Intervista a Fabio Rivolta: oggi il “Superman” di Nextre ci svelerà i segreti della programmazione

Rieccoci con una nuova puntata della rubrica “Nexleague” in cui raccontiamo lo staff di Nextre in modo simpatico e sotto una lente diversa dalla solita routine lavorativa. Oggi la DC ha deciso di prestarci superman per un’intervista in cui metteremo a nudo i suoi super poteri. In caso si dovesse mettere male, ho già con me due chili di nextonite pronti all’uso… Lex Luthor mi fa un baffo!

Clark Kent? Roba per dilettanti! Il vero nome di Superman è Fabio Luca Rivolta e no, non fa il giornalista ma lo sviluppatore Java. Nel tempo libero prova a salvare il mondo e conquistare il cuore delle sviluppatrici intrappolate dagli errori di codice più malevoli.

Dopo questa intervista saremo al corrente di come i suoi super poteri sono stati forgiati nel pianeta “Nextre” e come fa a risolvere i problemi che si presentano nel giro di 5 minuti. Pronti via…

1. Ciao Fabio, presentati ai nostri lettori. Chi sei e cosa fai nella vita?

  • Ciao a tutti, Mi chiamo Fabio Luca Rivolta ma potete anche omettere il mio secondo nome e chiamarmi semplicemente Fabio. Ho 24 anni e vivo nella bella e soleggiata Monza (notare il sarcasmo sulla parola soleggiata). Nella vita sono un programmatore Java presso l’azienda Nextre Engineering.

2. Quando sei entrato in Nextre?

  • Io e altri 4 dei miei colleghi (che forse un giorno ospiterete in questa rubrica) abbiamo fatto un corso Ifts da 1000 ore (500 ore in aula e 500 ore di stage in azienda) ed in questo momento sto affrontando la mia 455° ora in Nextre

3. Puoi raccontarmi qualcosa riguardo a questa esperienza?

  • Possiamo dire che fino a ora questa è stata un’esperienza più unica che rara. Il mio tutor è sempre stato disponibilissimo e mi ha dato gli strumenti necessari per cavarmela da solo in molte situazioni. Ammetto che molto spesso non è facile trovare la risposta giusta per la scrittura del codice, ma fortunatamente ci sono anche i miei colleghi e amici che sono sempre disponibili a darmi una mano. Ringrazio anche il CTO Moreno Mazzoni che ci segue quotidianamente e ci aiuta ogni volta che abbiamo bisogno di un consiglio.

4. Pro e contro (se ci sono) dell’Academy?

  • Un pro dell’Academy è sicuramente il fatto che ci aiutiamo a vicenda, siamo un gruppo molto vario e quindi escono fuori molte idee interessanti. Attraverso l’Academy puoi imparare tante cose nuove e risolvere molti dei tuoi dubbi. Giusto per farvi capire meglio come funziona: all’inizio non sapevo cosa fosse un oggetto Java, ma dopo solo 3 mesi di Academy mi sono ritrovato a sviluppare un progetto per Nextre.

5. Puoi dirmi quali sono gli errori di programmazione più difficili da risolvere?

  • Gli errori più difficili da risolvere sono quelli più semplici e banali, e spesso ci ritroviamo a guardare per ore ed ore il codice per poi scoprire che abbiamo dimenticato un punto e virgola alla fine oppure ci siamo scordati di chiudere una parentesi tonda.

6. Quali sono le caratteristiche che rendono unica questa società?

  • Sicuramente il fatto che siamo tutti molto uniti e che troviamo un modo per vederci anche dopo l’orario di lavoro. In diverse aziende dopo 8 ore di lavoro non vedi l’ora di tornare a casa e sdraiarti sul divano e non vedere i tuoi colleghi fino al giorno dopo, invece in Nextre spesso organizziamo aperitivi post lavoro ed in questo momento stiamo formando un gruppo per andare ad allenarci in palestra tutti assieme.

7. Sceglieresti nuovamente Nextre? Spiegami perché

  • Certamente, sceglierei di nuovo Nextre principalmente perché ho ancora tanto da imparare e questa azienda da la possibilità e gli strumenti per crescere al meglio, in più Nextre è in continua crescita e potrà raggiungere sicuramente altissimi livelli.

8. È molto difficile programmare in Java?

  • Non è assolutamente facile, bisogna essere sempre aggiornati sulle ultime novità e spesso è opportuno modificare il proprio programma ed il proprio modo di ragionare, anche radicalmente. Java è un linguaggio di programmazione molto usato e quindi è soggetto a cambiamenti e se non ci si mette al corrente sulle nuove versioni si rischia di rimanere indietro.

9. Puoi farmi un esempio relativo a un progetto di cui vi occupate in Nextre?

  • In questo momento stiamo sviluppando un progetto di “Comparazione Prezzi” il quale attraverso un input di parole chiave consente agli utenti di trovare informazioni sui prodotti che intendono acquistare, ordinandoli per prezzo crescente.

10. Come vedi il tuo futuro?

  • In questo momento il mio obiettivo è quello di ottenere la certificazione OCA, questo è un traguardo che si sono prefissati tutti i componenti della Justice League (i ragazzi che attualmente fanno parte dell’Academy). Dopo la certificazione spero di aver la possibilità di lavorare su molti altri progetti in Nextre.

11. Quali sono i tuoi hobby? Come ti piace trascorrere il tempo libero?

  • Mangiare patatine, guardare serie tv e fare zapping valgono come hobby? Comunque a parte gli scherzi sono 10 anni che faccio teatro.
    Sono in una compagnia teatrale e ogni settimana con un regista professionista tengo un corso di teatro. Quando non sono sul palco mi piace leggere oppure amo far ingrassare le persone con la mia cucina.

Grazie mille per la tua disponibilità Fabio. Ora ti lascio alle tue faccende, ci sono tanti codici da risolvere e programmatrici da salvare. Da Ale è tutto… alla prossima!

Se vuoi anche tu affiancare Fabio nelle sue avventure tra coding e programmatrici in difficoltà, contattaci per richiedere di entrare nella NexLeague 

Lavora Con Noi