Moodle: cos’è e come funziona

L’apprendimento si sposta online con Moodle e si trasforma in e-learning.

Con questo termine si indicano le soluzioni che permettono di realizzare percorsi di formazione in mobilità, accessibili da qualunque luogo e in qualunque momento, grazie alla potenza della rete.

In un mondo dominato da internet, anche l’apprendimento dai banchi di scuola e dalle aule delle università, si evolve grazie alle nuove tecnologie.

Moodle è una di queste.

Quali sono le aziende che possono aver bisogno di una piattaforma come Moodle?

Tutte quelle che svolgono attività di formazione online. Dalle aziende che si occupano di didattica a distanza, alle imprese che fanno corsi di aggiornamento interni per i propri dipendenti.

La tua azienda rientra tra queste?

Se la tua risposta è no, pensa ai vantaggi che puoi trarre dal fare corsi di aggiornamento online per i tuoi collaboratori.

In questo articolo faremo una panoramica approfondita di Moodle, spiegando che cos’è e come funziona, a che cosa serve e come utilizzarlo.

Cos’è un LMS?

Per prima cosa, Moodle è una piattaforma di LMS (Learning Management System).

L’acronimo LMS significa letteralmente “sistema di gestione dell’apprendimento” e indica i programmi e le piattaforme online che vengono realizzate per fornire contenuti educativi e formativi online, attraverso il web o all’interno di reti private.

Questa modalità di formazione rientra nella categoria e-learning . Sono disponibili numerose soluzioni in questo settore: Moodle è una di queste.

Descrizione di Moodle

cos'è Moodle? Qui la Home Page
L’Home Page del sito di Moodle

Moodle è stato creato nel 2002 da Martin Dougiamas, un ingegnere australiano con master in educazione.

Il nome deriva dalle lettere del suo acronimo, che sta per Modular Object-Oriented Dynamic Learning. Significa che è un ambiente per l’apprendimento dinamico e modulare, orientato agli oggetti.

L’interfaccia di utilizzo è estremamente user friendly e consente una navigazione facile ed intuitiva, sia per i docenti che per gli studenti. Questo facilita la ricerca delle informazioni e la fruizione dei contenuti.

Perché dovresti usare proprio Moodle per la gestione dei tuoi corsi online?

Nel campo dell’apprendimento online, Moodle è il sistema più usato in assoluto, con quasi 70 milioni di utenti complessivi in 230 paesi diversi, attraverso 54 mila portali web registrati. Il numero dei corsi realizzati ha raggiunto i 7 milioni e mezzo.

Quali sono i vantaggi che offre Moodle?

Moodle è una piattaforma open source: questo vuol dire che gli utenti possono contare su una community globale di sviluppatori, che si occupano di mantenere aggiornato il software, di sviluppare costantemente nuove funzionalità e di migliorare la User Experience.

Il modello pedagogico di Moodle è una novità in campo educativo perché utilizza un sistema interattivo e dinamico. Grazie ad esso, gli studenti non sono più soggetti passivi ma diventano parte integrante del corso: possono valutare i contenuti, aggiungere commenti e proporre suggerimenti.

Un altro dei vantaggi di Moodle è l’elevato livello di personalizzazione: gli studenti possono seguire i corsi online in base alle loro esigenze, programmando lo studio. A loro volta, i docenti possono interagire con gli allievi e approfondire alcuni argomenti trattati in classe.

I corsi realizzati all’interno di Moodle sono in formato multimediale: ad esempio, una lezione può contenere video, testi e infografiche.

Attraverso l’uso di quiz e altre prove di valutazione, il docente è in grado di valutare l’avanzamento della classe.

Tramite commenti e discussioni interne alle lezioni, l’apprendimento diventa dinamico e interattivo.

Quante persone usano la piattaforma Moodle? Vediamo le statistiche
Dati statistici dell’uso della piattaforma Moodle nel mondo

Le funzionalità di Moodle

All’interno del programma, ogni utente può avere differenti diritti di accesso, in funzione al ruolo che gli è stato assegnato

I ruoli standard che si trovano predefiniti all’interno di Moodle sono:

  • Manager: può accedere a tutti i corsi e modificarli;
  • Creatore di corsi: può creare e modificare il corso;
  • Docente: gestisce i corsi e può valutare gli studenti;
  • Studente: iscritto ai corsi e può accedere alle risorse messe a disposizione dal docente;
  • Ospite: è un utente non ancora iscritto ad un corso, con privilegi limitati;

Una delle funzioni fondamentali è quella dei Blocchi.

Ecco i principali blocchi previsti all’interno di Moodle:

  • Amministrazione: consente di visualizzare funzionalità differenti a seconda del ruolo;
  • Attività: mostra l’elenco delle attività presenti all’interno del corso (ad esempio, i forum di discussione legati al corso stesso);
  • Attività recenti: mostra un elenco delle modifiche apportate di recente al corso;
  • Calendario: indica eventuali eventi previsti all’interno del corso;
  • Corsi: è l’elenco dei corsi ai quali è iscritto il soggetto;
  • Descrizione del corso: fornisce indicazioni utili per il corso;
  • Persone: mostra l’elenco degli utenti iscritti al corso;
  • Prossimi eventi: l’elenco degli eventi in programma;
  • Ricerca nel forum: la funzione di ricerca per parole chiave;
  • Ultime notizie: mostra eventuali novità e aggiornamenti;
  • Utenti collegati: mostra l’elenco degli utenti connessi in quel momento;
  • Voce di glossario: mostra la definizione di uno o più termini.

Hai anche la possibilità di aggiungere un blocco nella pagina principale del corso che verrà visualizzato nelle colonne laterali del corso.

Come si installa Moodle?

La schermata di installazione della piattaforma Moodle e le varie versioni possibili
Pagina in cui fare l’installazione del download di Moodle

Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche principali di Moodle e quali funzioni offre la piattaforma, vediamo insieme come installare Moodle e soprattutto quale versione scegliere.

Per installare Moodle, le due versioni principali sono Moodle Cloud e Moodle Standard.

La prima è una versione disponibile online,  già pronta per essere installata e configurata. La seconda, invece, richiede una fase di sviluppo e di configurazione, prima di essere messa online.

Quale scegliere tra Moodle Cloud e Moodle Standard?

Dipende dalla complessità del progetto che vuoi sviluppare.

  • Se il tuo progetto prevede funzionalità particolari che richiedono l’installazione di plugin o altre estensioni, dovrai ricorrere alla versione Standard.
  • Se non hai esigenze particolari e la versione base di Moodle è sufficiente, allora puoi optare per la versione Moodle Cloud.

Chiaramente, la versione Standard comporta un costo maggiore della versione Cloud, legato alle attività di sviluppo e personalizzazione richieste.

Passiamo alla questione della privacy e del trattamento dei dati personali, un argomento che ha coinvolto direttamente Moodle.

A partire dalla versione 3.5, Moodle ha introdotto gli adattamenti necessari per rendere la piattaforma conforme alla normativa europea in materia di GDPR e protezione dei dati personali.

Per installare Moodle è necessaria la disponibilità di un web server che supporti MySQL o PHP.

Dai una marcia in più ai tuoi corsi online

Nel panorama delle piattaforme di e-learning e dei software LMS, Moodle rappresenta sicuramente una delle soluzioni migliori a tua disposizione.

Grazie a questo software, potrai dare una marcia in più al tuo programma di formazione online.

Per ottenere il massimo risultato dall’installazione di Moodle, le aziende si rivolgono a professionisti in grado di configurare correttamente la piattaforma, personalizzarla secondo le esigenze del cliente e seguire ogni aggiornamento successivo o richieste di integrazione e di modifica.

Il team Nextre ha sviluppato competenze verticali in questo settore e può aiutarti a studiare la soluzione più adatta alle tue esigenze. Vuoi creare la piattaforma? Fare l’installazione? La configurazione?

Richiedi subito maggiori informazioni al nostro team compilando il modulo di contatto presente in questa pagina.