Drupal: interazioni con il digital marketing, storia e fondatore

Drupal è uno dei più diffusi CMS, ovvero Content Management System, scritto attraverso il linguaggio PHP, che dalla sua creazione a oggi ha subito numerosi aggiornamenti.

Nel mondo digitale attuale c’è molta attenzione sul marketing di tipo contestuale, determinato cioè dall’esperienza utente.

Il modo migliore per personalizzare un prodotto o un servizio è attraverso le piattaforme digitali come facebook! Tuttavia, nonostante molte aziende siano coinvolte nella ricerca di una relazione vera con i propri clienti che si basi sul coinvolgimento emotivo, spesso non riescono ad ottenere i risultati che si erano prefissate.

Questo accade perché le aziende non riescono a prevedere la reale necessità del cliente, non sanno da quale strategia partire e si perdono in qualsiasi tipo di interazione trascurando quel potenziale in grado di trasformare il cliente in consumatore finale.

È necessario creare un valore aggiunto che trasmetta al cliente lo stimolo giusto per acquistare un servizio. Questo è utile per creare e valorizzare la relazione.

Quando un’azienda utilizza Drupal 8 come piattaforma, prova a ricreare l’esperienza web che i clienti richiedono.

Drupal ti consente di creare contenuti per catturare e sorprendere i visitatori trasformandoli in un punto di forza. Vanta numerose caratteristiche che lo rendono unico tra i CMS più diffusi.

Le funzionalità della piattaforma Drupal 8 che migliorano significativamente l’esperienza utente sono:

  • Un design reattivo;
  • Una gestione dei contenuti intuitiva;
  • Il fatto di essere SEO friendly;
  • Lo sviluppo e la gestione semplificata dei micro siti;
  • Si possono gestire facilmente più lingue sul sito;
  • È ready Cloud;
  • Offre un’esperienza omnicanale;
  • Supporta i migliori strumenti di analisi come Google Analytics.

Come sfruttare Drupal dal punto di vista del marketing?

Attraverso Drupal 8 è possibile fare marketing raccogliendo e misurando le interazioni sul web.

Con Drupal è possibile analizzare le azioni dei clienti al meglio e creare così delle strategie aziendali che riescano a guidare i terzi sul sito.

Per capirci meglio, possiamo paragonare i vari aspetti del marketing digitale alla mappa di una metropolitana:

Drupal digital marketing mappa

Drupal offre profonde integrazioni con le principali piattaforme di analisi web, CRM, campagne email e sistemi di marketing automation per garantire che le informazioni sui clienti vengano acquisite, misurate, testate e ottimizzate al meglio.

Qui sotto i migliori tool e piattaforme per fare digital marketing con Drupal 8:

  • Hub di marketing;
  • Piattaforme di social media: Facebook, YouTube, Twitter, Google+ e altri;
  • Web Analytics: Google Analytics, Omniture e PPC;
  • Strumenti di e-mail marketing: YMLP & Chimp;
  • Content Syndication: RSS;
  • Integrazione CRM: Salesforce, SugarCRM;
  • ERP e ECM: SAP.

Gestendo le soluzioni digitali compatibili con Drupal, è possibile creare esperienze ricche per i clienti e trasformare i potenziali follower in acquirenti.

Drupal lascia il segno nel mondo del marketing digitale proprio perché offre esperienze soddisfacenti su tutti i canali e dispositivi digitali che i clienti desiderano utilizzare per leggere contenuti e interagire con un brand.

Qualche curiosità: come nasce il nome Drupal?

La storia di Drupal, a partire dal nome, inizia nel gennaio del 2001, con il rilascio della prima versione online.

L’aneddoto del nome riguarda il suo ideatore, Dries Buytaert, che nella fase iniziale del progetto commise un errore di digitazione…

Inizialmente Drupal era semplicemente un sito e non la piattaforma che conosciamo ora, la svolta si è verificata quando Dries Buytaert ha sbagliato a digitare il nome del dominio scrivendo al posto di “dorp”, ovvero “villaggio” in lingua olandese, drop. In inglese la parola drop significa goccia.

Dries Buytaert, dopo aver cercato uno spazio libero sul web che corrispondesse alla dicitura drop.org. ha optato per il termine druppel, che dall’olandese è stato traslato in Drupal.

Questo errore di battitura ha sancito fondamentalmente la nascita della parola “Drupal”.

Ora Drupal è molto diffuso nel mondo e si è arrivati all’ottava versione con migliaia di utenti che lo utilizzano. Un esempio celeberrimo di affezionato “cliente”? La Casa Bianca: non male, come conquista!

Info e curiosità sull’ideatore di Drupal

Dries Buytaert nasce il 19 novembre 1978 a Wilrijk, Anversa, Belgio.

Crescendo diventa ben presto programmatore di software open source e successivamente fonderà Drupal CMS.

Si è laureato in Informatica il 27 gennaio 2008 all’Università di Ghent in Belgio e dal 1999 al 2000 è stato il manutentore delle FAQ Linux-WLAN.

In questo periodo fonda il concetto di Drupal, Dries. Inizialmente aveva mantenuto attivo un piccolo sito di notizie e una web board. Il 1° dicembre 2007  Dries annuncia, insieme al co-fondatore Jay Batson, il lancio di una start-up chiamata Acquia.

Acquia è una società di software open source commerciale che fornisce prodotti, servizi e supporto tecnico per Drupal. Acquia vuole essere per Drupal ciò che Red Hat è stato per Linux.

Nel 2009, Acquia ha aiutato a rilanciare Whitehouse.gov su Drupal. Il 31 marzo 2008 Dries lanciava Mollom, un servizio dedicato alla lotta contro lo spam nei siti Web: “Lo scopo di Mollom è quello di ridurre drasticamente lo sforzo di mantenere il sito pulito e la qualità dei contenuti elevata. Nel 2008, Buytaert è stato eletto “Young Entrepreneurs of Tech” da BusinessWeek. È stato anche nominato al TRIT Technology Review TR35 come uno dei 35 migliori innovatori al mondo.