Java10: quali funzionalità aspettarsi nella nuova versione

Già annunciato verso la metà di dicembre, l’aggiornamento di Java verrà rilasciato nei prossimi mesi dando l’opportunità agli sviluppatori (che avevano preso da poco confidenza con la versione Java 9 annunciata nel settembre dello scorso anno) di dare uno sguardo con qualche mese d’anticipo alla nuova versione di Java 10 e alla sue funzionalità.

Quando verrà rilasciato JDK 10?

L’aggiornamento alla nuova versione con l’implementazione di Java Standard Edition 10 è previsto per il 20 marzo 2018, data in cui sarà possibile assistere in via definitiva a una serie di miglioramenti del plugin, tra cui un’interfaccia più “pulita”.

Stando a quanto definito dall’Oracle Corporation, infatti, l’aggiornamento delle nuove versioni Java sarebbe stato programmato con cadenza semestrale, quindi per il prossimo dovremo aspettare marzo 2018. A tal proposito erano state avanzate anche delle proposte per la definizione della nuova versione e per quelle successive in base all’anno e al mese di uscita.

Come scaricare JDK 10?

Sarà possibile scaricare le versioni beta di JDK 10 solo dopo aver aderito al Programma Early Adopter.

Nuove funzionalità in JDK 10

Tra le caratteristiche principali della versione JDK 10 sono incluse:

  • Interfaccia pulita: includono una migliore modularità per il codice interno di raccolta dei rifiuti;
  • Garbage Collection rinnovato;
  • Abilitazione di HotSpot per allocare “l’heap” di oggetti su un dispositivo di memoria alternativo, ad esempio un modulo di memoria NVDIMM, specificato dall’utente. Questa caratteristica prevede che i sistemi futuri possano avere architetture di memoria eterogenee;
  • Abilitazione del compilatore “Grall just-in-time” basato su Java, da utilizzare in modo sperimentale sulla piattaforma Linux / x64;
  • Consolidamento degli archivi di JDK in un unico “repository” per semplificare lo sviluppo;
  • Fornitura di una certificazione del JDK 10: l’obiettivo è quello di creare certificati open source nel programma CA SE Java root di Oracle per rendere le build di OpenJDK più allettanti per gli sviluppatori;

Java 10 funzionalità

Le fasi di sviluppo di Java JDK 10

La pagina di download di Java di Oracle non offre ancora l’accesso alla nuova versione di JDK 10. Ma già da adesso è possibile conoscere le fasi per lo sviluppo di JDK 10 integrate nel progetto finale. Ecco un elenco con le prossime fasi  previste tra gennaio e febbraio 2018:

  • 11 gennaio 2018: completamento di tutti i test pianificati su tutte le piattaforme supportate;

  • 18 gennaio 2018: fase di “Rampdown 2”, con solo bug “showstopper” da correggere;

  • 22 febbraio 2018: versione finale;

La “roadmap” Java a lungo termine

Questo è quanto ha annunciato Oracle a proposito delle successive versioni di Java:

  • The Amber Project, faciliterà l’iter associato alla scrittura del codice Java;

  • Project Panama, per interconnettere Java e codice nativo, con chiamate di funzioni e accesso ai dati da Java;

  • Valhalla, un progetto per Java di tipo avanzato e con nuove funzionalità linguistiche;

  • Project Loom, per ridurre la complessità nella scrittura di applicazioni concorrenti. Il piano prevede l’aggiunta di implementazioni di “thread” alternative, modalità utente, continuazioni delimitate e altri costrutti che implicano la manipolazione dello “stack” di chiamata. L’obiettivo principale di questa proposta è offrire un’implementazione alternativa dei thread, gestita dagli “scheduler” scritti in Java. Il modello di programmazione Java dei normali thread Java verrebbe mantenuto mentre le prestazioni vengono migliorate e l’ingombro ridotto.

Accedendo alla pagina qui sotto, potrai richiedere una consulenza Java per la tua attività. Scopri le nostre soluzioni a tal proposito.

Consulenza Java