Perché passare da Magento 1 a Magento 2

I risultati raggiunti da Magento 1

Il CMS open source Magento, lanciato nel 2008, ha rappresentato per molti anni una delle piattaforme più amate ed utilizzate per gli ecommerce di successo. La sua piattaforma, così ampia e ricca di funzionalità, offriva la massima possibilità di personalizzazione permettendo così di realizzare il proprio negozio online esattamente come desiderato.

Uno dei punti di forza di Magento è sempre stato quello di essere un software estremamente flessibile e scalabile, in grado di crescere di pari passo con ogni azienda. Il successo di questa straordinaria piattaforma progettata e realizzata per la gestione degli eccommerce è tutto racchiuso nei numeri che si porta appresso. Si calcola infatti che, in quasi dieci anni di presenza online, sia stata scaricata da oltre quattro milioni di utenti.

Cosa cambia con Magento 2?

Una piattaforma ampia e completa come Magento poteva essere difficilmente rimpiazzabile, se non da una nuova versione ancora più ricca ed ampia della precedente. A fine 2015 ha fatto il suo ingresso la versione Magento 2.

Rispetto alla precedente offre un nuovo check-out semplificato, un back office responsive ed un notevole miglioramento nella gestione di cataloghi e prodotti configurabili. Un passo avanti che non poteva passare inosservato nel settore dell’ecommerce. La nuova versione Magento 2 Enterprise Edition e Community Edition offre oltre 90 aggiornamenti, che permettono migliori performance attraverso l’ottimizzazione della cache e delle operazioni massive ed uno sviluppo più veloce per la realizzazione di siti multilingua. Anche catalogo, prodotti configurabili, gestione degli ordini e metodi di pagamento risultano più facilmente gestibili rispetto alla precedente versione.

Perché occorre passare da Magento 1 a Magento 2

Il passaggio da Magento 1 a Magento 2 non rappresenta un aggiornamento, bensì una vera e propria migrazione. La nuova versione si propone con API e framework diversi dalla precedente, oltre che con differenti strutture per il database, modalità di sviluppo dei temi e moduli. Il passaggio da Magento 1 a Magento 2 comporta quindi il trasferimento di dati e contenuti in una nuova piattaforma.

Per questo motivo nel momento in cui si pianifica il passaggio occorre predisporre un nuovo ambiente separato dal precedente, in cui gestire in completa autonomia il trasferimento dei dati e delle funzionalità. Il passaggio, per poter avvenire in maniera veloce e trasparente, dovrà essere eseguito sviluppando il nuovo software con l’utilizzo delle stesse integrazioni eseguite per il precedente, senza modifiche nell’interfaccia utente.

da Magento 1 a Magento 2

Quali sono i vantaggi nel passaggio da Magento 1 a Magento 2

Se è vero che il passaggio da Magento 1 a Magento 2 non è obbligatorio, è altrettanto vero che le varie funzionalità che verranno via via proposte saranno sempre più concentrate sul nuovo sistema. Le nuove features sviluppate esclusivamente per la versione Magento 2 renderanno in brevissimo tempo la vecchia piattaforma superata ed obsoleta.

Oltre che avere a disposizione tutte le nuove funzionalità che andranno via via ad aggiungersi alla nuova piattaforma, il passaggio da Magento 1 a Magento 2 permetterà di usufruire di miglioramenti davvero sorprendenti per quanto riguarda la velocità di caricamento, ottimizzata grazie a javascript, la compressione delle immagini e il browser caching.

La nuova piattaforma, riorganizzata completamente sia nella struttura su filesystem che su quella db, richiede molte meno risorse rispetto alla precedente, offrendo così una velocità di caricamento delle pagine migliore ed un risparmio di tempo di oltre il 20%.

Anche la struttura delle directory ha subito notevoli cambiamenti, per permettere agli elementi di front-end di divenire più modulari e facili da gestire. Questo ha comportato la necessità di riscrivere tutte le estensioni già comprese nella versione precedente, che altrimenti risulterebbero inutilizzabili.

Breadcrumb in Magento 2

Per rendere sempre più semplice ed intuibile la navigazione degli utenti all’interno dell’ecommerce, Magento 2 propone una struttura con menù breadcrumb. Questo percorso permette di arrivare ad una singola pagina di un sito web attraverso un percorso gerarchico strutturato partendo dalla pagina iniziale e proseguendo poi attraverso i vari link.

Una pagina che racchiude prodotti di maglieria, ad esempio, verrà raggiunta attraverso questo percorso Home – Abbigliamento – Donna – Maglie. Il percorso gerarchico, così strutturato, aiuterà gli spider dei motori di ricerca ed al tempo stesso faciliterà la navigazione dell’utente che visita il nostro sito web, in quanto potrà tranquillamente navigare e tornare ad una qualsiasi pagina precedente , cliccando su uno dei link proposti lungo il menù di breadcrumb.

Per aggiungere il menù di breadcrumb all’interno di Magento 2 è necessario agire sulla configurazione della piattaforma, accessibile attraverso il pannello Admin.

da Magento 1 a Magento 2

Layered Navigation in Magento 2

Uno degli strumenti maggiormente utilizzati dagli utenti che navigano in un sito ecommerce è senza dubbio la Layered Navigation, ovvero quell’elemento che viene generalmente posizionato sulla parte sinistra dello schermo e che permette di filtrare i prodotti presenti su una determinata pagina web attraverso una serie di caratteristiche. Questi attributi filtrabili consentono al nostro utente di selezionare solo articoli in base al prezzo, alla taglia, al colore, alla loro composizione oppure a qualsiasi altra caratteristica che li contraddistingua dagli altri. In questo modo, ad esempio, visitando la pagina delle maglie proposte in un negozio ecommerce, il cliente potrà scegliere di visionare solo quelle di una determinata misura, solo gli articoli in cotone oppure esclusivamente i capi di abbigliamento di un determinato colore.

La funzione Layered Navigation con prodotti filtrabili può essere facilmente aggiunta alla piattaforma Magento 2 attraverso il percorso che, partendo da Admin, prosegue poi su Stores, Attributes ed infine Product. Nella colonna relativa agli attributi occorrerà inserire il nome di quello da modificare e, una volta trovato, cliccare su edit. Per rendere infine la categoria ancorata sarà necessario seguire il percorso che, sempre partendo da Admin, ci condurrà attraverso Products ed Inventory alla Categoria. Una volta scelta, all’interno dell’albero delle categorie, cliccare infine per rendere operativo Display Settings e salvare il tutto.

Affidarsi a dei professionisti del settore permetterà di ottenere tutte le migliori performance e passare da Magento 1 a Magento 2 senza problemi.

Contattaci, senza impegno, per effettuare la migrazione del tuo sito da Magento 1 a Magento 2. Uno staff preparato si prenderà cura di te e ti guiderà in ogni aspetto della lavorazione.

Soluzioni Magento