Woocommerce: la scelta affidabile per lo sviluppo del proprio eCommerce

Sviluppo eCommerce in Woocommerce: esperienza decennale nel settore

La realizzazione e-commerce per la vendita online di prodotti e servizi necessita di una progettazione curata nei minimi dettagli. Quando lo scopo è fare business trasformando i visitatori in possibili acquirenti soddisfatti, la scelta della piattaforma è fondamentale per evitare inutili perdite di tempo e denaro.

Richiedi informazioni

Come configurare Woocommerce

Prima di spiegarvi come configurare Woocommerce facciamo un piccolo ripasso. Abbiamo visto quanto Woocommerce sia utile e potente per la realizzazione di un ecommerce, quali siano le sue potenzialità e i suoi costi.

Adesso parliamo del suo settaggio perché sapere come configurare Woocommerce è il primo passo per il suo utilizzo ottimale. Non potendo affrontare nel dettaglio tutti i settaggi del sito, parleremo delle principali opzioni fondamentali per il funzionamento del portale, delle impostazioni di vendita, dei prodotti virtuali, della gestione del catalogo e delle scorte.

Come configurare Woocommerce: Opzioni generali

Dal pannello di controllo di WordPress, apriamo Woocommerce e clicchiamo sul bottone “Installare le pagine WooCommerce”. A questo punto servirà un clic su “impostazioni”. Nelle “Opzioni generali” bisogna impostare la nazione del negozio e, la valuta. Con “Nazioni permesse”, scegliamo le nazioni nelle quali il nostro ecommerce sarà fruibile. Da “Avviso Negozio” scegliamo un annuncio che appaia in ogni pagina del sito (un messaggio di benvenuto, un’offerta speciale, un problema, un nuovo assortimento in arrivo, ecc…).

Impostazioni principali dell’ecommerce

Nella sezione “Carrello, Cassa e Contabilità” si imposta tutto quello che riguarda la vendita. Si può attivare l’utilizzo di Buoni sconto, spuntando l’apposita opzione, oppure si può consentire l’acquisto anche senza la registrazione al sito attraverso “Attiva l’acquisto per l’utente ospite”. Con la spunta su “Forzare il pagamento sicuro”, invece, si concludono gli acquisti su pagine sicure HTTPS.

Successivamente bisogna passare al setting dell’account cliente, usando l’omonimo bottone che consente d’impostare alcune funzionalità degli account registrati. In primis occorre spuntare “Impedire ai clienti di accedere a WordPress Admin” per bloccare l’accesso al pannello di controllo.

Altre impostazioni user friendly, sono indubbiamente: lo svuotamento del carrello alla disconnessione e il riacquisto di oggetti precedentemente ordinati, direttamente dalla pagina account utente, in pochissimi clic.

come configurare Woocommerce

Configurazione per i prodotti virtuali

Una sezione ecommerce che non può essere ignorata da chi offre servizi scaricabili (ebook, canzoni, applicazioni ecc…) è la scheda “Prodotti scaricabili“. Dalla voce “tipo di download” possiamo scegliere tra tre opzioni di download: “Xaccell-Redirect/X-Sendfile”, “Forza il download”, e “Reindirizza soltanto”.

Tramite la scheda “Restrizioni di accesso” possiamo stabilire se per effettuare il download sia necessario il login o no, se sia possibile scaricare dopo il pagamento o anche prima. Al termine non dimentichiamoci di salvare tutte le modifiche attraverso l’apposita opzione.

Uno sguardo al Catalogo

Opzioni catalogo”  permette di ordinare i prodotti, per nome, valutazione, popolarità, del prezzo oppure dal più recente. Da “visualizzazione pagina negozio” possiamo decidere cosa mostrare all’utente: tutto, solo le sotto-categorie di prodotto o entrambi, se indirizzare direttamente alla pagina del carrello dopo l’aggiunta di un prodotto o mantenere attiva la navigazione del catalogo.

Da “dati prodotto“, si sceglie quali caratteristiche del prodotto mostrare all’utente. Una funzione fondamentale per il potenziale cliente, spesso è la valutazione del prodotto che gli permette di sapere che voto abbiano dato gli altri utenti e convincersi ad acquistare o meno la merce visualizzata.

Da “opzioni prezzo” si setta visivamente il prezzo (quanti zeri dopo la virgola, simbolo della valuta a destra o sinistra, ecc…). “Carrello, il mio account, vedi ordine Checkout, modifica indirizzo,pagamento, Password smarrita e logout sono pagine che vanno aggiunte dalla relativa scheda. Non dimentichiamo mai di cliccare su “salva modifiche” per confermare.

Woocommerce: la scheda inventario

A questo punto l’ecommerce è completo per quanto riguarda l’esperienza utente. Le ultime impostazioni che suggeriamo di non trascurare riguardano il magazzino. Bisogna stabilire esattamente a quali quantità ricevere gli avvisi impostando la “soglia per scorta in esaurimento”, per “scorta non disponibile” e nascondere gli oggetti fuori stock dal catalogo.

Woocommerce

Quanto costa Woocommerce, tutto quello che occorre sapere prima di cominciare

Per chiunque abbia un’attività commerciale offline, un negozio online può essere uno sbocco verso un mercato pieno di potenziali clienti fisicamente distanti ma facilmente raggiungibili attraverso un sito organizzato e un efficiente servizio di spedizione.

La prima domanda che passa tra la testa a queste persone che vogliono aprire un ecommerce con WordPress è la seguente: “Quanto costa Woocommerce?”

La risposta è: Dipende!
Da cosa? Da quello che volete aggiungere al vostro negozio online. Ma andiamo per gradi.

Il plugin di WooCommerce è gratuito, ed è sufficiente per mettere online l’ecommerce e renderlo fruibile alla clientela. È dotato di tutto quello che serve (dalla gestione del carrello, alle tasse, fino alle spedizioni) per avviare uno store semplice, lineare e di poche pretese. La customizzazione è un altro punto a favore importante: si può personalizzare il proprio ecommerce con diverse forme di spedizione, metodi di pagamento alternativi, l’emissione di documenti fiscali e quant’altro. La libreria di Woocommerce è ben fornita.

Le estensioni per WooCommerce stanno diventando un florido mercato, tanto che accanto a quelle ufficiali di WooThemes, si sono aggiunte quelle di Codecanyon, più alla portata e con costi più bassi rispetto alle ufficiali.

Cosa non dovrebbe mancare in un buon ecommerce

Una cosa che non va sottovalutata quando si mette online un ecommerce è l’assistenza clienti che, dovrebbe essere, puntuale e impeccabile, anche quando questa possa comportare costi aggiuntivi. Un cliente che non riceve risposta entro ventiquattro ore difficilmente acquisterà da un negozio ecommerce, perché assocerà questo errore di customere care a un’assistenza post vendita altrettanto lenta.

Un’altra delle funzionalità necessarie (soprattutto) per gli ecommerce di dimensioni minori, è quella d’impostare una spesa minima per un determinato ordine (o magari per accedere alle spedizioni gratuite). Anche questo può essere fatto con un’estensione a pagamento.

Quanto costa Woocommerce?

Tra le estensioni che ci sentiamo di suggerirvi compaiono le seguenti:

  • WooCommerce Multilingual: per tradurre lo store in lingue diverse da quella d’origine e permettere anche ad acquirenti esteri di completare gli acquisti a proprio agio;
  • Weight/Country Shipping for WooCommerce: per regolare le spese di spedizione in base al peso dell’acquisto con diversi corrieri nazionali ed internazionali;
  • Minimum Purchase for WooCommerce: come accennavamo più sopra, si tratta di un’estensione utile agli ecommerce di dimensioni minori che rende impossibile l’acquisto al di sotto di una soglia di spesa minima, che imposterete voi;
  • WooCommerce PDF Invoices & Packing Slips: per generare in automatico, la bolla di accompagnamento e la fattura relativa all’ordine effettuato;
  • AfterShip – WooCommerce Tracking: il quale permette all’utente di tracciare la propria spedizione e sapere dove si trovi il pacco in quel preciso istante, nonché quando verrà consegnato. Molto, molto utile;

Accanto a queste potremmo suggerirvene molte altre, ma sarebbe meglio non confondervi le idee. Date un’occhiata al sito di Woocommerce e prendete nota di quelle applicazioni aggiuntive che potrebbero interessarvi, tagliate via quelle di cui potreste fare a meno o che risultano essere “doppioni” tra loro e tenete solo quelle essenziali.

In questo modo potrete contenere i costi del vostro ecommerce. Nulla vi vieta, ovviamente, di aggiungere o eliminare estensioni secondo le vostre necessità.

Come dicevamo all’inizio, un ecommerce semplice, lineare e con poche, essenziali, funzioni è totalmente gratuito ma se volete personalizzarlo con funzionalità aggiuntive che lo rendano più user friendly, allora ci sarà un prezzo da pagare (in senso stretto). Se volete un servizio fluente, efficace e redditizio, l’unica soluzione è quella di assumere un esperto in grado di esaudire tutte le vostre esigenze.

Coinvolgere gli utenti e incrementare gli affari

Grazie alla nostra soluzione enterprise open source di eCommerce in Woocommerce, riusciamo a gestire nel migliore dei modi le attività di commercio online. Gli utenti finali avranno a disposizione design personalizzato, schede di prodotto dettagliate e strumenti di navigazione del catalogo e di ricerca prodotti. La facilità di navigazione e il processo di acquisto semplice e veloce renderanno l’esperienza online ancora più attraente.

 

eCommerce in Woocommerce

 

Gestire e promuovere il proprio negozio online

Lo sviluppo eCommerce in Woocommerce comprende una serie di fasi che vanno dalla definizione del business model alla progettazione, dalle modalità di comunicazione al consolidamento sul mercato.

L’assistenza del nostro back office è in grado di ottimizzare la gestione ordinaria e straordinaria, l’import/export di ordini, fatture e cataloghi, la gestione di più negozi, anche in diversi mercati. Grazie a strumenti avanzati di marketing come la gestione dei carrelli abbandonati o il re-marketing si possono recuperare visitatori e consolidarsi sul mercato.

Richiedi informazioni

Dal blog di Nextre
Articoli inerenti a Woocommerce
Perché WooCommerce è meglio di Shopify?
Una delle più grandi decisioni che i retailer devono prendere prima di inserire un negozio online riguarda la scelta della piattaforma e-commerce...
aggiornato il
vai al blog