Quanto costa un’applicazione nel 2017?

Il vero costo di un’applicazione va pianificato seguendo diverse fasi

Si, vanno pianificate molte fasi per conoscere in modo preciso quanto costa un’applicazione, ma se pensate di risparmiare sarà difficile ottenere un’app performante e come l’avete sempre sognata. E’ innegabile come il mondo moderno, e la nostra vita, girino attorno all’uso dei dispositivi mobili e che la diretta conseguenza di tale dipendenza dagli smartphone o tablet sia sicuramente l’enorme ed esponenziale sviluppo di applicazioni di ogni genere e sorta. Si va dalle semplici, ma indispensabili, calcolatrici a quelle specifiche per la propria banca, passando per videogiochi, messaggeria istantanea, gestione foto/video, e-commerce preferiti, app per imparare ogni genere di idioma, social network, siti di viaggi e moltissime altre. Tanti di noi, visto l’indiscutibile successo incontrato in questi ultimi anni dagli sviluppatori, avranno anche pensato di imparare a padroneggiare gli strumenti ed i trucchi della programmazione ma, diciamoci la verità, servono esperti per creare un prodotto di successo.

Aziende e colossi commerciali spendono ogni anno fior di quattrini per garantirsi applicazioni accattivanti e di forte impatto, in grado di tenere gli utenti incollati al display dello smartphone e di fornire un’esperienza di navigazione semplice nell’utilizzo ma allo stesso tempo stimolante e completa. Viene spontaneo quindi chiedersi: Ma quanto può costare un’app?

Sicuramente la risposta non è delle più semplici, poiché non si può parlare in generale di un progetto standardizzato ed immune da variazioni di prezzo.

Applicazioni: prezzi ed aspettative

Prima di domandarsi quanto costa un’applicazione è necessario comprendere “cosa c’è dietro”, ossia addentrarsi all’interno del processo creativo e di investimento risorse che ne precedono la nascita.

Un’applicazione è innanzitutto un’idea, una buona idea se parliamo di un software in grado di far presa sugli utenti e di far guadagnare il proprio sviluppatore, ed una volta capito quale tipologia di app si vuole mettere in piedi ci si impegna per realizzarla. Ecco che quindi, come tutti i progetti, esistono fasi da pianificare ed aspetti da tenere in considerazione per capire quanto costa un’applicazione, come ad esempio:

  • Linguaggio di programmazione da utilizzare;
  • Tipo/Tipi di S.O. per i quali svilupparla;
  • Numero di funzionalità e complessità dell’interfaccia (login nativo, sincronizzazione dati, sistemi di pagamento..)
  • Interazione con gli utenti e manutenzione periodica (rating, geolocalizzazione, aggiornamenti..)
  • Eventuale pubblicizzazione dell’app;
  • Iscrizione ai diversi tipi di app store, come distributore free o venditore;
  • Tempo impiegato per la sua realizzazione.

Questi sono solo alcuni degli aspetti che influiscono sul prezzo finale di un’applicazione, ma fanno ben comprendere come ci sia una netta differenza tra un’app creata per pubblicizzare il parrucchiere dietro casa, con 3 funzionalità (che a dirla tutta non vanno nemmeno alla grande) ed una che regge il traffico dati proveniente da utenti connessi ad un grande ecommerce, conosciuto a livello mondiale.

Tutto dipende dalla destinazione d’uso dell’applicazione, dalle esigenze personali del committente e dal budget a disposizione del singolo.

quanto costa un'applicazione

Ciò che comunque influisce maggiormente sul costo di un’app è il numero di funzionalità che tali software possiedono, il livello di complessità a livello grafico e la qualità della user experience. Basti paragonare una semplice utility come può essere “la torcia” con uno dei più moderni videogames da smartphone, questo ci fa sicuramente comprendere quanto il capitale investito per le due app possa essere dissimile.

Tirando le somme: quanto costa un’applicazione?

Quanto costa sviluppare un’app

Non è certamente possibile stimare con precisione i costi di sviluppo di un’app.

Essi infatti dipendono dalla tipologia di app che decidi di sviluppare, dalle sue caratteristiche e dalle funzionalità (basic o avanzate) interne.

Tuttavia,  si può individuare un range di prezzo in base alle caratteristiche che l’applicazione dovrà poi presentare a lavoro ultimato.

Per applicazioni molto semplici, appoggiandosi magari a servizi gratuiti presenti online e con buone basi personali di programmazione si può arrivare a spendere poche migliaia di euro, ma sicuramente il risultato non sarà dei più esaltanti. Sempre meglio quindi rivolgersi a professionisti del settore che sappiano inquadrare innanzitutto le necessità del cliente e fornire le capacità professionali per sviluppare l’app più adatta alle esigenze del singolo committente, dalle stand alone a quelle connesse in modalità sincrona, passando per le asincrone ed i giochi.

Per questo motivo, se hai a disposizione del budget per investire nello sviluppo della tua app aziendale, è consigliabile rivolgerti ad agenzie specializzate del settore.

Scegliere un’agenzia per sviluppare un’app ha certamente dei costi maggiori, ma ha anche dei benefici.

Noi ad esempio, affianchiamo il cliente dalla fase di progettazione dell’applicazione, alla sua distribuzione e al mantenimento, fornendo un supporto continuo, tempestivo e soprattutto completo.

Inoltre, il nostro team di specialisti studia nel dettaglio le scelte grafiche, di design e di contenuto, sviluppando un progetto completo e fornendo un prodotto finale che rappresenta al meglio il tuo brand.

L’ultimo vantaggio, ma non per importanza, è che avere un team di professionisti ti dà maggiore garanzia e sicurezza, consentendoti di evitare lo spreco di tempo, risorse e denaro.

Per sapere quanto costa un’applicazione che hai pensato per la tua attività, contattaci senza impegno e, riceverai un preventivo così da avere una maggiore idea sul piano di sviluppo più idoneo

Contattaci