4 tecniche per creare corsi e-learning nel 2020

Che tu sia un istruttore di yoga, un esperto di grafica, di finanza o un insegnante di lingue, avrai sicuramente pensato almeno una volta nella vita: “Ma perché non creo un corso online?”

Iniziamo con il chiarire il concetto di corso online, o meglio di e-learning.

Secondo il Glossario ASFOR (Associazione Italiana per la Formazione Manageriale) l’e-learning è una:

metodologia didattica che offre la possibilità di erogare contenuti formativi elettronicamente attraverso reti Internet o reti Intranet”.

Negli ultimi 10 anni, questa modalità di apprendimento si è rapidamente diffusa ma è negli ultimi mesi che ha raggiunto l’apice del suo successo.

Per gli utenti, questa è una soluzione di apprendimento flessibile, facilmente personalizzabile, accessibile da remoto ed ovunque ci si trovi, senza vincoli di orario e limiti geografici.

In questo articolo vedremo quali sono le quattro tecniche principali per creare un corso e-learning utile, accattivante e ben strutturato.

Perché creare corsi e-learning?

Ma da dove nasce l’esigenza di condividere contenuti formativi online?

L’obiettivo di un formatore è dare a tutti la possibilità di sviluppare una determinata competenza, è facilmente comprensibile quanto le potenzialità della rete si prestino benissimo a questo scopo.

La possibilità di raggiungere un grande numero di utenti che hanno la possibilità di studiare dove, come e quando vogliono, è il sogno di chiunque graviti intorno al mondo della formazione, sia esso formatore o studente.

Un corso e-learning ti permette di fornire contenuti sempre aggiornati impiegando pochissimo tempo, oltre che abbattere i costi.

Inoltre fa bene anche all’ambiente: secondo uno studio condotto su questi corsi è stato rilevato che i programmi di apprendimento a distanza consumano circa il 90% in meno di energia e generano l’85% in meno di emissioni di CO2 rispetto ai tradizionali corsi educativi.

Ma ora andiamo a vedere come si crea un corso e-learning!

Scegliere la piattaforma LMS

creare corsi e-learning

Il primo passo per portare la tua formazione online, è scegliere il software di LMS (Learning Management System) più adatto alle tue esigenze. LMS significa letteralmente “sistema di gestione dell’apprendimento” e Moodle rappresenta in questo scenario una delle soluzioni migliori a disposizione, dando una marcia in più al tuo programma di formazione.

Il mercato offre molteplici soluzioni per l’apprendimento online, ma noi abbiamo scelto di investire su Moodle perché riteniamo sia la scelta migliore per chi è alla ricerca di una piattaforma e-learning progettata per fornire a educatori, amministratori e studenti, un unico sistema di apprendimento robusto, sicuro e integrato

Moodle, acronimo di Modular Object-Oriented Dynamic Learning, nasce nel 1999 come tesi di Dottorato di Martin Dougiamas. Oggi, con 68 milioni di utenti in tutto il mondo, Moodle è di gran lunga il sistema di gestione dell’apprendimento più utilizzato da organizzazioni e aziende di ogni tipo e dimensione.

Ma quali sono i punti di forza di Moodle che ci consentono di affermare che sia la scelta giusta?

Tra questi vi è sicuramente il suo essere open source, che lo rende una soluzione completamente gratuita ed altamente personalizzabile. Questo può dare innumerevoli vantaggi, fra cui:

  • La sua scalabilità, consente a chiunque di adattare, estendere o modificare Moodle per progetti commerciali e non commerciali, senza costi di licenza.
  • La sua flessibilità, permette di costruire un ambiente di apprendimento personalizzato che fornisca, sia a livello grafico che di contenuti, un’esperienza pedagogica unica, affiancando al materiale didattico, strumenti di condivisione sociale come forum, chat, quiz e così via.
  • La sua diffusione ha permesso di creare una vasta community internazionale attiva, composta da un team di sviluppatori e una rete pertner Moodle, che consente di apportare al progetto continue correzioni e miglioramenti rapidi dei bug, con importanti nuove release ogni sei mesi.
  • Ultimo, ma non per importanza, la sicurezza dei dati e la privacy degli utenti, che attraverso un costante aggiornamento e implementazione dei processi di sviluppo e software, consente di proteggere la piattaforma da accessi non autorizzati, dalla perdita dei dati o da un uso improprio degli stessi. Per questo motivo, Moodle può essere distribuito facilmente su un cloud o server privato sicuro per un controllo completo.
moodle elearning

Inoltre, Moodle investe sul mobile, adattando il proprio layout desktop alla versione responsive, nonché mettendo a disposizione dei suoi utenti un’app dedicata, assicurandosi che non ci siano limiti all’apprendimento online.

Le modalità e i settori interessati per realizzare un sistema di apprendimento continuo

Ora passiamo a comprendere quali sono le modalità per realizzare un sistema formativo “integrato”, utile per progettare, distribuire e ampliare i contenuti didattici.

In generale, potrai decidere di intraprendere tre strade:

  • l’apprendimento sincrono attraverso l’utilizzo di videoconferenze e di aule virtuali;
  • l’auto-apprendimento asincrono attraverso la fruizione di contenuti “preconfezionati” disponibili sulla piattaforma di erogazione;
  • l’apprendimento collaborativo attraverso le attività della comunità virtuale di apprendimento.

Ovviamente, queste nuove tecnologie ICT possono essere affiancate ad incontri in sedi fisiche, ubicate sul territorio, nella modalità “blended” in cui si alternano moduli didattici erogati in modalità on-line ad attività formative tradizionali, al fine ultimo di beneficiare dei vantaggi di entrambe le modalità di apprendimento.

I corsi e-learning interessano tanto il settore privato quanto quello pubblico. Ti basti pensare che la formazione del personale è una delle priorità più rilevanti all’interno del Piano Industria 4.0.

Tipi e tecniche utili per creare corsi E-learning

Creare un corso di e-learning non è un’impresa impossibile, anche se non si ha molta esperienza nel settore.

Vediamo ora insieme quali sono le 5 cose da fare per creare in modo semplice un corso di e-learning capace di aiutare gli studenti a raggiungere i loro obiettivi di apprendimento.

Accedi alla Dashboard e crea layout di pagina o utilizzane uno già esistente

Per iniziare, la prima cosa da fare è accedere alla Dashboard, una pagina personalizzabile in cui è possibile trovare tutti i corsi, in cui vengono specificati i progressi e le scadenze.

All’interno possiamo trovare informazioni aggiuntive e contenuti didattici extra, ad esempio il calendario, un elenco dei corsi al quale si è iscritti, gli annunci del sito e così via.

Questi widget possono essere inseriti sia nelle sezioni laterali che nel corpo centrale in base alla comodità dell’utente: l’amministratore potrà spostarli e fornire agli utenti la soluzione migliore per loro.

Inoltre, ci sono una serie di strumenti che danno accesso a modelli di layout di pagina da utilizzare nella progettazione del tuo corso. Invece di dover creare l’intero layout da zero, è possibile sfruttare questi modelli e ridurre significativamente i tempi di sviluppo.

Alcuni dei modelli di e-learning possono anche essere personalizzati per includere il logo. Questo dà a tutti la possibilità di produrre i propri corsi senza alcuna conoscenza di programmazione o di progettazione.

Valuta in anticipo il tuo pubblico e gli argomenti

creare corsi e-learning

Uno degli errori da evitare per chi sta sviluppando un corso di e-learning è quello di non valutare e analizzare efficacemente il pubblico o l’argomento in anticipo.

Per farlo, è consigliabile rivolgersi ad un esperto dell’argomento che avete deciso di trattare, per avere un’idea di quali contenuti devono essere inclusi e quali possono essere omessi.

Per quanto riguarda il pubblico, invece, fate sondaggi, interviste e focus group, in modo da avere una comprensione approfondita di quali obiettivi hanno gli utenti quando si apprestano a frequentare un corso di e-learning.

Scegli un sistema di gestione basato su Cloud

Come piattaforma e-learning, Moodle mette a disposizione soluzioni in cloud che consentono di condividere strumenti e risorse anche in questa soluzione.

Per esempio, è possibile progettare un intero corso con un sistema di gestione dell’apprendimento basato sul cloud, integrando i tuoi contenuti personalizzati con elementi grafici e multimediali. 

Ad esempio, è possibile ospitare file sui più comuni sistemi in cloud come Dropbox, Google Drive, iCloud, evitando di appesantire il server, oppure incorporare pagine web esistenti al posto che riqualificarle da zero.

Aggiungi risorse multimediali

Utilizzare risorse multimediali come immagini, video e audio è molto importante per dare ai tuoi studenti un prodotto completo.

Certo, non bisogna mai esagerare. Infatti, una sovrabbondanza di questi elementi rischierebbe di rendere il tuo corso troppo dispersivo.

Se non hai gli strumenti o le competenze necessarie per creare elementi multimediali da solo, puoi semplicemente incorporare i link a dei video, presentazioni e qualsiasi altra risorsa online nel tuo corso.

Così, i tuoi studenti potranno accedere alle informazioni in modo rapido, senza dover setacciare il web alla ricerca di contenuti multimediali relativi all’argomento, dando così maggior valore al tuo corso.

Conclusioni

Creare un corso in modalità e-learning è una delle soluzioni migliori per rendere la formazione accessibile a tutti e fornire contenuti sempre aggiornati nel modo più efficace possibile.

All’inizio è assolutamente normale avere dubbi e incontrare qualche difficoltà, ma con il tempo sarà tutto più chiaro: noi siamo qui per questo! Contattaci per richiedere maggiori informazioni sulla creazione di un corso e-learning con Moodle.