempio, qualsiasi azienda leader nello sviluppo di e-commerce con Magento può aiutarti a configurare l’analisi per il tuo sito per migliorare la Search Engine Optimization (SEO).

La domanda è: come faranno le aziende di e-commerce ad usare questa ricchezza di dati?

È chiaro, dunque, che a partire dall’analisi delle parole chiave, gli esperti SEO dovranno lavorare su molte più cose nel 2018.

Analytics potrebbe suggerirti che alcuni prodotti vengono spesso acquistati in successione, ad esempio scarpe da ginnastica seguite da bottiglie di acqua potabile.

Grazie a queste informazioni potrai quindi impostare campagne mirate per i clienti che acquistano scarpe, piuttosto che campagne dedicate all’acquisto di bottiglie d’acqua.

Per far ciò è possibile impostare i trigger per richiamare l’attenzione dei clienti appena prima del check out, per esempio mostrando degli sconti particolari solo ai clienti che se ne vanno senza acquistare, anche dopo quattro sessioni sulla stessa pagina di prodotto.

Tutte le principali tendenze dell’e-commerce per il 2018 suggeriscono che per avere successo, le aziende dovranno utilizzare e valutare l’enorme quantità di dati dell’utente per produrre contenuti più intelligenti, una migliore esperienza di acquisto e tecniche di marketing più mirate.

Cosa dovresti fare in sintesi:

  1. Spostarti verso una migliore analisi predittiva: concentrati sull’essere in grado di guidare e prevedere il comportamento di acquisto dei clienti, in base ai dati disponibili.
  2. Gestisci meglio i tuoi prezzi: conosci il prezzo massimo che i tuoi clienti sono disposti a pagare. La gestione dei prezzi sarà un elemento chiave di differenziazione nel 2018, sia per quanto riguarda i ricavi che i profitti.
  3. Contenuti migliori, sì, ma video?

Se ci sono una dozzina di negozi online che vendono prodotti simili a prezzi comparabili, un cliente comprerà da un negozio che eccelle in impegno e quell’impegno verrà da contenuti personalizzati “archiviati”.

Potrebbe esserti utile realizzare video “utili” per prodotti che richiedono istruzioni dettagliate, ad esempio, nelle installazioni.

Cosa fare a tal proposito:

  1. Punta sui video anche se non tutte le vendite hanno bisogno di un video. Impara dai modelli di acquisto dei tuoi clienti per vedere quando i video funzionano meglio.
  2. Il contesto è fondamentale: quando un prodotto non ha bisogno di una demo, usa il video per raccontare storie e costruire il tuo personaggio di marca.
  3. Divertiti, non limitarti a vendere: dovrai continuare a divertirti. Usa l’umorismo di buon gusto per far tornare i tuoi clienti.
  4. Usa una strategia di social media più forte.

Nell’ultimo anno circa, le piattaforme di social media, in particolare Facebook e Instagram, hanno elaborato algoritmi complessi.

Nel primo paio d’ore di pubblicazione, ogni contenuto gratuito è esposto a un numero limitato di visualizzazioni.

Se le prime risposte non indicano un forte potenziale di coinvolgimento, l’algoritmo ridurrà enormemente la portata futura del post.

Il contenuto a pagamento, invece, non avrà tali restrizioni e quindi sarà oggetto di interesse per tutto il 2018.

Inoltre, Instagram spingerà a utilizzare i suoi sempre più attivi 800 milioni di utenti mensili nell’anno a venire, con funzionalità di acquisto diretto su tutta la piattaforma come tap per l’acquisto con opzioni più sicure.

Tuttavia l’e-commerce nel 2018 avrà bisogno sia di una migliore strategia di social media gratis, che di contenuti a pagamento.

Per questi ultimi in particolare sarà necessario integrare in modo intelligente le Call To Actions (CTA) per invitare gli utenti a raggiungere le pagine di destinazione.

Cosa dovresti fare in tal senso:

  1. Sei un principiante? Vai piano: inizia solo con un paio di piattaforme social. Il social sarà preso sul serio nel 2018, quindi fai molta attenzione se non vuoi finire per servire contenuti insignificanti.
  2. Costruisci una strada a doppio senso: nel 2018, dovrai mostrare meglio i tuoi negozi online sui social media e mettere in risalto la tua presenza sociale nel tuo negozio online. Fornire una connessione ad entrambi i posti.
  3. Guadagna seguaci con la costruzione di una personalità: sii coinvolgente, ascolta, e sii desideroso di servire ciò che il pubblico vuole.
  4. Approfondisci la conoscenza dei social media nel 2018.

Conclusione

L’e-commerce sta crescendo rapidamente e, per distinguersi dalla massa, è necessario essere un pioniere e innovare con le mutevoli tendenze prevalenti nel settore dell’e-commerce.

Ecco perché sarebbe opportuno che i responsabili dello sviluppo di strategie di marketing per l’e-commerce nel 2018 prestino particolare attenzione a queste tendenze principali formulando strategie efficaci per stare al passo con i concorrenti e convertire quanti più potenziali clienti possibili.


Scrivici per informazioni





INDIRIZZO

Via Imperia, 2 – 20142 Milano (MI)

E-MAIL

contattaci@nextre.it

TELEFONO

+39 02 49518390

Dal blog di Nextre
Altri articoli simili
vai al blog