SEO AI: cos’è e quali sono i vantaggi per le aziende che la utilizzano

Come l’AI sta cambiando la SEO

La SEO è un business di risultati. Immaginate quindi di aver accesso a dei dati che indicano esattamente, cosa dovete fare per ottimizzare il vostro sito web e migliorare la visibilità nei motori di ricerca.

Beh, non dovete immaginare nulla, perché questa tecnologia è già disponibile.

Sebbene la SEO AI (Intelligenza Artificiale) sia ancora nelle sue fasi infantili, diciamo embrionali, nei prossimi due anni dominerà le strategie delle aziende che operano nel marketing digitale e sviluppano strategie di SEO.

L’AI è già in uso nel marketing digitale per raccogliere dei dati sul targeting degli annunci, determinare la pertinenza del contenuto, individuare i segmenti della clientela per la vendita incrociata, semplificare le campagne e analizzare i valori emotivi che hanno più impatto su un pubblico di destinazione.

Ma attualmente, poche aziende stanno utilizzando l’intelligenza artificiale per migliorare il ranking sui motori di ricerca.

E sbagliano, perché l’AI offre intuizioni sul marketing che miglioreranno le campagne pubblicitarie, ed inoltre, l’adozione di AI specifiche per il SEO, offrono tattiche che consentono di classificarsi nelle prime posizioni dei motori di ricerca e di far apparire gli annunci pubblicitari a più persone.

Come funziona la SEO AI?

Innanzitutto, i dati forniscono approfondimenti che consentono di ottimizzare il sito web, creare collegamenti con i domini di riferimento ed identificare le parole chiave migliori da utilizzare per ogni pagina web.

Tutto quello che bisogna fare è ideare il contenuto della struttura in modo appropriato. La funzionalità primordiale della AI era quella di utilizzare algoritmi che identificano i modelli nell’user system. Questi dati permettono di generare intuizioni e previsioni più accurate rispetto all’analisi umana.

L’AI è ormai progredita ed è capace di utilizzare i dati grezzi per svolgere compiti prima impensabili. Ciò riduce notevolmente, per gli esseri umani, la necessità di decifrare codici che necessitano di tempistiche molto lunghe.

Google RankBrain è un esempio primario.

Questa parte dell’algoritmo di base presente in Google esamina i termini di ricerca che non sono mai stati usati prima e confronta le parole chiave con altre ricerche per determinare il tipo di risultato che l’utente finale sta cercando. Ma RankBrain fornisce anche dati Google sulla pertinenza delle pagine web nei confronti di termini di ricerca specifici. Ciò consente all’azienda di classificare le pagine web in modo più appropriato nei confronti di tali keywords.

Attraverso l’AI, i proprietari dei siti web riusciranno a determinare con maggiore precisione, quali informazioni cercano gli utenti finali. È quindi possibile pubblicare contenuti ed ottimizzare le pagine web di conseguenza.

SEO AI

Portare grandi dati in SEO

Attraverso l’intelligenza artificiale google riesce a gestire molti più dati. Grazie a questa metodologia, RankBrain può identificare la tipologia di siti web che impegnano maggiormente gli utenti finali. Google può classificare i siti buoni dai siti cattivi in ​​base ai dati che questi includono, architetture di informazioni, parole chiave, contenuto, utilizzo di immagini ecc.

L’intelligenza artificiale acquisisce i dati provenienti da Internet e confronta le pratiche che forniscono i migliori risultati. Questi dati vengono poi utilizzati come un metro per misurare la qualità degli altri siti web.

I siti web che dispongono di infrastrutture simili ai siti che vengono usati per la comparazione, saranno meglio posizionati nei motori di ricerca. Inoltre, RankBrain valuta tutte le categorie di ricerca per determinare un ranking migliore.

Ad esempio, un sito web che pubblica contenuti sulla psicoterapia avrà un’infrastruttura diversa ed un contenuto differente rispetto a un sito di ecommerce che vende utensili da cucina. Per questo motivo l’AI di Google differenzia le categorie per creare dei ranking migliori.

L’utilizzo di AI per la SEO aiuta quindi a creare una strategia più accurata per il proprio sito. In sostanza ti dice, in modo esatto, cosa devi fare per superare la concorrenza.

Dove viene utilizzata attualmente la SEO AI?

Sorprendentemente ci sono poche opzioni disponibili per la SEO AI. Attualmente, poche società forniscono questi servizi, e lo fanno attraverso supercomputer dispendiosi in termini monetari, che vantano però un tasso di successo elevato.

Le alternative sul mercato sono alcuni software di intelligenza artificiale come SEO Powersuite e Muncheye.

Attraverso questi software puoi rimanere all’interno delle linee guida del motore di ricerca, monitorare in modo più opportuno le parole chiave ed identificare i link migliori per le tue pagine.

Ecco perché dovresti affidarti a Nextre che utilizza in modo opportuno i migliori strumenti per garantirti un ottimo posizionamento sui motori di ricerca.

Richiedi Informazioni