Migliori strumenti per la Business Intellingece nel 2018

Nel 2018 i migliori strumenti Business Intelligence possono rivelarsi utili per le aziende che devono mantenere il proprio vantaggio competitivo sul mercato. Oggi infatti esistono veramente numerosi tool che consentono alle imprese di individuare e monitorare costantemente le tendenze dei dati esterni e interni.

Prima di andare ad analizzare gli strumenti più in voga nell’anno corrente, è necessario precisare che tutte le aziende devono tracciare una serie di dati che, attraverso un lungo procedimento, vengono alla fine elaborati in fogli di calcolo.

Tutto questo procedimento però prevede l’inserimento manuale dei dati. Sorprendentemente gli strumenti di Business Intelligence evitano questa scocciatura. Alcuni di loro venivano utilizzati con successo anche in passato. I primi esempi infatti risalgono addirittura al lontano 1958 quando furono ideati da Hans Peter Luhn, da sempre considerato come il padre di questi tool proprio per il lavoro svolto in IBM.

A cosa servono gli strumenti per la Business Intelligence

In pratica gli strumenti di Business Intelligence cercano di applicare un approccio “big data” ai dati aziendali. Il loro obiettivo è quello di garantire un’analisi dei dati in tempo reale con meno input da parte dell’utente, ma soprattutto di fornire i risultati in breve tempo per permettere alle aziende di applicarli più rapidamente.

Per questo motivo è stato registrato un aumento dei dati nel cloud e di conseguenza anche la Business Intelligence ha registrato un aumento della crescita stimata intorno al 49%. Per questi strumenti quindi si tratta della crescita più significativa di tutti i tempi. Sono disponibili diversi tool di Business Intelligence che possono essere utilizzati dalle aziende per rendere ancora più efficace il proprio business.

Quindi scopriamo insieme questi tool per fare al meglio la business intelligence.

Strumenti Business Intelligence 2018: Zoho Reports

Si tratta dello strumento che più si adatta a tutti coloro che preferiscono utilizzare il cloud. Zoho Reports presenta numerosi vantaggi. Prima di tutto si rivela un ottimo supporto per raccogliere i dati da fonti diverse, visivamente è in grado di attrarre l’utente a cui mette a disposizione un periodo di prova gratuito. L’unico aspetto negativo è che per utilizzarlo bisogna per forza stipulare un abbonamento annuale.

In ogni caso è necessario specificare che Zoho Reports è lo strumento di business intelligence perfetto soprattutto per coloro che hanno una grande esperienza proprio con gli strumenti di business basati sul web. Chi sceglie di utilizzare Zoho Reports si ritrova con un’ottima soluzione ai suoi problemi perché prima di tutto è in grado di integrare i dati da una varietà di file, come documenti di Microsoft Office, feed URL e database, come MySQL, inclusi i dati provenienti da altri cloud da come DropBox e Google Drive e altre applicazioni come Salesforce, Quickbooks e Google Analytics.

I dati poi vengono combinati attraverso una serie di formule matematiche e statistiche integrate, come i costi di marketing che vengono inclusi in un file Excel. Nel passaggio successivo i dati di vendita vengono inseriti in un database cloud per creare un report informativo. Tutto ciò ormai non richiede più un lungo procedimento, ma avviene attraverso una semplice interfaccia online e grazie a pochi clic. Alla fine si ottiene un report che può essere facilmente visualizzato attraverso il portale,  ma in realtà può essere anche stampato o inviato via email.

Tutti coloro che non hanno mai utilizzato Zoho Reports possono accedere anche ad una breve prova gratuita di quindici giorni, prima di stipulare l’abbonamento annuale scegliendo tra i piani tariffari che più si adattano alle proprie esigenze. Il piano base che costa di meno è quello che limita l’utilizzo a soli due utenti e prevede il pagamento mensile con fatturazione annuale. Il pacchetto più venduto è quello Premium che consente l’accesso a quindici utenti ad un prezzo mensile superiore con fatturazione annuale.

strumenti Business Intelligence 2018 - Power BiStrumenti Business Intelligence 2018: Microsoft Power BI

Microsoft mette a disposizione degli utenti uno strumento di Business Intelligence che prevede anche l’accesso a un livello gratuito, nonostante il suo costo sia abbastanza economico. L’unica particolarità di Microsoft Power BI sta nella necessità di effettuare il download del software.

Microsoft quindi ha deciso di occuparsi anche degli strumenti di Business Intelligence proponendo l’offerta Power BI, alle quale viene data molta importanza. Questo strumento si differenzia da quelli della concorrenza, che hanno un approccio completamente basato sul web, perché invece ricorre ad un software che deve essere necessariamente scaricato per la versione desktop.

Coloro che vogliono testare lo strumento di Business Intelligence di Microsoft possono accedere alla prova gratuita che ha una durata di sessanta giorni. In questo modo è possibile collegare tra loro centinaia di fonti di dati, comprese le applicazioni Microsoft, Facebook, Sybase e Oracle. L’analisi dei dati è così veloce che è possibile avere i primi report nel giro di pochi minuti.

Dopo la prova gratuita è possibile scegliere a quale pacchetto abbonarsi. Per esempio il livello desktop Power PI destinato ad un singolo utente è gratuito. Il livello successivo invece è Power PI Pro e prevede la collaborazione tra gli utenti e l’analisi dei dati in tempo reale, ma dopo la prova di 60 giorni il suo prezzo è $ 9,99 al mese per ogni singolo utente.

strumenti Business Intelligence 2018 - PentahoStrumenti Business Intelligence 2018: Pentaho

Pentaho è una piattaforma di Business Intelligence Open Source. Con essa è possibile gestire e tracciare un report dei dati strategici delle aziende per poter ottenere delle analisi dettagliate che risultano essere sempre molto preziose per contrastare la concorrenza. In effetti gli strumenti di Business Intelligence anche nel 2018 servono proprio a raccogliere i dati aziendali per consentire al management di procedere con le valutazioni e le stime che si rivelano per le decisioni future garantendo sempre un vantaggio competitivo dell’azienda.

Pentaho contiene in una sola piattaforma strumenti di gestione, analisi e reporting dati. Cosa può fare chi sceglie di utilizzare Pentaho? Prima di tutto ha il vantaggio di poter monitorare i vari processi aziendali, poi può anche automatizzare la raccolta di dati in più database per i diversi dipartimenti da monitorare. Con Pentaho si possono ottenere anche le informazioni aziendali in modalità sicura e certificata, ma il suo valore aggiunto è senza alcun dubbio rappresentato dal supporto che offre alle decisioni aziendali basandosi sui dati statistici e trend accuratamente analizzati.

Strumenti Business Intelligence 2018: Dundas

È uno strumento di Business Intelligence molto completo e allo stesso tempo molto semplice da usare. Tra le sue caratteristiche più importanti c’è il fatto che Dundas è basato sul browser, trascina e rilascia l’interfaccia, offre una prova gratuita di 45 giorni in seguito alla quale propone dei prezzi nella norma.

Dundas è uno strumento di Business Intelligence che basa tutto su un browser con 25 anni di esperienza. E’ stato pensato per trasformare l’analisi dei dati in dati visivi attraverso un attento controllo degli elementi di progettazione visiva. I file di dati vengono incorporati attraverso una selezione specifica con lo scopo di consentire agli utenti finali di procedere con la loro analisi senza il coinvolgimento dell’IT. L’interfaccia HTML5 invece consente di utilizzarlo su diversi dispositivi, compresi quelli mobile.

Gli utenti che decidono di lavorare con Dundas usufruiscono di una prova gratuita di 45 giorni, in seguito alla quale però devono richiedere un preventivo per scoprire quale potrebbe essere il prezzo più conveniente per le proprie esigenze. In ogni caso Dundad prevede delle opzioni che consentono di scegliere sia tra un abbonamento annuale che un acquisto di lunghissima durata.

Strumenti Business Intelligence 2018: Sisense

Si tratta dello strumento di Business Intelligence realizzato dall’azienda Fortune 500. La caratteristica più importante di Sisense è la velocità della raccolta di dati, che tra l’altro vengono incorporati anche attraverso l’Intelligenza Artificiale. L’aspetto negativo invece è rappresentato dal prezzo che sembra essere poco chiaro.

Sisense è uno strumento di business intelligence che prova a semplificare il processo dell’analisi dei dati attraverso l’Intelligenza Artificiale. Tra i clienti di Sisense ci sono anche grandi aziende come GE, Philips, Fujitsu, NBC e Airbus che in diverse occasioni hanno già avuto modo di garantire che si tratta di un prodotto di alto livello.

L’unica incertezza è rappresenta dal prezzo perché questo è personalizzato in base alle esigenze dei propri utenti. Il prezzo infatti si basa su un modello di abbonamento annuale. Ovviamente è necessario richiedere un preventivo che però non è disponibile sul loro sito web.

 


Scrivici per informazioni





INDIRIZZO

Via Imperia, 2 – 20142 Milano (MI)

E-MAIL

contattaci@nextre.it

TELEFONO

+39 02 49518390

Dal blog di Nextre
Altri articoli simili
Per fare data analysis da dove bisogna partire?
Riuscire a sfruttare le potenzialità che oggi gli strumenti informatici offrono alle aziende può non sembrare semplice, e questo accade anche per...
aggiornato il
vai al blog