Moodle è la migliore soluzione e-learning

L’apprendimento non si svolge più esclusivamente nelle aule. Oggi, anche quando si tratta di formazione, entrano in campo Internet e le nuove tecnologie.

Oggi si parla di e-learning.

Esistono delle piattaforme appositamente create per produrre percorsi formativi di qualità che permettono di accedere alla formazione in qualunque luogo e in qualsiasi momento.

Una di queste è Moodle, ne hai mai sentito parlare?

Cos’è Moodle?

moodle e-learning - sito

Moodle è un LMS (Learning Management System) che, tradotto in lingua italiana, significa “Sistema di gestione dell’apprendimento”.

Lo sviluppo di una piattaforma e-learning è fondamentale per chi vuole sfruttare professionalmente questo strumento e condividere con migliaia di utenti dei percorsi formativi personalizzati.

Nello specifico, Moodle è un ambiente studiato per l’apprendimento modulare, dinamico e orientato a oggetti.

Ad oggi, inoltre, Moodle è la migliore soluzione di e-learning perché è uno degli LMS open source più completi e popolari.

Include un sistema di amministrazione semplice da utilizzare e strumenti di monitoraggio del supporto multimediale e dell’apprendimento.

Perché usare Moodle per creare corsi e-learning?

Con oltre 7 milioni e mezzo di corsi attivi, 54 mila portali web registrati in ben 230 Paesi e quasi 70 milioni di utenti, Moodle è il sistema di gestione dell’apprendimento maggiormente impiegato in questo campo.

Progettato dall’ingegnere australiano Martin Dougiamas, Moodle nasce inizialmente come un’idea inserita nella tesi di dottorato dello stesso Dougiamas.

Il suo intento era quello di descrivere il modo di funzionare di una piattaforma d’insegnamento open source che avrebbe consentito agli stessi utenti di collaborare attivamente alla creazione di lezioni, corsi e quiz di valutazione.

Impiegato come strumento didattico da istituzioni scolastiche di vario genere e livello, società private e pubbliche amministrazioni, Moodle offre l’opportunità a qualunque formatore o insegnante di progettare un ambiente virtuale in cui studenti provenienti da ogni parte del globo possano partecipare a corsi online e lezioni di ogni tipologia.

Come funziona Moodle?

La vera rivoluzione di Moodle è quella di essere basato su una filosofia di apprendimento collaborativa.

Cosa significa?

Che le persone imparano insieme attraverso lo studio, l’analisi, la collaborazione, la condivisione e la riflessione.

Valorizza gli studenti

moodle e-learning - modulare

All’interno di Moodle, così come accade in qualunque altra istituzione formativa o scolastica, gli utenti si dividono in base al ruolo da loro ricoperto.

Si possono contare fino a sei ruoli differenti, ognuno dei quali con caratteristiche determinate.

Il docente, ad esempio, avrà la facoltà di creare e gestire i corsi, offrendo agli studenti tutto il materiale didattico utile allo svolgimento dei corsi online e al superamento delle diverse prove di valutazione.

Gli studenti, invece, potranno seguire la lezione online secondo i tempi e le modalità a loro più consone, utilizzando i materiali proposti dal docente.

I materiali del corso utilizzano un format settimanale, in cui organizzare il contenuto di settimana in settimana, o un format in ordine cronologico, che è meno formale e più focalizzato sul dibattito.

Tutti i vari utenti, docenti o studenti, hanno la possibilità di collaborare alla progettazione dei materiali idonei allo svolgimento delle lezioni online e quest’aspetto è fondamentale per l’ottimizzazione sia dell’insegnamento sia dell’apprendimento.

È proprio su quest’ultimo punto che si concentrano i maggiori aspetti positivi della piattaforma.

Con Moodle infatti l’attenzione è focalizzata sul ruolo rivestito dagli studenti che diventano i veri protagonisti dell’insegnamento, perché possono instaurare con il Docente un’esperienza educativa più aperta e collaborativa.

Mette a disposizione strumenti di comunicazione

moodle e-learning

Moodle offre una suite di strumenti per promuovere l’interazione e il social networking tra le persone, in modo che possano condividere idee, collaborare in piccoli gruppi, discutere e riflettere sulle esperienze.

Un corso di Moodle è quindi costituito da lezioni e attività (come quiz e progetti), ma anche da eventi sociali che incoraggiano la partecipazione tra gli studenti.

Ad esempio, gli studenti possono caricare le assegnazioni, e gli insegnanti sono avvisati per contrassegnare le stesse e inviare messaggi agli studenti.

Le discussioni e le finestre di dialogo sono al centro di corsi online efficaci e Moodle li supporta attraverso tre canali standard di comunicazione:

  • Forum di discussione (asincrono, modo pubblico di condividere pensieri);
  • Chat (una conversazione più immediata e simultanea con i gruppi);
  • Dialoghi (un canale privato tra due o più persone).

Cosa rende Moodle la migliore soluzione e-learning del mondo?

Essendo un software di tipo modulare, consente all’utente di sviluppare funzionalità aggiuntive personalizzate ed è stato concepito affinché aiuti e sviluppi:

  • Un apprendimento efficace;
  • Un approccio inquiry basato sull’individuazione;
  • Ambienti collaborativi;
  • Creatività e innovazione.

Inoltre, si tratta di un sistema moderno e in continua evoluzione. Prevede:

  • Aggiornamento costante del sistema;
  • Risoluzione immediata di eventuali bugs;
  • Creazione di corsi online adatti anche per i dispositivi mobili;
  • Processo di checkout facile e veloce con PayPal.

3 buone ragioni per scegliere Moodle per la creazione di corsi e-learning

moodle e-learning

Oltre ai punti di forza che abbiamo appena elencato, esistono altre caratteristiche che rendono Moodle una piattaforma e-learning davvero insuperabile.

Vediamole insieme!

L’interfaccia con WordPress

WordPress, ormai lo sappiamo tutti, è la più diffusa piattaforma di blogging al mondo.

Con Moodle condivide non poche caratteristiche: è open source, ha una community attivissima (e fedelissima), fa della semplicità d’uso e della versatilità il suo punto di forza.

Naturale quindi che siano previsti diversi modi per connettere facilmente le due piattaforme.

Una delle più semplici è il nuovo plugin di Moodle WordPress Feed con cui è possibile richiamare sulle pagine della propria applicazione e-Learning i blog feed di WordPress.

Per installarlo, il plugin richiede di attivare WordPress REST API v1 oppure il WordPress REST API v2 : su GitHub trovate tutte le istruzione relative.

Gestire i compiti a casa non è mai stato così facile!

Uno dei plugin più efficaci per migliorare resa e controllo sugli assignement assegnati (sia lato insegnante che lato studente) è infatti il plugin EduLink Homework che ottimizza e snellisce la gestione dei compiti a casa.

Come?

Grazie al plugin Edulink Homework per Moodle gli insegnanti possono impostare l’assignement in anticipo facendo l’upload di tutti i materiali e le informazioni a esso allegati in maniera centralizzata: deadline, dettagli di supporto e documentazione.

Semplicità di utilizzo

Ha un’interfaccia d’uso estremamente intuitiva e consente l’accesso a tutte le informazioni correlate sia lato insegnante che lato studente.

Sono previste anche features aggiuntive a pagamento, come la possibilità d’integrarsi col sistema amministrativo d’istituto e richiamare i dati su iscrizioni, famiglie e staff, oppure strutturare i corsi per categoria “materia” o “anno”, facilitando la comunicazione interna scuola-famiglia o scuola-studente.

Ancora incerto sulla piattaforma da utilizzare per il tuo e-Learning? Un po’ meno, vero?

Conclusioni

Se anche tu vuoi creare un’applicazione e-learning con Moodle non devi fare altro che compilare il form presente sulla pagina.

Il nostro team di esperti potrà fornirti un’idea e un parere tecnicoapprofondito in materia.