Categoria: e-Commerce

4 trend E-commerce del 2019 da seguire per avere successo online

Quali tendenze e-commerce domineranno il 2019?

Prima di rispondere a questa domanda dobbiamo fare una piccola premessa.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una crescita esponenziale di questo settore.

Nel 2018 in Italia, secondo i dati dell’Osservatorio e-commerce, è aumentato del 16%.

Quindi si può dedurre che negli anni a venire questo settore continuerà a crescere.

Secondo Statista, infatti, entro il 2021 le entrate mondiali arriveranno a circa 4,88 miliardi di dollari.

Proprio una bella somma, no?

Sempre più aziende, infatti, decideranno di investire in questo settore e di creare un e-commerce per la loro attività.

E per te che possiedi già un’azienda online sai benissimo cosa ti aspetta: una concorrenza agguerrita.

Quindi è importante conoscere tutte i trends dell’e-commerce per stare un passo avanti ai tuoi competitor.

Potrai restare sulla cresta dell’onda e tenerti al corrente di tutti i cambiamenti tecnologici e innovativi che incideranno sul comportamento dei consumatori.

Ecco 4 trend e-commerce del 2019 per il tuo successo online:

1.  La vendita dei prodotti multicanale

Sai che le persone utilizzano più canali per gli acquisti online?

Secondo il report del 2018 effettuato da Omnichannel Buying, circa l’87% delle persone negli USA compra offline.

Il 78% dei consumatori invece effettua un acquisto tramite Amazon, il 34% su eBay e l’11% su Facebook. Mentre ben il 45% compra in un negozio online.

Tenendo conto di questi dati considerevoli puoi comprendere meglio l’importanza delle vendite multicanale.

Utilizzando questo sistema potrai soddisfare qualsiasi esigenza del tuo cliente, rendendoti disponibile sui più canali utilizzati dai tuoi utenti.

Difatti non basta vendere soltanto tramite il tuo sito web ma devi prendere in considerazione anche le diverse piattaforme di social media o negozi fisici.

Ad esempio, potresti promuovere i tuoi articoli attraverso Amazon, eBay o Google Shopping oppure su Facebook, Instagram o Pinterest.

2.  Il pagamento con un’elaborazione intelligente

La fase fondamentale del processo, come ben saprai, è il pagamento.

Per il semplice fatto che si tratta del momento decisivo del cliente: il passaggio che rende effettivo o interrompe l’acquisto.

In questa fase potresti perdere un tuo potenziale cliente.

Difatti secondo i dati del Baymand Institute, il 70% dei consumatori abbandona il carrello.

In poche parole, dopo essersi informato e aver maturato il suo interesse d’acquisto, il cliente non completa la procedura di pagamento.

Ma perché?

Secondo il report, la causa di abbandono dei carrelli per il 28% dei consumatori è un procedimento di check out complicato e lungo.

Per questo motivo è opportuno che nel tuo e-commerce ci sia un sistema di pagamento flessibile e semplice in grado di garantirti delle conversioni più veloci.

Invece, se hai intenzione di estendere il tuo negozio in tutto il mondo è necessario differenziare le modalità di pagamento.

Ogni paese, certamente, ha una diversa modalità di pagamento, che dovrai semplificare per rendere migliore l’esperienza del tuo cliente.

Infatti il 13% dei consumatori abbandona l’acquisto se l’e-commerce non include il pagamento locale.

Tuttavia possono presentarsi dei problemi a livello normativo e una piattaforma unica potrebbe comportare delle difficolta.

Per risolvere questo problema molti rivenditori stanno prendendo in considerazione la collaborazione con dei fornitori di servizi di terze parti.

e-commerce trends

3.  La personalizzazione Omnicanale per offrire una migliore personalizzazione

La vendita multi canale, come abbiamo già detto nel paragrafo precedente, è indispensabile per la tua vendita online. Ma non è sufficiente.

Infatti dovrai offrire l’esperienza della tua marca ai clienti nei vari canali che decidi di utilizzare.

Come?

Attraverso la personalizzazione delle interazioni in tutti i canali per ogni cliente.

In particolare, dovrai garantire delle esperienze che non siano fastidiose e irrilevanti per gli utenti.

Ovvero delle esperienze che siano coerenti e non discontinue per coinvolgerlo e attirare la sua attenzione verso l’acquisto dei tuoi prodotti.

Poiché secondo uno studio, circa L’80% delle persone, grazie a un’esperienza personalizzata, è più propensa all’acquisto.

Pensaci bene: Con un’esperienza customizzata è possibile avviare relazioni più autentiche tra venditori e clienti.

piattaforme e-commerce

Infatti circa l’88% dei marketer ritiene necessaria la personalizzazione.

Tuttavia ci sono ancora delle problematiche che ancora oggi si devono affrontare per garantire un andamento lineare personalizzato su tutti i canali.

Ad esempio, di seguito troverai alcuni dati sull’utilizzo dell’esperienza personalizzata:

  • Soltanto il 27% dei marketer collega la metà o più dei canali;
  • Il 46% ha sincronizzato pochi canali;
  • Il 27% non si preoccupa minimamente di collegarli.

Il miglior modo per concentrarsi sulla personalizzazione omnichannel è quello di utilizzare il targeting che si basa sull’intelligenza artificiale.

A cosa serve?

Grazie al targeting puoi identificare un utente che visita il tuo sito e-commerce.

In poche parole potrai scegliere l’esperienza più adatta per il cliente e quindi ottimizzarla sui differenti canali.

4.  Il packaging personalizzato

Prova a pensare a quante volte hai deciso di non comprare un prodotto solo perché non ti piaceva la confezione.

Sai perché?

Perché i consumatori percepiscono il packaging come parte del prodotto. Infatti, ben il 68% di essi crede che un prodotto confezionato sia più attraente.

I clienti vogliono qualcosa di unico.

Ecco perché circa il 61% degli acquirenti ha affermato che un packaging unico e differente influisce sulla qualità del prodotto.

Sulla base di questo, è importante non trascurare la personalizzazione di un packaging per far riconoscere la propria azienda o il proprio brand.

Anche se decidi di vendere soltanto online.

Infatti, grazie a una confezione unica e riconoscibile i tuoi clienti presteranno una maggiore attenzione verso il tuo brand.

Saranno influenzati positivamente nella loro esperienza d’acquisto.

In questo modo il cliente potenziale potrebbe diventare un cliente fedele, tornando a comprare nel tuo e-commerce dopo il primo acquisto.

e-commerce trends 2019

Tuttavia sappiamo quanto è difficile stare al passo con i trend: diventa un’impresa ardua perché vuoi offrire un servizio ottimale ai tuoi clienti e nel frattempo occuparti della vendita nel tuo e-commerce.

Per questo motivo Nextre può aiutarti a gestire le attività per offrirti la possibilità di garantire un servizio efficiente ai tuoi clienti e quindi di aumentare i tuoi profitti.

Se ti è piaciuto l’articolo, puoi contattarci senza impegno per ricevere tutte le informazioni necessarie per il tuo e-commerce. Il nostro team di esperti sarà felice di rispondere a tutte le tue richieste.