Velocità di caricamento pagina: gli strumenti per verificarla e migliorarla

Qui a casa ho 3 dei 20 Mega promessi dal contratto con la Compagnia Voi Sapete Chi per la mia ADSL.
Il problema è che le promesse delle compagnie telefoniche -tutte- si basano sul presupposto sbagliato, ovvero di venderti qualcosa di cui hanno il diretto e pieno controllo.

E’ falso, perché spesso ci possono essere sostanziali problemi di server, non di linea, connessione instabile o che.
Certo, anche il modo in cui le pagine vengono scritte, la qualità e snellezza del codice e dei linguaggi utilizzati nonchè delle grafiche per le interfacce utenti hanno il loro peso, lo sappiamo.
Ma sto parlando di situazioni in cui questi elementi sono già stati verificati e ottimizzati.
Diciamo che siamo stati bravi, e abbiamo utilizzato questo strumento per sviluppatori:

https://developers.google.com/speed/pagespeed/insights/

E verificato di aver fatto effettivamente tutto il possibile, lato sviluppo, per ottimizzare la resa del caricamento dei contenuti e della navigazione tra le pagine del mio sito.
Cosa fare quindi, se il problema di lentezza nel caricamento persiste? come verificare che sia un problema di server hosting?
Ritorno alle origini.
Molte persone, e moltissime aziende, quando acquistano uno o più domini, si concentrano su nome e su eventuali servizi aggiuntivi (caselle di posta, anti-spam etc).

Invece verificare le prestazioni dell’hosting in termini di qualità server è fondamentale, anche per Google: negli algoritmi di posizionamento de IL motore di ricerca, infatti, sono incluse le tempistiche di caricamento delle pagine e hanno un peso che non va sottovalutato.

Ma allora come faccio a verificare la qualità del servizio di web hosting?

Uno strumento sicuramente utile che vi suggeriamo di utilizzare è HostingFacts.com: promette di dare  punteggi che  si basano “su esperienze e dati reali, non sulla popolarità o sulla pubblicità”, e può sicuramente costituire un buon punto di partenza.
Il CEO di hostingfacts.com ne spiega il funzionamento: «Il nostro sistema è abbastanza semplice. Prima compriamo un dominio e poi lo associamo con un servizio di hosting. Poi inseriamo i domini in PingDom.com, che inizia ad analizzare i tempi d’attività e la velocità di caricamento delle pagine del nostro sito. Quindi aspettiamo un paio di mesi per vedere che performance abbiamo ottenuto. La velocità delle pagine è di estrema importanza, se le pagine del proprio sito si caricano lentamente inizierai a perdere visitatori e meno visitatori significa meno incassi da poter fare con il sito».

 

 

 

postato il categoria: Curiosità