Ecco come Ilja Avanasjev è diventato uno degli sviluppatori Java più temuti di Milano

La domanda più ricorrente che invade le menti dei giovani dai 20 ai 30 anni è questa: “Perché non posso decidere cosa fare nella vita?”

Effettivamente si tratta di un dubbio legittimo. Proprio per questo motivo, noi di Nextre, abbiamo creato la nostra scuola interna, dove gli sviluppatori vengono pagati per apprendere nuove tematiche, che gli consentono di immagazzinare nuovi linguaggi di programmazione e diventare così degli User Pro.

Si, avete capito bene, pagati per studiare… cosa che succede in pochi posti, forse soltanto durante le specialistiche di alcuni corsi di medicina. La cosa più figa di tutto questo è che, una volta terminata la scuola, questi ragazzi vengono assunti a pieno regime nella società, ed inseriti nei progetti.

Giuro, non vi sto dicendo fesserie, e per dimostrarvelo, ho chiesto a Ilja (uno degli sviluppatori Java di Nextre) di raccontarmi la sua esperienza nella società, dal corso all’assunzione.

1. Ciao Ilja, presentati ai nostri lettori. Chi sei, da dove vieni e cosa fai nella vita?

  • Ciao! Mi chiamo Iljà Avanasjev e vengo dalla Russia. Sono diplomato in elettronica e telecomunicazioni per la robotica industriale, ma lavorando come elettronico ho realizzato che non era il ramo giusto per me, in pratica mi annoiavo a morte. Andando a scuola mi rendevo conto che preferivo la programmazione e smanettare con i codici, quindi decisi di seguire un corso Java per imparare il linguaggio ed entrare nel campo informatico. Adesso sono uno degli sviluppatori Java “a tutti gli effetti” all’interno della società Nextre.

2. Come mai la tua scelta è ricaduta su Nextre?

  • Dopo aver completato un corso Java ho conosciuto la HR Manager Marika ed il CEO Mirko ad un Career Day, ed entrambi avevano suscitato in me un’ottima impressione. Il lato umano di Nextre aveva prevalso su tutto e tutti nella mia scelta finale. Il loro modo di fare, di approcciarsi e farmi sentire importante è stato decisivo in fase di selezione.

3. Cosa puoi dirmi riguardo al corso Nextre?

  • All’inizio abbiamo fatto un ripasso generale delle cose studiate da noi [ragazzi del corso] in precedenza mentre poco dopo è arrivato il nostro docente Valerio (uno degli sviluppatori Java senior) ed insieme a lui abbiamo visto aspetti nuovi della programmazione, per poi dedicarci ai progetti veri e propri.

4. Quali sono stati gli aspetti più fighi di questa esperienza?

  • Devo dirti la verità, aneddoti particolari non ne ricordo, ma la parte più figa di questa esperienza è stata lavorare in un vero e proprio progetto insieme agli altri sviluppatori Java. E’ stato un po’ traumatico all’inizio perché lavoravo su cose mai viste prima, ma andando avanti e grazie al supporto dei coordinatori, ho trovato il tutto più semplice.

5. Alcune voci di corridoio dicono che nel test finale per la certificazione OCA hai fatto meglio del tuo capo, è vero?

  • [Ride] Si è vero, ho preso 95 su 100. Battute a parte, ho studiato parecchio.

6. Mi confermi che dopo l’Academy sei stato assunto nella società Nextre?

  • Inizialmente ho fatto un corso sulla programmazione PMC, poi ho approfondito le mie competenze come sviluppatore Java in Nextre Academy, ed infine sono stato assunto.

7. A quali progetti lavorate voi sviluppatori Java? Mi potresti fare un esempio?

  • Finora ho lavorato su 4 progetti, ma se devo elencarti il più figo di tutti – tra l’altro è quello che ha occupato la maggior parte del mio tempo – direi un progetto di tipo gestionale per “Casa D’Aste”. E’ stato molto emozionante lavorarci e devo confidarti che si tratta di una bella soddisfazione per me. Le tecnologie che ho utilizzato per lo sviluppo del progetto sono: Java, Spring, Spring Boot per essere precisi, Vaadin, JSP, Gradle, Javascript, HTML e CSS. Per il lavoro attuale invece mi sto concentrando sull’Universo Microsoft e quindi Sharp e Net Core.

8. Hai fatto bene a scegliere Nextre?

  • Si, sono contentissimo della scelta che ho fatto per la mia carriera di sviluppatore Java. L’ambiente Nextre riesce a metterti a tuo agio, farti sentire importante e consentirti di lavorare e divertirti allo stesso tempo.

9. Consiglieresti Nextre ad altri giovani sviluppatori Java che vorrebbero intraprendere questa carriera?

  • Assolutamente! Lo consiglierei per il metodo di lavoro – non stai sempre ancorato su un progetto, non è lineare. Da quando sono in Nextre ho sempre affrontato diverse tipologie di programmazione, sto continuando a vedere cose nuove ed imparare. E’ una bella differenza rispetto alle altre aziende che ti mettono sempre e solo su una tecnologia e da lì non ti schiodi.

Ringraziamo Ilja per averci raccontato la sua storia in Nextre. Lui ha preso 95 all’esame OCA per la certificazione Java… se credi di poter fare meglio mettiti alla prova

Entra a far parte del Team Nextre e sfida Ilja

aggiornato il categoria: Nex League

Scrivici per informazioni





INDIRIZZO

Via Imperia, 2 – 20142 Milano (MI)

E-MAIL

contattaci@nextre.it

TELEFONO

+39 02 49518390

Dal blog di Nextre
Altri articoli simili
vai al blog