Cosa significa trasformazione digitale? Ecco tutto quello che devi sapere

Benvenuta Digital Transformation: non si tratta di una facoltà, ma è un imperativo per tutte le aziende, di ogni dimensione ed operanti in ogni comparto produttivo. La trasformazione digitale è un vero must per rimanere competitivi in questo scenario economico profondamente cambiato e in rapida evoluzione. Ma come può essere definita? “La trasformazione digitale è oggi una priorità assoluta per le aziende, ma una trasformazione di successo richiede cambiamenti importanti nella gestione e nella formazione della forza lavoro, oltre a un grande sforzo a livello di comunicazione interna e di change management“, sottolinea Bo Lykkegaard, Associate Vice President di Idc Software and European Enterprise Applications. In questa guida la Redazione di Nextre Engineering fornisce una serie di consigli necessari per implementare un piano aziendale di cambiamento e di trasformazione digitale ad hoc.

cosa significa trasformazione digitale

Digital Transformation: alla ricerca di una definizione

La Trasformazione Digitale non è più una mera opzione, ma è una necessità ed un imperativo per tutte le imprese, comprese le PMI operanti in ogni comparto produttivo (artigianato, manifattura, terziario). Non si tratta solo di una mera implementazione ed adozione delle nuove tecnologie, ma il processo di trasformazione digitale aiuta ogni impresa a “ridisegnare” l’offerta del proprio business adattandola alla User experience. Si tratta di un nuovo modo di fare impresa e punta ad un modello economico innovativo che “supera” quello tradizionale. Ciò richiede necessariamente un cambiamento della visione strategica all’interno di ogni organizzazione e un continuo “affinamento” di strumenti, oltre ad un pieno coinvolgimento degli attori coinvolti. La Digital Transformation è un vero processo che include una serie di cambiamenti tecnologici, organizzativi, sociali, culturali, creativi e manageriali. Si tratta di un pool di mutamenti che impattano sull’intera organizzazione aziendale e possono essere affrontati solo attraverso un metodo scientifico e una serie di strumenti applicativi adeguati. Il Top Management è sicuramente il primo attore ad essere coinvolto nel processo di trasformazione digitale delle imprese. Infatti, occorre implementare una strategia a breve con una di medio-lungo termine per creare valore all’interno dell’impresa e per raggiungere gradualmente la piena digitalizzazione, evitando “rotture” con il passato. Ben si comprende che tale loop “virtuoso” richieda l’adozione di una serie di cambiamenti tecnologici, organizzativi, ma anche culturali e manageriali. Tutto lo staff e l’organico aziendale deve essere coinvolto in questo iter di trasformazione 4.0. L’importante è saper essere in grado di amalgamare i giusti ingredienti per preparare la “ricetta” vincente. Indipendentemente dalle risorse economiche, umane e tecnologiche coinvolte, ogni impresa deve erogare servizi e beni di grande valore aggiunto, fidelizzare con la clientela, far vivere nuove esperienze, creare nuovi network tra professionisti e incrementare il giro d’affari.

La Digital Transformation è orizzontale e trasversale al tempo stesso, interessando il marketing, la comunicazione, il commerciale, ma investe soprattutto il rapporto tra l’azienda e il cliente” sottolineano gli autorevoli Esperti. “Facendo leva sulle tecnologie digitali per implementare una forte integrazione dei dati (reddituali, transazionali, comportamenti multicanale da fonti interne ed esterne) a una visione globale del cliente, si deve avviare un approccio di real time marketing. In parallelo devono essere rivisti end to end i processi aziendali per rispondere sempre più in tempo reale alle richieste della clientela e recuperare efficienza, efficacia, economicità ed equità”. In buona sostanza, la Trasformazione Digitale può essere concepita come “un pool di cambiamenti che si propongono come finalità di sfruttare gli strumenti digitali per migliorare il business di tutta l’impresa”. Si tratta di un processo o loop “circolare” che coinvolge persone, investe tutti i processi aziendali e comporta l’adozione delle tecnologie più innovative.

cosa significa trasformazione digitale

Trasformazione Digitale: il piano aziendale per implementarla con successo

Per rendere questa guida pragmatica ed utile agli imprenditori 4.0, focalizziamo l’attenzione su come deve essere concepito ed implementato ad hoc un valido piano di digital transformation all’interno di un’impresa.

Attori coinvolti nella “digitalizzazione” aziendale: il CDO

Affinché ogni unità di business possa raggiungere un equilibrio deve introdurre nell’organico una figura professionale che abbia le competenze e le conoscenze tecniche necessarie per coordinare il processo di trasformazione digitale in modo “trasversale”. È essenziale che sia coinvolto il Top management e venga istituito, al contempo, un Comitato multifunzionale e cross-dipartimentale, con la contestuale introduzione del Chief Digital Officer (CDO). Nel prossimo futuro, questa figura rivestirà sempre più importanza all’interno delle unità di business. Il CDO è un manager che sa gestire e riorganizzare i vari processi digitali con le linee strategiche da seguire per portarli a pieno compimento. Si tratta di un responsabile dirigenziale che si occupa della Governance digitale di un’azienda. Il suo campo d’azione è vasto, per questo deve essere in grado di collaborare e di comunicare con tutte le funzioni aziendali per digitalizzare l’impresa e facilitare la pervasività dell’adozione degli strumenti tecnologici sugli altri reparti.

DT: l’approccio “crossdipartimentale”

Dallo step precedente ben si comprende come il processo di Digital Transformation debba essere concepito come un percorso inclusivo e crossdipartimentale. Briefing, condivisioni e brain storming tra i diversi responsabili aziendali (marketing, produzione, R&S, amministrazione, vendite, etc.) favoriscono una migliore comprensione dei processi decisionali e facilitano la condivisione di idee tra le diverse aree aziendali, venendo a ridurre i “colli di bottiglia”, gli sprechi, le duplicazioni e ridondanze all’interno della gestione aziendale. In ogni progetto di digital transformation emerge la necessità di “connettere” i dipartimenti aziendali attraverso i moderni tool e strumenti tecnologici di comunicazione aziendale. Si pensi, ad esempio, alle piattaforme di collaboration utilizzate per fare training on the job, alle mailing lists, bacheche aziendali, forum, Social Network, sedute e meeting via Skype, etc.

cosa significa trasformazione digitale

Approccio Customer Oriented: il cliente è il “Re”

Tutte le imprese che adottano un piano di trasformazione aziendale devono essere in grado di focalizzare le proprie strategie imprenditoriali (di lungo, medio, breve termine) sui clienti interni e/o esterne. Da recenti ricerche è emerso che le tecnologie digitali a supporto dell’innovazione di prodotto e di processo rappresentano le priorità strategiche per la maggior parte delle imprese customer oriented. L’area dove la digitalizzazione registra il maggiore impatto è quella riguardante la relazione con i clienti dalla fase che precede l’acquisto fino a quella relativa alla post vendita. Le tecnologie su cui si deve puntare per migliorare la Customer Satisfaction e la Customer Experience sono il Mobile, i Big Data, i Social e l’IoT.

Pianificare e misurare Obiettivi e KPI

Data la pervasività di un progetto di Digital Transformation, è bene identificare e definire con cura gli obiettivi aziendali che il Top Management si pone di perseguire ed i relativi indicatori di performance (KPI). I Key Performance Indicators non sono altro che gli indicatori chiave di prestazione da utilizzare e da monitorare costantemente. Per essere significativi, devono essere correlati agli obiettivi di business. La caratteristica principale è la loro misurabilità: per poter analizzare correttamente la progressione e lo sviluppo del piano aziendale è essenziale poter quantificare con esattezza i parametri di valutazione. Come monitorare i KPI nel processo di Trasformazione Digitale? Tutti gli strumenti di Google Analytics aiutano a:

  • identificare micro e macro conversioni;
  • creare dei report personalizzati con i KPI individuati;
  • configura le azioni identificate come obiettivi su Google Analytics;
  • impostare un invio automatico via mail ogni mese con la comparazione rispetto al mese precedente.

Trasformazione Digitale: Considerazioni conclusive

Giunti al termine di questa guida, occorre avere ben chiaro che il processo di trasformazione digitale è prima di tutto una questione legata al modus operandi ed al modello di business che viene adottato all’interno dell’unità aziendale. Per innescare e mettere in atto le condizioni favorevoli alla trasformazione digitale ogni impresa deve essere in grado di saper gestire tutte le difficoltà e gli ostacoli. Ben si comprende che la digitalizzazione non deve essere concepita come un mero obiettivo, ma un vero e proprio percorso verso il cambiamento olistico. Cambiare il modo di lavorare significa abbandonare le proprie abitudini, crescere e migliorare, rendendo partecipi i propri dipendenti e coinvolgendoli al meglio nella trasformazione. Le imprese più virtuose sono quelle che diventano esse stesse “agenti del cambiamento”. Non a caso, la formazione è un passaggio indispensabile nel processo di digitalizzazione di un’azienda.

Ti senti pronto per affrontare la nuova sfida? Se hai necessità di implementare il tuo percorso e piano di Trasformazione digitale, affida il tuo Business a Nextre. Compila il form di contatto qui sotto.


Scrivici per informazioni





INDIRIZZO

Via Imperia, 2 – 20142 Milano (MI)

E-MAIL

contattaci@nextre.it

TELEFONO

+39 02 49518390

Dal blog di Nextre
Altri articoli simili
vai al blog