Sviluppo delle applicazioni, come mantenere “sane” le proprie creazioni

Lo sviluppo delle applicazioni è ormai diventato un passo che tante aziende fanno allo scopo, ad esempio, di offrire dei servizi in più ai propri clienti.

Tuttavia, nel momento in cui ci si occupi dello sviluppo di un’applicazione non ci si dovrebbe fermare al risultato che verrà consegnato al cliente. Infatti, in tanti casi si dovranno fare dei controlli successivi, in modo da assicurarsi non solo un ottimo lancio iniziale per il propri prodotto, ma anche una fiducia indiscussa e duratura nel tempo.

Quindi, si dovrà puntare su quella che è certamente la qualità struttura del software che si starà realizzando. Per farlo si potranno tenere d’occhio alcuni elementi che vedremo in questo articolo.

Sviluppo delle applicazioni

Gli elementi da tenere in considerazione nello sviluppo delle applicazioni

Nello sviluppo delle applicazioni sarà fondamentale puntare, com’è già stato accennato, non solo all’acquisto iniziale del proprio prodotto, ma anche alla sua qualità, che dovrebbe essere mantenuta intatta nel tempo.

Per questo motivo, nel realizzare un’app si dovranno tenere in considerazione alcuni fattori, che vi consentiranno di avere la massima qualità strutturale per il vostro programma:

  • Il tipo di tecnologia utilizzata per realizzare l’app;
  • Il tipo di applicazioni prese in considerazione per la costituzione dell’applicazione;
  • Le metodologie di sviluppo e il loro grado di “maturità”;
  • Il controllo delle regole, in modo da evitare che il codice sorgente sia messo a rischio;
  • Porre in essere un procedimento periodico per il controllo della qualità delle vostre applicazioni.

Iniziando a tenere conto di questi fattori, e mettendo in pratica alcuni atteggiamenti virtuosi, sarà possibile, nello sviluppo delle applicazioni, assicurarsi già una buona qualità del prodotto.

Tuttavia, esistono anche altri fattori, che se esaminati sono in grado di indicare se il software realizzato sia, o meno, di buona qualità.

Gli elementi riferiti alla qualità delle applicazioni

Nella valutazione di un’app bisognerà, quindi, prendere in considerazione anche altri fattori, in grado di farci capire se l’applicazione sia o meno di qualità, e se possa mantenersi come tale anche con il passare del tempo.

I fattori che dovranno essere presi in considerazione saranno i seguenti:

  • La robustezza. Con questo fattore si prende in considerazione la possibilità che l’app vada in crash, che abbia delle difficoltà a livello di ripristino e anche la possibilità che i dati in essa contenuti possano venire corrotti. In genere, i risultati negativi riferiti a questo test si legano a delle pratiche di codifica non corrette;
  • La sicurezza. Questo fattore prende in considerazione quelli che possono essere i punti deboli dell’applicazione, in grado di determinare accessi non autorizzati, fughe di dati personali e così via;
  • L’efficienza. Con questo fattore si considera la capacità dell’app di rimanere “intatta” nel tempo anche a livello delle prestazioni. Ad esempio, nello sviluppo delle applicazioni bisognerà anche considerare la necessità per la quale l’app non dovrà iniziare, dopo poco tempo, a consumare molta batteria oppure ad occupare tantissima memoria;
  • La modificabilità. Con questo fattore si prende in considerazione la possibilità, o meno, di intervenire sull’app per modificarla, ad esempio per correggere eventuali errori precedentemente commessi;
  • La trasferibilità. In questo caso si prende in considerazione la facilità con la quale gli utenti possano interagire con l’app, utilizzarla e apprezzarne le differenti funzioni.

Nel valutare tutti questi fattori, si potranno conferire dei punteggi alle differenti caratteristiche dell’app, in modo da capire quali possano essere i suoi punti deboli.

Sviluppo delle applicazioni

Come migliorare il proprio software

Nello sviluppo delle applicazioni non si potrà pretendere di andare subito a colpo sicuro. Esisteranno sempre dei margini di miglioramento, che potranno partire da alcuni punti e da alcune pratiche che tutti potranno realizzare.

Come primo elemento, bisognerà sempre considerare la sicurezza. Essa dovrà essere posta al primo gradino a livello di importanza. Per questo, i punteggi bassi riferiti a questa categoria dovrebbero subito allarmare chi si sia occupato dello sviluppo delle applicazioni, e convincerlo ad agire prontamente.

Successivamente, bisognerà anche andare a valutare quali siano le metodologie di sviluppo utilizzate da chi realizzi le app, cercando, nel caso in cui queste siano non corrette oppure obsolete, di intervenire in modo da renderle maggiormente efficienti.

Inoltre, e forse questo elemento non viene spesso preso in considerazione da chi si occupi dello sviluppo delle applicazioni, sarà necessario affidare i processi di creazione delle app a team non troppo nutriti a livello di collaboratori. Ad esempio, un gruppo formato da 10 sviluppatori sarà sufficiente per portare a dei buoni risultati.

I gruppi più grandi, invece, spesso lavorano male, e le comunicazioni, che saranno sempre più difficili, non avverranno nel modo giusto, aprendo la strada a problemi ed errori.

 

[contact-form-7 id="5996" title="Scrivici per informazioni"]
Dal blog di Nextre
Altri articoli simili
Come scegliere uno sviluppatore di app?
Avere a disposizione una persona con grandi capacità ed esperienza per lo sviluppo delle app può essere il primo passo verso un nuovo successo per...
postato il
App Android: il futuro è a 64 bit
La sicurezza per le App Android potrebbe passare dall’utilizzo della tecnologia a 64 bit. Questo sarebbe il piano che Google vorrebbe mettere in...
postato il
App Mobile: Dall'Idea alla Realizzazione
Che cos'è un'App Mobile? Un'App Mobile è un software applicativo a tutti gli effetti, che si usa sui dispositivi mobili; rispetto alle...
postato il
vai al blog