Vi segnaliamo i migliori siti per open data

Ci sono molti siti per open data – e molti di essi sono consultabili gratuitamente.

Chi si occupa di comunicazione deve necessariamente avere dei propri archivi di dati da utilizzare prima di iniziare qualsiasi analisi. Le grandi società e i governi mettono a disposizione grandi quantità di informazioni di dominio pubblico; un imponente volume di dati accessibili a tutti.

Ogni azienda, dalle più grandi aziende alle più piccole start-up possono ora sfruttare più dati rispetto al passato. Molti dei nostri clienti ci chiedono quali sono le fonti primarie di dati che possono utilizzare. Qui puoi trovare la nostra carrellata, suggestionata anche dalla lettura di questo post, di alcuni dei migliori siti per open data disponibili oggi.

 

Data.gov 

Il governo degli Stati Uniti ha promesso un paio di anni fa di rendere tutti i dati del governo disponibili gratuitamente on-line. Questo sito è il primo stadio; un portale per tutti i tipi di informazioni, da clima al crimine.

 

Unione Europea Open Data 

Una miniera di informazioni sulla vita dei cittadini dell’Unione Europea che coprono dai dati della popolazione, ai dati geografici fino all’istruzione.

 

CIA World Factbook 

Informazioni sulla storia, sulla popolazione, sull’economia, sul governo, sulle infrastrutture e sulle potenze militari di 267 paesi.

 

Amazon Web Services public datasets

Enorme risorsa di dati pubblici, tra cui il Progetto Genoma 1000, un tentativo di costruire il database più completo sulle informazioni genetiche umane, con in più il database di immagini satellitari della Terra della NASA.

 

Facebook Graph

Anche se gran parte delle informazioni sul profilo Facebook degli utenti è privata, un sacco non lo sono – Facebook fornisce questo open data come un modo di interrogare l’enorme quantità di informazioni che i suoi utenti sono felici di condividere con il mondo (o che non possono nascondere perché non hanno capito bene come funzionano le impostazioni della privacy).

 

Google Trends 

Le statistiche sul volume di ricerca (in proporzione di ricerca totale) per un dato periodo, a partire dal 2004.