Ambiente di lavoro in PHP: una guida introduttiva – Step #1

Iniziamo oggi  la prima puntata della nostra Guida PHP in #10 Step. Oggi parleremo dell’impostazione dell’ambiente in PHP.

Buona lettura!

Cosa si intende per PHP

Il termine PHP identifica un linguaggio utilizzato per il cosiddetto scripting server-side. Si tratta, infatti, di un linguaggio appartenente ad un server di remoto in grado di elaborare le informazioni ricevute dal client, e di fornire a quest’ultimo una risposta diversa a seconda dei casi. Il PHP è stato sviluppato soprattutto per il Web.

Impostare l’ambiente di lavoro in PHP è un’operazione che, oltre a non richiedere molto tempo, per essere portata a termine non necessita di particolari strumenti.

Tra i linguaggi scripting lato server, PHP è divenuto nel tempo uno dei più richiesti, grazie al fatto di godere di una curva di apprendimento più “dolce” e di essere Open Source. In questo articolo verranno forniti alcuni consigli su come impostare l’ambiente di lavoro in PHP.

php

Impostare l’ambiente di lavoro in PHP

Se l’intenzione è quella di configurare in PHP l’ambiente di lavoro, occorrerà la presenza di un server Web, di un editor di testo, di un browser che consenta la navigazione in Rete, e di un gestore di database (la cui utilità è legata ad un’eventuale interazione con i dati).

Il primo elemento da tenere in considerazione è rappresentato dal server Web; in questo ambito, per ottenere i risultati migliori è necessario valutare il sistema operativo utilizzato. Il server, pur risultando necessario per la realizzazione di script in grado di operare sul Web (sia per ricevere le richieste HTTP che per inviare le risposte al client), non costituisce un elemento fondamentale per la creazione di uno script PHP. Infatti, è possibile eseguire il linguaggio anche da riga di comando.

Per particolari esigenze connesse all’installazione automatica dell’ambiente di lavoro è possibile fare affidamento ai numerosi PHP developement environment esistenti in Rete. Questi ultimi, infatti, permettono di installare e configurare in modo automatico sia i software che i servizi necessari. Tra i principali si ricordano AMPPS, WAMP, XAMPP e MAMP. Alcuni PHP developement environment sono cross-platform, ossia disponibili per qualunque sistema operativo.

A chi non desidera installare un Web server esterno è lasciata anche un’ultima possibilità, ossia l’impiego del Web server integrato di PHP. In tal caso, se il sistema operativo utilizzato è della Apple non è necessario effettuare alcuna operazione aggiuntiva. Occorrerà scaricare i binari dal sito del PHP, invece, quando ad essere impiegata è la piattaforma Windows. Anche sistemi operativi basati sul Kernel Linux richiedono alcune istruzioni particolari.

Per quanto gli editor di testo per la scrittura del codice degli script non è richiesta l’adozione di particolari software. È sufficiente far ricadere la scelta su un editor in grado di supportare sia l’indentazione che la colorazione del codice. Tra gli editor di maggior successo rientrano Sublime, Atom, Dreamweaver, Coda e VIM.

Quando è necessario adottare strumenti più avanzati (ad esempio l’autocompletamento del codice), può risultare utile sostituire un editor di testo con un IDE. Gli Integrated Development Environment rappresentano dei software che mettono a disposizione dei programmatori, per lo sviluppo codice, non solo l’autocompletamento delle funzioni, ma anche i metodi delle classi, la colorazione del codice e la segnalazione di eventuali errori di sintassi.

Tra gli IDE meritano di essere citati PHPStorm, Eclipse, NetBeans, Aptana Studio e Zend Studio, accomunati dal fatto di essere multipiattaforma.

Conclusioni

Quanto indicato in questo articolo può rivelarsi utile a chi non ha sufficienti conoscenze su come impostare l’ambiente di lavoro in PHP. Sono stati indicati i punti essenziali per poter procedere con le operazioni, riassumendo in poche righe gli strumenti cardine e le attività indispensabili. Dalla scelta del server Web a quella dell’editor di testo, fino al gestore di database, è sufficiente compiere scelte in base alle esigenze per arrivare al termine della procedura senza difficoltà.

Se vuoi approfondire i servizi legati alla nostra Consulenza, non esitare a contattarci.


Scrivici per informazioni





INDIRIZZO

Via Imperia, 2 – 20142 Milano (MI)

E-MAIL

contattaci@nextre.it

TELEFONO

+39 02 49518390

Dal blog di Nextre
Altri articoli simili
Cos'è il PHP Pear? Definizione dettagliata
Il PHP Pear: una definizione Che cos'è il PHP Pear Acronimo di PHP Extension and Application Repository, "PHP Pear" altro non è che un archivio...
postato il
Come avviare un file PHP in Xampp
Gestione PHP tramite XAMPP Prima di vedere come avviare un file PHP in Xampp facciamo una breve introduzione riguardo il linguaggio di...
aggiornato il
Come modificare un file PHP ini nel Cpanel?
cPanel è un pannello di controllo grafico per la gestione e l'amministrazione di siti internet e web hosting. Una delle caratteristiche del cPanel...
aggiornato il
vai al blog