Twitter ha abbandonato le stelle per i cuori

Ad inizio mese, Twitter ha abbandonato le stelle per i cuori. Perchè?

Cos’è successo? Twitter ha cambiato il pulsante “Preferito”, rappresentato da un’icona a forma di stella, con un “Mi piace” rappresentato da un cuore. Sembra cosa di poco, per i non addetti ai lavori, in realtà non è proprio così.

In un messaggio di accompagnamento del product manager Akarshan Kumar, Twitter attribuisce il cambiamento per la potenziale confusione causata dall’icona a stella e il linguaggio “preferito”:

A volte la stella potrebbe essere fonte di confusione, in particolare per i nuovi arrivati. Potrebbero piacerci un sacco di cose, ma non tutto è tra i nostri preferiti.

Ma la scelta del cuore?

A quanto pare i tester amano il cuore. In fondo è un simbolo universale che risuona tra lingue, culture e fusi orari diversi. Il cuore è più espressivo e trasmette più facilmente una serie di emozioni.

Questo cambiamento comunque non è stato apprezzato da molti, anche se in fondo il cuore è probabilmente il simbolo più usato nel marketing anche in tempi non sospetti (1977 , campagna per il turismo I ♥ NY) e il favorito su Twitter ricordava forse fin troppo le stellette che ti davano alla scuola elementare quando ti comportavi bene…

Inoltre a mio avviso, il cuore si presta effettivamente meglio come manifestazione interna dell’anima, mentre le stelle sono l’emblema di ideali, spesso troppo alti.

Quindi riassumendo: Twitter ha abbandonato le stelle per i cuori per cercare di assomigliare sempre di più a Facebook (cuori =”like”) con questa nuova funzione. Bene, ottimo, anche se questa manovra proprio non piace a tutti (sopratutto chi usa Twitter da molto ne è rimasto spiacevolmente impressionato.)

Ma quando mette in atto quest’azione di marketing?

Proprio mentre Zuckerberg la supera con il lancio delle nuove faccine.

Quindi amici mettetevi comodi: la guerra dei cuori continua.