Il mercato dell’Internet of Things in crescita tra le aziende italiane

Si sa, l’economia italiana non vive uno dei suoi momenti migliori.

Ma c’è un settore negli ultimi anni che sta rivitalizzando molte imprese italiane: stiamo parlando di quello delle soluzioni IoT o Internet of Things per le aziende. Secondo un recente studio condotto dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, il mercato dell’IoT è in costante crescita.

Rispetto al 2017, si registra infatti un incremento del mercato dell’IoT del 35%, pari a 5 miliardi di euro investiti dalle aziende italiane nell’anno 2018.

 

Il mercato italiano dell’Internet of Things è in pieno sviluppo: prosegue a ritmi sostenuti […]in termini di valore e maturità dell’offerta, evolvono le tecnologie e si espandono le reti di comunicazione LPWA (Low Power Wide Area) a cui si affiancano le sperimentazioni 5G. Proliferano le startup e nascono nuove opportunità di mercato, ad esempio con In-Thing purchase e approcci design-driven.  

Giulio Salvadori, direttore dell’Osservatorio Internet of Things.

I vantaggi delle aziende che scelgono di investire nel settore dell’Internet of Things

La molla principale che spinge le aziende italiane ad investire in progetti di Internet of Things sembra essere, secondo questa ricerca, la possibilità di ottenere benefici aziendali in termini di efficienza ed efficacia.

Un altro fattore che ha permesso l’avvio di progetti aziendali IoT in Italia è stato il Piano Nazionale Industria 4.0, una serie di incentivi offerti alle aziende per i loro investimenti nel campo della digitalizzazione.

In particolare, la top five delle soluzioni IoT scelte dalle aziende italiane comprende tutte quelle piattaforme che riguardano:

  • La gestione dell’impresa (Smart Factory);
  • Il controllo della produzione in tempo reale;
  • La manutenzione preventiva dei macchinari all’interno delle fabbriche;
  • Il supporto alla Logistica (Smart Logistics);
  • Lo Smart Lifecycle, nell’ideazione, gestione ed estinzione dei prodotti.

internet of things smart solution

Nonostante il 95% delle imprese italiane abbia sentito parlare almeno una volta di IoT, il livello di conoscenza sull’argomento e il grado di diffusione dei progetti cambia a seconda della dimensione aziendale.

In particolare, quando si parla delle PMI, solo 5 su 10 conoscono il significato del termine IoT e riconoscono l’importanza che essa svolge all’interno dei moderni contesti aziendali.

Inoltre, sono tante le aziende che ancora dichiarano di non avere le competenze adeguate nel settore (59%) e di non comprendere pienamente il valore delle soluzioni IoT.

Rivoluzione Internet of Things: i settori e le aziende coinvolti

Grazie al mercato dell’IoT l’economia italiana fa un balzo in avanti e registra una crescita nel settore uguale a tutti gli altri Paesi occidentali.

Vediamo adesso nel dettaglio quali segmenti del mercato hanno registrato la crescita maggiore.

Applicazioni di Smart Metering e di Smart Asset Management

Le soluzioni di Smart Metering e di Smart Asset Management (gestione delle risorse di un’azienda) rappresentano il principale segmento coinvolto con il 28% della crescita del mercato dell’IoT in Italia e un valore di 1,4 miliardi di euro (+45%).

Questo forte incremento è anche l’effetto degli obblighi normativi che hanno portato all’installazione nel 2018 di 4 milioni di contatori del gas connessi e di 5,2 milioni di contatori elettrici intelligenti di seconda generazione.

Smart Car

Il secondo ambito è quello costituito dalle Smart Car, che valgono poco più di 1 miliardo di euro (+37%).

Si stima che in Italia ci siano 14 milioni di veicoli connessi; interessante anche notare che il 70% dei veicoli immatricolati nel 2018 è stato concepito fin dalla produzione con un sistema integrato di connessione SIM o Bluetooth.

smart car IoT

Smart Building

Al terzo posto seguono le applicazioni per lo Smart Building: dai sistemi per la videosorveglianza e per la gestione dei consumi energetici all’interno dell’edificio, alle soluzioni IoT per la logistica e per la gestione delle flotte aziendali, agli antifurti satellitari. 

Smart Home

Infine la Smart Home (380 milioni), l’ambito con la crescita più elevata, pari al +52%, la Smart Factory (250 milioni) e l’agricoltura smart.

smart home iot

IoT e intelligenza artificiale

Molte soluzioni IoT integrano al loro interno piattaforme avanzate di analisi di dati e algoritmi di Intelligenza Artificiale (AI).

 “Diventa sempre più strategica la capacità di estrarre valore dai dati raccolti – afferma Angela Tumino, Direttore dell’Osservatorio Internet of Things.

I dati raccolti attraverso i sistemi IoT infatti possono incrementare le opportunità di business delle imprese e permettere di allargare l’offerta e il valore dei servizi offerti.

In altri termini, l’intelligenza artificiale può aprire nuovi percorsi digitali alle aziende, valorizzandone la struttura interna e anticipando i bisogni di imprese e consumatori.

In particolare, l’AI può migliorare le funzionalità degli oggetti connessi e aumentarne la loro autonomia decisionale, grazie ai potenti strumenti di calcolo utilizzati.

I sistemi di AI consentono inoltre di semplificare l’interazione tra l’utente e gli oggetti intelligenti grazie all’uso della voce e all’introduzione di assistenti vocali all’interno di differenti applicazioni.

L’AI può diventare un vero e proprio supporto gestionale in contesti differenti, fungendo da centro di controllo per la gestione di una fabbrica così come del traffico cittadino.

Secondo le previsioni dell’Osservatorio, la crescita del mercato italiano IoT continuerà anche nel 2019, con un’attenzione maggiore sugli incentivi per le PMI, che finora sono rimaste più indietro nell’utilizzo di tali vantaggi fiscali rispetto alle grandi aziende.


aggiornato il categoria: IoT