Social media marketing: cos’è e perché investire parte del budget

Investire nel social media marketing significa usufruire di tantissimi vantaggi. Il tutto nasce da un principio che sta alla base del marketing: “i mercati sono conversazioni”. Per questi motivi i social network sono diventati i nuovi mercati.

Il rinomato web 2.0 ovvero quello che propone una corrispondenza diretta tra azienda e consumatore (per certi versi già evoluto verso ciò che alcuni definiscono 3.0 – 3.5), è una grande risorsa che, grazie al dilagante “fenomeno” dei social network, ha coinvolto milioni di persone in tutto il mondo.

Secondo la statistica ogni giorno circa il 75% della popolazione si ritrova on-line (che sia per lavoro o per hobby)  interagendo tra di loro e generando una mole immensa di conversazioni su qualsiasi argomento.

La possibilità di raggiungere i propri utenti e consumatori in uno spazio utile in cui il messaggio pubblicitario instaura una conversazione con gli utenti/consumatori (senza essere fastidioso come a volte accade per gli spot televisivi o radiofonici) ha un grandissimo valore e a trarne i benefici sono le aziende che ne hanno colto l’importanza.

La diffusione e l’investimento nel social media marketing oggi è in netto aumento e dal 2012 ha permesso alle piccole e medie imprese di crescere e fatturare più di quanto facessero prima.

Questo, infatti, ha spinto alcune aziende a raddoppiare l’investimento.

Tuttavia, il vantaggio non appare evidente ad altre aziende che non hanno ben chiara l’importanza di avere una presenza qualificata sui principali social network.

Per poter sfruttare al meglio questa grande risorsa come il social media marketing, e più in generale tutte le attività di web marketing, infatti, è importante pensare ad un investimento a lungo termine che, diventando parte di quelle attività che possono determinare il destino aziendale, va affidato a professionisti del settore che lavoreranno alla costruzione della cosiddetta brand perception (“percezione del brand”) e della necessaria brand awareness (“conoscenza del brand”).

Ma prima di addentrarci nella specificità di un investimento in questo settore facciamo chiarezza sul suo significato.

 Cos’è il Social media marketing e perché se ne parla tanto?

Il Social Media Marketing o Social Network Marketing riguarda una serie di:

  • attività promozionali (acquisti online, traffico verso i siti, brand awareness);
  • attività relazionali;
  • attività di posizionamento della marca;
  • attività di gestione delle risorse umane.

E queste attività, oggi, vengono impiegate sui social network (Facebook, Twitter, Linkedin, Pinterest, Instagram, ecc…).

Fino a qualche tempo fa si pensava che il social media marketing si sarebbe dovuto adattare ai bisogni dei consumatori, invece che crearli  e conferire loro una nuova posizione all’interno delle logiche di mercato.

Oggi, per certi versi, è ancora così, perché l’importanza del consumatore continua a crescere a dismisura, ma è anche vero che le attività fatte sui social network iniziano a produrre più consenso e brand awareness quasi quanto i mezzi tradizionali. Per questi motivi diventa sempre più importante concentrarsi su uno studio attento e volto alla condivisione e fidelizzazione.

Quali sono i principali canali di attività del social media marketing?

Ovviamente i social network ed i blog costituiscono l’ingrediente principale:

  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • Youtube
  • Pinterest
  • Snapchat
  • Linkedin
  • Whatsapp + Telegram
  • Blog

I social network da sempre mettono in connessione persone e aziende in modo diretto ed è questo il ruolo che in cui si identifica il social media marketing. Costruire relazioni sui social network è la missione dei brand poiché l’utilizzo di questi strumenti permette di avere feedback immediati sulla propria attività e sui servizi proposti.

Sfruttando il social media marketing, quindi, le aziende creano nell’utente un senso di appartenenza e lo spingono ad avvicinarsi per poi compiere azioni specifiche (condivisioni, interazioni, valutazioni, acquisti).

È fondamentale sviluppare un piano di marketing per i social network con un modello predefinito che include:

  • Selezione dei social network (non tutti sono utili alla nostra causa)
  • Stabilire il budget (budget per campagne e per pagare eventualmente agenzie o addetti interni;
  • Designare ruoli interni ed esterni per migliorare la comunicazione aziendale sul tema
  • Analizzare e scegliere i target
  • Scegliere un tono di voce univoco;
  • Scegliere i prodotti da promuovere;
  • Misurare le campagne con strumenti di analytics interni ed esterni alle piattaforme utilizzate;

Di certo oggi sappiamo che il social media marketing rappresenta un mix di comunicazione su diversi social network.

Facebook, Twitter, Pinterest, Instagram: ogni social network ha bisogno di uno stile comunicativo specifico perché su ognuna di queste piattaforme si avranno modalità di interazione e target differenti. Per questo, per un’attività di social media marketing appropriata è fondamentale realizzare un piano editoriale (almeno ogni 15 giorni) che possa essere consultato e migliorato in collaborazione col cliente e comprendere e misurare i risultati che si ottengono mese dopo mese.

Social media marketing: perché è importante investire

 

Social Media Marketing e la svolta digitale: Mobile e Virtual Reality

Social media marketing è anche questo, e Facebook ne è un esempio. Ma in cosa consiste il Virtual Reality? Si tratta di un passaggio dalla postazione desktop allo smartphone, per poi arrivare alla realtà virtuale.

Tutte le azioni che svolgiamo quotidianamente sui social network, infatti, indirizzano le nostre abitudini a un nuovo stile di vita, immergendoci (senza capire quando si sia verificato questo cambiamento) in una nuova realtà.

E cosa c’entra il social media marketing? 

Buona parte del marketing online è fruibile attraverso i dispositivi mobili. E se oggi un’azienda preferisce vendere su desktop agli utenti che stanno utilizzando prevalentemente il cellulare, allora non sta seguendo il “cambiamento”.

Ma cosa vuole dire?

Vuol dire che le campagne social ci fanno conoscere meglio i brand e ci spingono all’acquisto di un prodotto; ma se la piattaforma su cui si presenta questo prodotto (pubblicizzato sui social) non è aggiornata alla versione “mobile” non avremo risolto nulla.

È fondamentale prevedere le azioni degli utenti, capire quali sono gli acquisti online più gettonati per loro e portarli dove vogliono, dove si sentono a proprio agio. Per questo motivo è sempre bene testare le nuove tecnologie e aggiornarle per adattarle a campagne sui social media e per capirne le performance.

In poche parole, se oggi so che la maggior parte degli utenti acquista e naviga tramite cellulare ma nonostante questo propongo loro una pagina di acquisto non ottimizzata e poco intuitiva, non otterrò mai un riscontro positivo, sia in termini di traffico che di guadagno.

Dunque, non titubare di fronte al cambiamento e se puoi, chiedi sempre un parere ai tuoi follower; falli partecipare, rendili parte integrante del processo comunicativo.

I benefici del social media marketing: perché investire?

I Social media sono una piazza virtuale dove incontrare vecchi e nuovi potenziali clienti. Queste piazze virtuali ci permettono inoltre di indirizzare potenziali clienti al sito dell’azienda, e attraverso una buona strategia di social media marketing potrai accompagnarli nel centro del tuo business, il sito web, ottenendo così un aumento del traffico verso il sito aziendale.

Scopriamo adesso nel dettaglio quali vantaggi può ottenere un’azienda che decide di farsi pubblicità sui social network:

1.Maggiore visibilità

Milioni di utenti ogni giorno trascorrono diverse ore sui social, raccontandosi e scambiandosi informazioni. I Social network, quindi, sono un’occasione unica per farsi conoscere dal nuovo pubblico, tenendolo informato sulle offerte, le novità e le iniziative che il brand propone. In questo luogo di scambio si ha la possibilità di incidere sulle scelte di acquisto di molti utenti, influenzati a loro volta dalle decisioni di altri.

2.Brand identity e brand awareness

Oggi la rete ha cambiato la pratica degli acquisti, con la possibilità di farla anche on-line: le aziende hanno dovuto adeguarsi con i social media, che sono diventati il luogo dove la maggior parte dei consumatori cerca informazioni su un prodotto prima di acquistarlo.

Oggi più che mai si utilizzano i social per cercare i propri brand preferiti e i prodotti di cui si ha bisogno. È per questo che ciò che conta nel web marketing è l’interazione tra l’azienda e il cliente. L’interazione dell’azienda con i propri utenti è molto importante e soprattutto contribuisce a migliorare la sua brand reputation, rafforzando la brand identity e favorendo la brand awareness, ovvero la conoscenza e la notorietà del marchio.

Dialogando con gli utenti circa le novità e gli eventi di loro interesse, riuscirai quindi a coinvolgerli  in quanto avranno stabilito un rapporto diretto con l’azienda e il prodotto. Condividere gratuitamente sulle pagine social  dell’azienda dei consigli, delle informazioni utili può entusiasmare i followers o potenziali tali, che si sentiranno più stimolati, questo potrebbe far si che attraverso il passaparola invitino altri amici a seguirvi.

3.Scavalcare i propri competitor

Oggi sono ancora poche le aziende che utilizzano i social media nel modo corretto affidandosi a professionisti del settore. Molte aziende credono che tenere semplicemente aperti dei profili sui vari social network e condividere qualcosa ogni tanto, voglia dire essere presenti. In realtà affidarsi ad un esperto di web marketing oggi può costituire un vantaggio sui competitor del settore.

Molte imprese si stanno già attrezzando per conquistare la propria fetta di engagement, tu che cosa aspetti? Hai già creato dei profili aziendali sui principali social network?

Quando NON investire nel Social media marketing

Quando si decide di investire nel Social Media Marketing, si spera sempre in un profitto a lungo termine.

Ma investire nel Social media marketing non sempre è profittevole, anzi in alcuni casi può anche essere dannoso per il tuo brand e per il tuo conto in banca. Ecco perché il nostro consiglio è quello di NON investire nella gestione dei Social Network se:

1. Non hai compreso che i social sono efficaci

I Social Network sono solo alcuni degli strumenti che il Web mette a disposizione per comunicare in maniera diretta con i vecchi clienti o nuovi potenziali tali e per promuovere l’attività. Per ottenere risultati convincenti dalla gestione dei Social Network, quindi, bisogna utilizzarli con attenzione e professionalità, inserendoli in una strategia più ampia di Web Marketing e di comunicazione (perché a funzionare è sempre la collaborazione della collettività e mai il singolo).

2. Pensi che una sponsorizzazione su Facebook possa risolvere tutti i problemi

Investire 150,00 euro in una singola sponsorizzazione su Facebook non ti aiuterà a ricavare da questa 10 nuovi clienti. I motivi sono due:

  • le Facebook ADS devono essere il risultato di un piano editoriale ben studiato, orientato ad un obiettivo specifico, e realizzato su misura del tuo brand;
  • le Facebook ADS devono essere pianificate in un tempo definito e poi essere messe in atto a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere e della posizione che occupano nel “funnel” di acquisizione di nuovi clienti.

3. Pensi che le sponsorizzazioni servano a nulla

Per capirci meglio: tu regali o vendi i tuoi prodotti/servizi? Se la risposta contempla la seconda alternativa allora non dovresti pensare che le Facebook ADS non servono a nulla. Perché anche Mark Zuckerberg (proprio come la tua azienda) vende i suoi servizi. Quindi se vuoi che il tuo messaggio sia visibile devi investire. Non esistono alternative.

4. Credi gestire i profili social non comporti responsabilità

Dire“Faccio un tentativo!” non può esistere. I Social Network sono una vetrina importante, in cui ti esponi e ti fai notare da nuovi potenziali clienti, una vetrina capace di amplificare in maniera esponenziale il tuo messaggio. Con i Social Netwok vai sul sicuro: come gli altri strumenti di comunicazione, anche i social ti aiuterebbero a rafforzare la tua Brand reputation.

5. Credi che i social siano un gioco

Se non hai ancora la consapevolezza del significato di “investire nel Web Marketing” e, in particolare , nel Social Media Marketing, non avventurarti da solo in quest’esperienza. I social non sono un gioco, sono strumenti vantaggiosi ma sfruttarli nel modo corretto per aumentare le proprie opportunità di business significa credere nella loro potenza. Perché di business parliamo e il business richiede serietà anche sui social network, oltre che lungimiranza e fiducia.

6. Non sei disposto a dialogare

La caratteristica principale dei Social Network è il dialogo. Senza il dialogo non avrai la possibilità di avvicinare le persone alla tua azienda. Dialogare, quindi, è fondamentale per costruire con il tuo cliente un rapporto duraturo, una relazione a lungo termine basata sulla fiducia, sul rispetto e l’affetto da parte tua e da parte loro. Una relazione molto importante in termini di profitto per il tuo business, direttamente e anche indirettamente (grazie al passaparola che un cliente fidelizzato è in grado di attivare).

7. Non sai redigere un calendario editoriale efficace

Calendario editoriale vuol dire strategia e se non ne sei ancora convinto allora vuol dire che non hai le idee ben chiare su dove vuoi arrivare e su come ci vuoi arrivare. Il calendario editoriale è l’unico in grado di ricordarti la strada che devi percorrere per raggiungere l’obiettivo da te precedentemente studiato. Il piano editoriale è una delle strategie più importanti per ottimizzare le pubblicazioni.

Parliamo di ottimizzazione, ovvero ottenere il massimo risultato possibile dal tuo investimento.

Quindi, se il tuo calendario editoriale non è stato studiato bene e soprattutto non viene rispettato da te e dai tuoi colleghi, il tuo investimento nel Social Media Marketing non produrrà quanto vorresti.

8. Non sei disposto a fidarti del tuo professionista

In genere il professionista in Social media marketing viene selezionato proprio perché considerato uno specialista nel settore. Ma se nonostante l’esperienza e la professionalità che lo contraddistingue non riesci a fidarti del tutto delle sua capacità allora il problema è tuo: ricorda che il professionista lo hai scelto proprio tu durante la selezione!

Certamente qualcosa ti avrà convinto delle sue capacità, lo avrai studiato, osservato, contattato e ti sarai reso conto che può essere la persona più adatta a presentare la tua azienda e i tuoi servizi. Quindi, concedigli più fiducia e libertà. La diffidenza non ti aiuterà.

9. Non vuoi sostenere il tuo professionista

È questo il caso contrario rispetto a quello precedente. Se vuoi essere presente sui Social Network con efficacia, non puoi abbandonare il tuo professionista a se stesso: ha bisogno di te, dei tuoi feedback, dei tuoi racconti, delle tue informazioni. Ha bisogno di decidere assieme a te cosa è meglio per il tuo brand: dove allocare le risorse, come, quando, in che modo comunicare, quale messaggio veicolare, in quale momento, impiegando quale mezzo. Insomma, la tua brand reputation è nelle sue mani e il tuo sostegno è fondamentale quanto la sua professionalità.