L’apprendimento, soprattutto negli ultimi due anni, si è spostato per gran parte dal mondo offline a quello online e si è trasformato in e-learning grazie a piattaforme come Moodle.

Chiamiamo e-learning quelle soluzioni che permettono di realizzare percorsi di formazione in mobilità, accessibili da qualunque luogo e in qualsiasi momento, grazie alla potenza della rete.

In un mondo dominato da Internet, anche l’apprendimento dai banchi di scuola e dalle aule delle università si evolve grazie alle nuove tecnologie.

La piattaforma Moodle è una di queste.

Moodle è un sistema di gestione dell’apprendimento utilizzato attualmente da oltre 290 milioni di studenti in 240 Paesi sparsi in tutto il mondo. Con questa piattaforma sono stati creati oltre 38 milioni di corsi su più di 183.000 siti web.

dati statistici Moodle
Dati statistici dell’uso della piattaforma Moodle nel mondo.

Sono numeri da capogiro. Ma quali sono le aziende che possono aver bisogno di una piattaforma come Moodle?

Semplicemente tutte, tutte quelle che svolgono attività di formazione online. Dalle aziende che si occupano di didattica a distanza, alle imprese che fanno corsi di aggiornamento interni per i propri dipendenti.

La tua azienda rientra tra queste?

Se sei nel posto giusto e se la risposta è ancora no, ti invitiamo a pensare ai vantaggi che potresti trarre dal fare corsi di aggiornamento online per i tuoi collaboratori.

In questo articolo ti racconteremo in modo approfondito della piattaforma Moodle, spiegandoti cos’è, come funziona, a cosa serve e come utilizzarla. Se sai già di cosa si tratta e vuoi richiedere maggiori informazioni circa la creazione di una piattaforma Moodle, clicca sul link appena sotto.

Cos’è un LMS?

Per prima cosa, è importante sapere che Moodle è una piattaforma di LMS, ossia di Learning Management System.

Cos’è un LMS? La lettera L sta per formazione, la lettera M per gestione e la lettera S per sistema informatico. In poche parole, stiamo quindi parlando di un “sistema di gestione dell’apprendimento”.

Con questo termine vengono identificati i programmi e le piattaforme online realizzate per fornire contenuti educativi e formativi online, attraverso il web o all’interno di reti private.

Si tratta di contenitori all’interno dei quali possono essere creati dei corsi con video lezioni, documenti e altre forme di materiale educativo che gli insegnati condividono con gli studenti. Prevedono inoltre tutta una serie di strumenti per permettere a docenti e allievi di interagire come se si trovassero fisicamente dentro un’aula.

Questa modalità di formazione rientra nella categoria e-learning, di cui sono disponibili numerose soluzioni. In mezzo a esse troviamo anche l’LMS Moodle.

Le tipologie di LMS

spiegazione LMS

Dopo aver compreso il significato di LMS, sei pronto per scoprire tutte le tipologie esistenti. Ebbene sì, le piattaforme LMS non sono di un unico tipo ma esistono soluzioni per ogni esigenza.

Esistono infatti piattaforme:

  • Gratuite VS Commerciali: le gratuite sono la prima scelta standard di chi si approccia a un sistema LMS senza particolari conoscenze informatiche e che non vuole investire troppo; il commerciale è un’alternativa alla piattaforma gratuita, abbastanza semplice sia da implementare che da utilizzare;
  • Accademiche VS Aziendali: la formula pensata per gli istituti d’istruzione permette di calendarizzare, fissare obiettivi formativi, aggiornare contenuti, utilizzare strumenti di apprendimento e verificare le conoscenze (con test, quiz, ecc.); la seconda tipologia è simile alla prima, anche se differisce su alcuni particolari come le tempistiche più stringenti, la possibilità di dare certificazioni e di aggiornare in tempo reale i contenuti;
  • Open source VS Closed source: i sistemi open source ti permettono molta più personalizzazione a patto che tu abbia conoscenze informatiche o un esperto che ti aiuti;
  • LMS installato VS LMS sul web: nel primo caso il server viene installato sul proprio server e richiede una persona esperta di IT per la sua gestione; per ovviare al problema dell’LMS installato, sono state create soluzioni basate sul web, le quali non richiedono particolari conoscenze né costi di installazione;
  • SaaS/Cloud LMS VS LMS ospitato: parlando sempre dell’LMS basato sul web, puoi optare per la soluzione cloud grazie alla quale potrai creare corsi online senza eccessive preoccupazioni di installazione e aggiornamento; se intendi invece ospitare il software, avrai un maggiore controllo ma anche più pensieri di gestione;
  • LMS VS LCMS: un sistema LMS è concentrato sulla gestione dell’utente mentre un LCMS guarda piuttosto alla gestione dei contenuti del corso.

Chi usa un LMS come Moodle?

Come abbiamo detto all’inizio, la piattaforma Moodle è adatta a chiunque. Ma questa affermazione può dire tutto e niente, perciò vediamo nello specifico quali sono le realtà che possono creare un corso Moodle:

  • Istituzioni scolastiche: al primo posto si trovano sicuramente gli istituti scolastici, pubblici o privati, qualunque sia la branca che li riguarda perché i sistemi LMS prevedono strumenti tali da permettere l’apprendimento di qualsiasi materia;
  • Piccole e medie imprese: non serve una grande azienda per sentire il desiderio di formare i propri dipendenti, così anche le piccole e medie imprese che vogliono investire sul proprio personale possono creare dei corsi con Moodle per affinare le conoscenze e le competenze dei collaboratori;
  • Aziende: qualsiasi grande realtà che abbia necessità di formare un gran numero di dipendenti può ricorrere all’e-learning per permettere a centinaia o addirittura migliaia di persone di partecipare agevolmente a qualsiasi ora e in qualunque parte del mondo si trovino;
  • Enti governativi e organizzazioni: tutti oggi hanno bisogno di mantenersi aggiornati dato che il mondo corre sempre più veloce e quindi i corsi online sono indicati anche per utenti con mansioni particolari.

Quali sono le funzioni di un LMS

Le piattaforme LMS integrano un elevato numero di funzioni. Le tipologie più basiche permettono solo la gestione dei corsi, degli utenti e la verifica delle conoscenze, mentre le tipologie più avanzate integrano tantissime funzionalità in più.

Tra le altre cose, con un sistema LMS puoi:

  • Gestire i corsi: funzione fondamentale è quella di distribuire il materiale agli utenti del corso affinché possano studiare ed esercitarsi;
  • Gestire gli utenti: chi crea i corsi può aggiungere, modificare e rimuovere i diversi utenti per creare le classi in base alle proprie esigenze;
  • Verificare le conoscenze: ogni corso di formazione deve integrare dei metodi di esame delle conoscenze acquisite durante il corso e questo avviene attraverso strumenti diversi;
  • Gestire la classe: alcune funzionalità come il monitoraggio dei partecipanti o il calendario permettono di gestire al meglio la classe;
  • Creare dei contenuti: la maggior parte del materiale didattico può essere creata esternamente e poi caricata ma esistono alcuni contenuti, come i test, che possono essere creati direttamente all’interno;
  • Collaborare con gli utenti: attraverso social media, forum, chat e tanti altri strumenti puoi collaborare con tutti gli utenti iscritti al corso, una delle funzionalità principali di ogni corso affinché l’apprendimento sia possibile;
  • Sfruttare gli strumenti sociali: la piattaforma Moodle per certi aspetti assomiglia molto a un social media perché offre diverse possibilità agli utenti per collaborare, comunicare e scambiarsi opinioni;
  • Rilasciare certificazioni: molti degli utilizzatori delle piattaforme LMS, in primis le aziende, hanno bisogno di rilasciare certificazioni spendibili agli utenti;
  • Lavorare con la gamification: per rendere più interattivo e accattivante l’apprendimento sono previsti premi, classifiche, badge e altri stimoli per gli utenti;
  • Implementare integrazioni: per personalizzare ancor di più il corso sono disponibili integrazioni di terze parti da implementare per aumentare le funzioni.

Descrizione di Moodle

Home Sito Moodle
L’Home Page del sito di Moodle.

La piattaforma Moodle è stata creata nel 2002 da Martin Dougiamas, un ingegnere australiano con master in educazione.

Il suo nome deriva dalle lettere del suo acronimo, ossia Modular Object-Oriented Dynamic Learning. Questa sigla significa che Moodle è un ambiente per l’apprendimento dinamico e modulare orientato agli oggetti.

Moodle è un sistema open source, estremamente personalizzabile, che permette sì l’apprendimento ma in un modo estremamente dinamico e interattivo, decisamente rivoluzionario rispetto ad altri sistemi di e-learning.

L’interfaccia di utilizzo è estremamente user friendly e consente una navigazione facile e intuitiva, sia per i docenti che per gli studenti. L’obiettivo di Moodle è infatti quello di promuovere l’insegnamento basato sulla collaborazione e sulla creatività.

È un sistema facile da installare almeno tanto quanto è facile da utilizzare. La ricerca delle informazioni e la fruizione dei contenuti è particolarmente agevolata. Al suo interno si trovano tantissimi strumenti diversi che favoriscono il massimo coinvolgimento di tutti gli utenti, come chat, forum, sondaggi, collegamenti con wiki e tantissimo altro.

Inoltre, essendo una piattaforma molto complessa e densa di contenuti, è in continuo aggiornamento dal punto di vista della sicurezza per proteggere tutte le informazioni che vengono scambiate al suo interno.

Perché dovresti usare proprio Moodle per la gestione dei tuoi corsi online?

corsi online con moodle

Nel campo dell’apprendimento online, la piattaforma Moodle è quella più utilizzata in assoluto in tutto il mondo, con centinaia di migliaia di organizzazioni che lo utilizzano in ogni settore possibile dell’istruzione e nei luoghi di lavoro più disparati.

Quali sono i vantaggi che offre Moodle?

Ricordiamoci che la piattaforma Moodle è open source: questo vuol dire che gli utenti possono contare su una community globale di sviluppatori, che si occupano di mantenere aggiornato il software, di sviluppare costantemente nuove funzionalità e di migliorare la User Experience.

Il modello pedagogico della piattaforma Moodle è una novità in campo educativo perché utilizza un sistema interattivo e dinamico. Grazie ad esso, gli studenti non sono più soggetti passivi ma diventano parte integrante del corso: possono valutare i contenuti, aggiungere commenti e proporre suggerimenti. 

Un altro dei vantaggi di Moodle è l’elevato livello di personalizzazione: gli studenti possono seguire i corsi online in base alle loro esigenze, programmando lo studio. A loro volta, i docenti possono interagire con gli allievi e approfondire alcuni argomenti trattati in classe. 

I corsi realizzati all’interno della piattaforma Moodle sono in formato multimediale: ad esempio, una lezione può contenere video, testi e infografiche. 

Attraverso l’uso di quiz e altre prove di valutazione, il docente è in grado di valutare l’avanzamento della classe. Infine, tramite commenti e discussioni interne alle lezioni, l’apprendimento diventa dinamico e interattivo.

Ma vediamo nel dettaglio tre delle caratteristiche che lo rendono davvero unico e insuperabile dai suoi competitor.

Moodle è Open Source

Uno dei punti forti della piattaforma Moodle è il fatto di essere open source, come abbiamo già accennato. Questa particolarità la rende notevolmente interessante e ricco di fascino per gli amanti delle personalizzazioni.

Lavorare su un sistema open source significa poter modificare liberamente il codice per creare un corso online unico, che si distingua da tutti gli altri corsi standardizzati creati dai competitor e rispecchi a immagine e somiglianza l’istituto scolastico o l’azienda per la quale è stato creato.

Ciò significa che il fornitore non ti pone limiti ma, al contrario, ti dà la possibilità di lavorarci sopra a tuo piacimento. Anche se questo fatto, ovviamente, sottende che tu abbia delle conoscenze informatiche o un esperto IT che ti aiuti a sfruttare appieno le potenzialità di Moodle.

Tra i principali vantaggi dell’open source troviamo l’assenza di un canone perciò, a differenza dei sistemi gratuiti oppure online, non dovrai pagare nessun contributo mensile o annuale per poterlo utilizzare.

Ultimo vantaggio, ma non per importanza, è il fatto che l’open source è scalabile. Ciò significa che cresce con il crescere della tua attività, senza incontrare dei limiti strutturali a un’eventuale espansione del piano formativo.

Moodle si usa anche da mobile

Moodle da mobile

Una delle caratteristiche che permette agli utenti di apprezzare ancor di più i sistemi di e-learning come la piattaforma Moodle è il fatto di poterla utilizzare anche da mobile. Esiste infatti l’app Moodle per smartphone con tantissime funzionalità utili.

Attraverso l’app gli utenti possono:

  • Iscriversi a un corso e seguirlo;
  • Esplorare i corsi (anche offline) a colpo d’occhio;
  • Scaricare le sezioni di un corso;
  • Visualizzare le attività da svolgere e quelle ancora da completare;
  • Comunicare con gli altri partecipanti vedendone il profilo e scambiando con loro messaggi;
  • Accedere a tutti i contenuti del corso e poter effettuare upload (di file, immagini, video e audio) e download;
  • Completare attività per procedere con il corso;
  • Accedere alle proprie valutazioni;
  • Sfogliare il glossario;
  • Controllare i piani di formazione e visualizzare le competenze del corso;
  • Rimanere aggiornati grazie alle notifiche che comunicano un evento imminente salvato sul calendario;
  • Chattare con tutti gli altri partecipanti del corso, sia insegnanti che studenti;
  • Partecipare ai workshop;
  • Dare feedback agli insegnanti.

Il design è responsive per qualsiasi schermo di smartphone o tablet e questo permette agli utenti di gestire o seguire il corso in qualsiasi momento e ovunque si trovino.

Nella community di Moodle si contano infatti oltre cento partner che aiutano a garantire il successo di ogni progetto aperto sia su Moodle che su Moodle Workplace.

Le funzionalità di Moodle

All’interno del programma, ogni utente può avere differenti diritti di accesso, in funzione del ruolo che gli è stato assegnato.

I ruoli standard che puoi trovare come predefiniti dentro alla piattaforma Moodle sono:

  • Manager: può accedere a tutti i corsi e modificarli;
  • Creatore di corsi: può creare e modificare il corso;
  • Docente: gestisce i corsi e può valutare gli studenti;
  • Studente: iscritto ai corsi e può accedere alle risorse messe a disposizione dal docente;
  • Ospite: è un utente non ancora iscritto ad un corso, con privilegi limitati;

Detto ciò, la piattaforma Moodle rappresenta un ambiente creativo davvero ricco di funzionalità per gli utenti che abbiamo appena visto. Perciò, tra le funzionalità principali di base troviamo:

  • Interfaccia responsive e di facile navigazione sia da desktop che su dispositivi mobili;
  • Dashboard personalizzabile con tutti i corsi presenti, passati e futuri a cui è iscritto l’utente;
  • Strumenti di collaborazione come i forum, il glossario, wiki e tanti altri;
  • Calendario multifunzione dove è possibile annotare eventi, riunioni, scadenze, ecc.;
  • Gestione dei file in servizi esterni di storage come Dropbox, Google Drive e OneDrive;
  • Editor di testo facile da utilizzare e intuitivo;
  • Possibilità di attivare notifiche su messaggi, eventi, aggiornamenti, scadenze e tanto altro;
  • Monitoraggio del completamento dei moduli e dell’avanzamento nel corso;

Vediamo ora quali sono le funzionalità per la gestione dei corsi:

  • Lezioni studiate per essere guidate dagli insegnanti;
  • Strumenti di collaborazione tra gli utenti;
  • Inserimento facilitato di file audio e video con le lezioni;
  • Implementazione di materiale didattico e compiti;
  • Valutazione del flusso di lavoro;
  • Gestione del gruppo con diverse attività;
  • Badge per motivare gli studenti;
  • Valutazione basata su competenze che possono essere impostate con piani d’apprendimento personalizzati.

Come si installa Moodle?

installazione di Moodle

Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche principali di Moodle e quali funzioni offre la piattaforma, vediamo insieme come installare la piattaforma Moodle e soprattutto quale versione scegliere.

Per installare Moodle, le due versioni principali sono Moodle Cloude Moodle Standard.

La prima è una versione disponibile online, già pronta per essere installata e configurata. La seconda, invece, richiede una fase di sviluppo e di configurazione, prima di essere messa online.

Quale scegliere tra Moodle Cloud e Moodle Standard?

Dipende dalla complessità del progetto che vuoi sviluppare.

  • Se il tuo progetto prevede funzionalità particolari che richiedono l’installazione di plugin o altre estensioni, dovrai ricorrere alla versione Standard. 
  • Se non hai esigenze particolari e la versione base di Moodle è sufficiente, allora puoi optare per la versione Moodle Cloud.

Chiaramente, la versione Standard comporta un costo maggiore della versione Cloud, legato alle attività di sviluppo e personalizzazione richieste.

Sul versante privacy, a partire dalla versione 3.5, Moodle ha introdotto gli adattamenti necessari per rendere la piattaforma conforme alla normativa europea in materia di GDPR e protezione dei dati personali.

Per installare la piattaforma Moodle manualmente devi:

  • Controllare che il tuo sistema abbia abbastanza spazio per ospitare il sistema;
  • Valutare i requisiti del tuo software sviluppato e avere a disposizione un web server che supporti MySQL o PHP;
  • Selezionare il PHP compatibile con la piattaforma;
  • Scaricare il file di Moodle e scompattare il pacchetto;
  • Creare una directory in cui archiviare i file Moodle;
  • Creare un database nuovo e installare Moodle tramite l’apposito file;
  • Configurare Moodle attraverso la pagina di amministrazione.

Dato che si tratta di un procedimento tecnico abbastanza delicato, ti consigliamo di affidarti a un team di esperti che ti dia assistenza Moodle per installazione, configurazione e sviluppo.

Integra anche tu una piattaforma Moodle

Nel panorama delle piattaforme di e-learning e dei software LMS, la piattaforma Moodle rappresenta sicuramente una delle soluzioni migliori a tua disposizione. Grazie a questo software, potrai dare una marcia in più al tuo programma di formazione online.

Per ottenere il massimo risultato dall’installazione di Moodle, le aziende si rivolgono a professionisti in grado di configurare correttamente la piattaforma, personalizzarla secondo le esigenze del cliente e seguire ogni aggiornamento successivo o richieste di integrazione e di modifica.

Il team Nextre ha sviluppato competenze verticali in questo settore e può aiutarti a studiare la soluzione più adatta alle tue esigenze. Vuoi creare la piattaforma? Fare l’installazione? La configurazione? 

Richiedi subito maggiori informazioni al nostro team compilando il modulo di contatto presente in questa pagina e avviando fin da ora il tuo nuovo progetto online.

Richiedi informazioni

Compila i campi qui sotto per richiedere maggiori informazioni.
Un nostro esperto ti risponderà in breve tempo.